domenica 22 marzo 2020

SATURNO ENTRA IN AQUARIO NEL GIORNO DEL VIANDANTE DEI CIELI RITMICO, KIN 253 - SE IL NUOVO ARRIVA, SIAMO PRONTI AD AFFRONTARLO?

Opera di Catrin Welz-Stein


Nelle prime ore del 22 marzo 2020 Saturno entra in Aquario, alleggerendo lo strapieno Capricorno e portando una ventata di sollievo nel percorso dell'umano a confronto con se stesso. La sensazione potrebbe essere di percepire una sorta di svolta, la capacità di lasciarsi alle spalle anni e anni di fatica. Io non ho dormito bene stanotte, incubi da svegliarsi, al mattino il sonno se n'è andato presto, ma la stanchezza impera e sto letteralmente ciondolando per casa. Ma credo che sia normale sentirsi così, dopo mesi di focalizzazione verso un unico punto, come accade quando tanta luce è accesa in un solo Segno zodiacale, in un solo settore della nostra mappa. Ci siamo anchilosati a guardare in una sola direzione ed è stato giusto così, c'era bisogno di concentrazione. Però, mentre tutta la nostra attenzione era rapita lì, le cose stavano cambiando e stamattina ci si è svegliati che il Nuovo era già qua, nonostante noi.
Saturno in Aquario è un'apertura verso qualcosa di sconosciuto che viene da molto lontano. Quando a fine 2019 vedevo avanzare un flusso di luce bianca accecante ogni volta che pensavo al 2020, non avevo idea di cosa potesse essere. Mi dava l'idea di qualcosa di assolutamente nuovo e sconosciuto, che avrebbe richiesto tempo per essere assimilato. Probabilmente è questo transito. E di nuovo mi sembra che la coltre di paura che ci sta avvolgendo ora sia un passaggio obbligato che ci guida ad apprendere ciò che siamo, per poi girarci verso il Nuovo, ed andar incontro ad esso nella manifestazione delle nostre risorse naturali e spontanee.
Questo transito sarà breve e porterà Saturno a spostarsi da 00° e 01° Aquario e ritorno entro il 03 luglio 2020. Tornerà poi in Capricorno fino al 16 dicembre 2020, quando entrerà definitivamente in Aquario fino a marzo 2023. Durante il suo viaggio sarà accompagnato da altri Archetipi: Marte ora e Giove a fine anno, e ne esplorerò approfonditamente le implicazioni entro breve.
Nel frattempo consideriamo questo viaggio come una finestra che si apre su nuovi panorami, che dovrei definire assolutamente ignoti.
A questo proposito volevo condividere il fatto che ieri mi è arrivato un messaggio che sincronicamente ha portato una risposta che aspettavo da tanto tanto tempo. Quello è stato il segnale che a mia volta mi sto trovando davanti ad una svolta epocale ed è arrivato il momento di seguire la nuova strada ad ogni costo, anche se ancora non mi è chiaro come, e sicuramente sbaglierò l'avvio più volte.
Altrettanto sincronicamente Saturno entra in Aquario nel giorno del Viandante dei Cieli Ritmico, Kin 253, il Kin che trasporta una frequenza da mondi lontani, organizzando la realtà esterna sulla base delle informazioni che arrivano da là. Di nuovo la domanda è se riusciamo, nel nostro qui e ora, a fare spazio a realtà completamente nuove che spingeranno da dentro per essere espresse. Si risvegliano strati interiori che sono rimasti dormienti. Ciò che sembra arrivare da lontano e da dimensioni elevate, attiva qualcosa che è già dentro di noi, la parte galattica dormiente, le connessioni telepatiche ed intuitive pronte da utilizzare come nuovo stato di coscienza. Così risuona l'Aquario, si nutre direttamente delle frequenze provenienti dal Centro della Galassia. L'ultima volta che Saturno ha viaggiato in Aquario è stato tra il 1991 ed il 1993, all'inizio di quella che allora fu chiamata New Age. Molti hanno sentito quel richiamo, e per tanti si sono spalancate  porte di esplorazione di sé che sarebbero state impensabili fino a poco tempo prima.
Siamo davanti a qualcosa che stavano aspettando da tanto, una sorta di scala verso una dimensione interiore profonda ed intensa. Bisogna però a mio avviso fare in modo di accompagnare definitivamente il vecchio verso la sua morte, ha fatto il suo tempo, abbiamo dedicato interi anni ad esso. Lasciamolo morire in pace, facciamoci pace, lasciamolo uscire dalla porta principale, con immensa gratitudine e tutte le nostre benedizioni.
Siamo nel giorno 16 della Luna Solare, giorno 6 dell'Onda della Stella Gialla: Viandante dei Cieli Rosso Ritmico, Kin 253. Oggi la realtà si organizza per mostrare un nuovo viaggio verso l'acquisizione della Coscienza Solare.
Il Viandante dei Cieli viene da Marte e torna per ricordarci che anche noi veniamo da lì, che siamo scappati da là al tempo della guerra e siamo scesi qui affinché mai più si dovesse ripetere ciò che accadde allora da quella parte della Galassia.
Per farlo si attiva oggi il Plasma Radiale Seli, seconda sfera mentale, Inconscio, Primo Chakra, sopravvivenza, frequenza 291, suono Hram. I chakra del giorno che si attivano sono il Terzo (Viandante), Guida Viandante di nuovo Terzo Chakra ed il Primo Chakra come Plasma Radiale. Si lavora dunque sulla forza delle radici che si connettano con il Sole interiore appena risvegliato.
L'Oracolo del Destino delViandante dei Cieli Rosso Ritmico recita:
Organizzo per esplorare
Equilibrando l'Attenzione
Sigillo l'Output dello Spazio
Con il Tono Ritmico dell'Uguaglianza
Sono guidato dal mio Potere duplicato

In lak'ech!

3 commenti: