giovedì 20 giugno 2019

21.06.2019 - SOLSTIZIO D'ESTATE NEL GIORNO DELLA TEMPESTA BLU INTONANTE, KIN 239, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA

DIPINTO DI GLORIA MURIEL


Il 21 giugno alle 17,54 italiane il Sole entra a 00° Cancro, decretando così il Solstizio d'Estate, che dà inizio alla Stagione della Luce. I Solstizi e gli Equinozi sono i momenti salienti del calendario solare, i cui movimenti determinano la vita sulla Terra. Essi cadono all'interno dei Segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno), le forze che aprono al Nuovo. Quando il Sole entra a 00° di uno di essi, si apre il passaggio dentro un ciclo di rinnovamento. La configurazione geometrica a cui i pianeti danno vita in quel momento diventa la forma che accompagna il mentale collettivo verso una fase di scoperta. Nel 2019 l'ingresso del Sole in Cancro determina un rafforzamento del processo di liberazione dalla freddezza e dal cinismo, dalla necessità di chiudersi alle relazioni a causa di sofferenze passate. L'animo tende ad aprirsi all'intimità, o almeno sente particolarmente il bisogno di avere un nido in cui rilassarsi, nonostante tutto. Questo processo è iniziato a novembre 2018, ne ho scritto tanto (qui un link per approfondire), ha toccato picchi importanti a gennaio e poi ad aprile. Ora esploriamo un ulteriore step di confronto tra noi e l'altro, tra la resa all'abbraccio e al costo che l'abbandono all'altro, all'amore, a noi stessi, può avere per ciascuno di noi.
Non si può sfuggire a questo specchio. Siamo comunque spinti ad includere, a riammettere le persone con cui si è creato un attrito. Non è più possibile voler essere in guerra perché il Cuore chiama all'unità, al superamento del conflitto. E non perché sia bello perdonare, ma perché si è superato il senso di separazione, arrivando ad arrendersi completamente al concetto di complementarietà, che è la vera risorsa della dualità. 
Questa stagione 2018/2020 vede una forte polarizzazione tra i Segni Cancro/Capricorno, sia perché essi sono sede dei Nodi Lunari, rappresentanti il viaggio dell'anima tra l'oblio ed il ricordo di sé, sia perché ora il Capricorno ospita sia Saturno che Plutone e il prossimo anno anche Giove, tre Archetipi della Missione di Vita e delle sfide che si rivelano quali opportunità uniche per arrendersi definitivamente a ciò che si è.
Quando è attiva una tale polarizzazione in maniera continuativa, lo stato di coscienza è chiamato all'unità, a trascendere le differenze, perché la mente non regge un conflitto costante e segna il passo. Provare a fare resistenza non ha senso, si rischia di raggiungere stati di parossismo. Come muoversi dunque? Non ci viene chiesto di farlo. Stare, osservare, andare oltre lo stimolo, incanalare l'irrequietezza all'interno del corpo e lasciar scivolare l'energia in eccesso lungo le gambe e dentro la Terra. Diventare consapevolmente delle antenne rice-trasmittenti: il più grande servizio che possiamo rendere al pianeta ed al collettivo.
Il 21 giugno del calendario gregoriano corrisponde nel Dreamspell, Sincronario Galattico, al quinto giorno dell'Onda dell'Aquila Blu (giorno 23 della Luna Cristallo dell'anno della Luna Rossa Cosmica), Tempesta Blu Intonante, Kin 239, Portale di Attivazione Galattica. La Tempesta Blu è la forza che può cambiare il mondo, ripulendo l'atmosfera dalla pesantezza dei circuiti mentali ossessivi, purificando la visione dalle nebbie della confusione, liberando il cuore dagli strati della paura. Essendo un giorno Portale, il Kin 239 è portatore di un forte flusso intuitivo ed ispirazionale. Sarà chiaro dove sia ora di apportare tagli drastici, liberando l'esistenza da rami e rovi secchi che ci hanno difeso finora, ma che ci stavano tenendo prigionieri di noi stessi.
Una nuova stagione di inclusione ci attende, durante la quale elaborare il nostro rapporto con il senso di appartenenza e con le radici.
A ciascuno il suo!
In lak'ech!


domenica 16 giugno 2019

PLENILUNIO IN SAGITTARIO E INIZIO DELL'ONDA DELL'AQUILA BLU, KIN 235 - INCANALARE IL FUOCO DEL RESPIRO PER RADICARE LO SPIRITO NEL CORPO


Lunedì 17 giugno alle 10.30 ore italiane la Luna diventa Piena a 25° del Sagittario, Luna di Fuoco, supportata dalla congiunzione con Giove retrogrado a 18° Sagittario. Questo aspetta evidenzia le urgenze pressanti (mondo interiore del Fuoco, il Rosso che dal basso vuole emergere) che spingono a essere manifestate. Tuttavia Giove, Governatore del Plenilunio, essendo retrogrado fino a luglio, frena l'impeto e cerca di trovare una via in cui incanalare quelle urgenze. E' un apprendimento importante, perché significa imparare a rallentare per diventare funzionali, e non auto-distruttivi.
In questo POST spiego gli aspetti planetari di questa estate 2019: Giove ne è direttamente coinvolto perché sta formando un aspetto preciso di tensione con Nettuno in Pesci (gli obiettivi spirituali, il senso del sacro nell'esistenza). La domanda a cui i due pianeti danno forma è: i miei obiettivi hanno un senso? Mi sto muovendo nella giusta direzione o sto avanzando alla cieca, senza direzione?
Accettiamo il senso di sospensione e di attesa. Le idee vanno lasciate andare come arrivano, senza trattenerle, esse seguono traiettorie che non ci servono. Avanziamo piuttosto lentamente, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Meglio adesso non fare programmi a lungo termine, ma seguire i sassolini che la Sincronicità pone davanti ai nostri passi.
Per cui l'energia di questo Plenilunio è particolare, perché solitamente la Luna in un Segno di Fuoco attiva il ruggito interiore, che ovviamente preme per essere espresso. Invece ora il ruggito ha bisogno di essere incanalato ed agito in silenzio, perché l'energia mantenuta dentro, si espande e crea un'onda potente che può modellare gli schemi presenti, portando il cambiamento, se e quando questo sia necessario. 
Imparare a incanalare l'irrequietezza, la fretta, l'ansia, immaginando di farsi attraversare da fiumi di luce che dalla gola scendono lungo il corpo fino ai piedi, oppure canali di luce che dalla nuca, dalla testa, scendono attraverso le spalle e l'addome fino ai piedi, serve a scaricare la mente dall'eccessiva sollecitazione. Perché sollecitiamo continuamente la mente? Perché non stiamo mai abbastanza nella presenza del corpo. Non è facile farlo con la Luna di Fuoco, ma qualora ci sentissimo particolarmente agitati, questa è la via per trovare una maggiore tranquillità: il rapporto con il corpo fisico, il contatto con il suolo, con la forza del femminile accogliente, anziché continuare a correre agendo in base al Fuoco maschile. Il corpo fisico è Terra, femminile, lento, finito, limitato. Richiede la cura, non la fuga.
Questa estate è un momento in cui è necessario mettersi proprio lì.
Sincronicamente il 17 giugno inizia l'Onda Incantata dell'Aquila Blu, fino al 29 giugno, un tempospazio che apre alla Visione. Che ce ne facciamo delle visioni se non le sappiamo integrare nel mondo quotidiano? Diventa quindi urgente riconoscere come gestire tutto il Fuoco, affinché la nostra parte interiore Fuoco venga agita per il nostro bene, per bruciare l'eccesso e il superfluo. Altrimenti esso ci rende trottole impazzite, preda e vittime di noi stessi e dell'irruenza del mondo emozionale senza controllo. Fuoco e Respiro, Respiro e Spirito. Ecco la chiave. Respiro lo Spirito del Fuoco e lo lascio espandere e divento Fuoco, illuminando, bruciando e trasformando attraverso il calore ciò che sono. Divento Spirito attraverso il Corpo e integro in me la Forza della Vita, che è Spirito, che è Respiro, che è Fuoco.
In lak'ech!


lunedì 10 giugno 2019

UNO STRANO CIELO ASTROLOGICO NEL GIORNO DELLA STELLA GIALLA RISONANTE, KIN 228 - IL CAMBIAMENTO E' QUI E ORA


Questa mattina ho dato un'occhiata al Cielo Astrologico ed ho trovato una configurazione molto forte. I pianeti stanno dialogando tra loro in maniera concitata e creano panorami tesi. Ci sentiamo tirati tra due opposti? Non riusciamo a decidere definitivamente da che parte stare? E che non dovessimo stare da nessuna parte, ma semplicemente essere?
Questa la foto della situazione planetaria di questa mattina. Si possono notare tre Opposizioni forti (aspetto di rifiuto/negazione - righe rosse lunghe) e 5 Quadrature (conflitto interiore - righe rosse corte).


Le opposizioni riguardano i Segni Mobili, Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci, a decretare un movimento potente di cambiamento. Questi 4 Segni che formano una Croce sono quelli che chiudono  le stagioni. Sentiamo pure da tanto di essere in chiusura. Ora è il tempo. 
Ad essi si aggiungono i Nodi Lunari, simbolo del viaggio di Risveglio, che tra Capricorno e Cancro stanno aprendo il cammino verso un'altra realtà in cui il corpo sia in linea con l'obiettivo dell'anima. Qui Saturno, congiunto con il simbolo di ciò che deve essere lasciato, forma un'opposizione con Marte in Cancro, che si trova nel punto da raggiungere a livello di consapevolezza. Se c'è un bisogno, è ora di prendersene cura, così da non soccombere più a noi stessi. Come sempre, perché continuare ad addossare la responsabilità della propria vita a fattori esterni? Siamo diapason che emanano un'onda, una nota che crea in base alla velocità con cui si propaga nel tempospazio. E' ora di muoversi di conseguenza, e in caso, cercare di rettificare la frequenza attraverso il respiro e la meditazione.
Tutto apparentemente porta verso l'esterno, però passa per il Centro. Questa configurazione è attiva solo oggi perché sono coinvolti il Sole e la Luna, che si muovono velocemente. Il messaggio di questo Cielo porta uno sguardo profondo verso la necessità di rimanere ed osservare come le cose cambiano senza sforzo da parte nostra. Continuando a muoverci, finiamo solo con l'annaspare.
Nel Sincronario Galattico oggi è Stella Gialla Risonante, Kin 228, giorno 7 dell'Onda del Vento Bianco, creatrice di una frequenza che stimola alla sintonizzazione. Quindi fermiamoci, anche se è lunedì e stiamo correndo dietro alla nostra vita. Fermiamoci. Ascoltiamo cosa si agita nei cuori. Poi scendiamo dentro. Chi respira dentro il nostro cuore, nel nostro centro? Chi sorride placidamente dentro di noi? Siamo ancora molto lontani dal toccare quel sorriso? Possiamo rimanere fermi al centro, nonostante i forti movimenti che ci spostano continuamente?
Tutti i valori dei flussi energetici di oggi richiamano al prendere una posizione. Focalizziamoci su questo.
In lak'ech!

martedì 4 giugno 2019

LA QUADRATURA GIOVE/NETTUNO: PRESENZA, INTEGRAZIONE E COERENZA - Gli aspetti planetari dell'estate 2019

IMMAGINI DI ELIZABETH KYLE

Il 2019 è un anno di passaggi importanti a livello astrologico, ma non solo. Questo è un tempo sacro in cui rendere onore a ciò che siamo in qualità di anime al servizio di un bene più grande. In nome di ciò, ci viene chiesto con urgenza di riconoscere noi stessi, la qualità della luce che emaniamo, e di realizzare il nostro progetto, qualunque esso sia, qui sulla Terra.
Per fare ciò, è necessario liberare, aprire, fare spazio, accettare, arrendersi, osservare, gioire e integrare.
A livello galattico, siamo in un anno di trascendenza e stiamo abbandonando tanto passato per chiudere definitivamente tutto quello che è iniziato nel 2006. Per questo siamo alle prese con molte tematiche potenti. 
A livello astrologico, gli Archetipi dei Pianeti Maestri si trovano a casa propria, re del proprio regno, a esercitare un'azione ispirazionale ed intuitiva forte, che metta le persone in contatto con il proprio Maestro Interiore. Per chi non si intende di astrologia, quando un pianeta transita nel proprio Segno, esso emana un insegnamento di qualità, preciso e determinante.
Questi pianeti sono Saturno, Maestro del Karma, portatore delle memorie da trasformare per rendere le risorse talenti; Giove, Maestro della Missione Spirituale, che espande la visione nell'accorgerci se siamo in linea con un obiettivo congruo; Nettuno, Maestro della Coscienza Cristica Realizzata, ispiratore del processo di accettazione totale e realizzazione del sé.
Saturno ha un ciclo lungo, e rimane in Capricorno, suo Segno di governo, dal dicembre 2017 al dicembre 2020, con una breve pausa in Aquario tra gennaio e marzo 2020.
Nettuno ha un ciclo lunghissimo e sparge i semi della Coscienza Cristica per tanti anni, ma la durata ha un senso. Deve passare tempo per fare attecchire i semi del puro amore; gli umani sono chiamati ad innamorarsi di loro stessi, ed è la prima volta che accade in eoni. Il suo transito in Pesci, suo Segno di Governo va dal 2012 al 2025.
Ciò che fa la differenza è Giove, perché il suo ciclo è annuale, e ritorna in un segno una volta ogni 12 anni. Dal novembre 2018 si trova in Sagittario, suo Segno di governo e ciò è accaduto 12 anni fa e riaccadrà tra 12 anni (il transito in Sagittario lo conclude a dicembre 2019). La Sincronicità della presenza contemporanea di questi 3 Grandi crea un panorama interiore molto forte.
La prospettiva interessante è data dalla Quadratura (aspetto di tensione) che si viene a creare tra Giove, Missione Spirituale, e Nettuno, Coscienza Cristica. Poiché Saturno richiama il contatto con l'Essenzialità, tutti noi percepiamo l'importanza di mettere a fuoco perché siamo qui. Giove crea un senso di urgenza interiore, a volte di entusiasmo iniziale parossistico, che ci sgancia dalla realtà. La Quadratura con Nettuno, che nell'aspetto ombra è annebbiamento illusorio, dà forma ad un enorme senso di smarrimento, che mette in allerta tutto il nostro sistema umano, a volte creando realtà esterne di invasione, di prevaricazione, di sconfinamento. Potremmo sentire la necessità di mettere confini ben delimitati. Se non lo facciamo, ci sentiamo totalmente disorientati.
La Quadratura Giove/Nettuno aiuta ad accorgersi di come riusciamo a stare in presenza di ciò che accade nel qui e ora, soprattutto se ci occupiamo di risveglio spirituale e relazione d'aiuto. Non è possibile portare ciò che non abbiamo a nostra volta integrato. E' un aspetto disarmonico perché rende consapevoli delle disarmonie esistenti. I giorni clou verranno toccati a fine mese e al momento opportuno ne riscriverò.
In lak'ech!

lunedì 3 giugno 2019

03.06.2019 - LUNA NUOVA IN GEMELLI NEL GIORNO DEL DRAGO ROSSO COSMICO, KIN 221 - SI CONCLUDE L'ONDA DELLA LUNA ROSSA

IMMAGINE DI LINDSAY RAPP


Ecco, questo Novilunio ci voleva! La sua leggerezza già si intuisce, con il caldo che piano piano torna, e le nuvole fredde, che così intensamente hanno morso stomaco e gola, ventre e gambe, si dissolvono, piano piano. Finalmente usciamo da un periodo piuttosto difficile. Dallo scorso 22 maggio l'Onda della Luna Rossa, con i suoi moti di purificazione emozionale, ha portato un ennesimo tuffo dentro qualcosa di denso che ancora non era stato sciolto. Così abbiamo navigato una volta di più dentro le nostre intense acque interiori. Ci stancheremo mai di metterci alla prova con giravolte esistenziali che ritornano sempre allo stesso punto?
Credo che questa volta tanti di noi abbiano imparato la lezione, mettendosi nella posizione di dire no per segnare confini che delimitassero nuovi cammini. Ecco ciò che porta questa bella Luna Nuova a 12° Gemelli (alle ore 12,00 italiane del 03.06.2019): qualcosa di estremamente fresco e giovane si rivela nella nostra vita. Qualcosa che risolleva lo spirito dopo mesi di affondo nelle tematiche più difficili. Ringraziamo sempre e comunque la forza riscoperta che ci ha dato modo di affrontare i fantasmi interiori. Ciò significa che il lavoro fatto finora ci permette di stare davanti a ciò che c'è senza soccombere, finalmente. Stiamo soffrendo o abbiamo sofferto solo perché abbiamo infine la forza di accorgerci di situazioni spiacevoli a cui eravamo totalmente e volutamente ciechi. 
Detto questo, ora cominciamo a respirare e a guardare davanti. Un nuovo ciclo ci aspetta.
Finisce oggi infatti con il Drago Rosso Cosmico, Kin 221, l'Onda della Luna Rossa, il ciclo di Tzolkin iniziato 13 giorni fa. Il Drago Rosso è la forza che nutre tutti - è la Grande Madre, la Terra che accoglie. Rappresenta anche un forte senso di se stessi. La personalità Drago Rosso non passa inosservata. Il Drago Rosso Cosmico trascende questa essenza portandoci oltre ciò che vogliamo essere, per accompagnarci in una quieta manifestazione di ciò che siamo: presenti sì, ma in osservazione pacifica di ciò che accade. A questo livello il Drago Cosmico diventa puro accudimento, indossando l'archetipo della Forza Primaria che dona se stessa indistintamente a chi ha bisogno.
In questo aspetto il Novilunio in Gemelli è estremamente sincronico oggi, perché a sua volta ci trasporta oltre le prese di posizione che possono creare sofferenza, le maschere che abbiamo affrontato negli ultimi mesi con coraggio e dedizione. Ora è tempo di riposarsi e di riprendere a respirare. Sincronicamente il Drago Rosso appartiene alla Famiglia Cardinale, che Stabilisce le Genesi, Quinto Chakra della Terra (la comunicazione, il respiro, le parole). Il Kin 221 è guidato dal Serpente Rosso, Famiglia Polare, che Suona le Armoniche, Settimo Chakra della Terra.
Siamo nel giorno 5 della Luna Cristallo, Plasma Radiale Alfa, le correnti elettriche che si generano dal Sole, connesso con il Quinto Chakra del corpo umano. Di nuovo, i valori energetici che si attivano oggi sono connessi con la Comunicazione, che è una parola chiave del Segno dei Gemelli, ma anche con la creatività e la visione. Come scritto sopra, tempo di nuovi progetti che sorgano dalle macerie di quello che abbiamo destrutturato fino a ieri.
In lak'ech!

venerdì 31 maggio 2019

LO SPECCHIO DENTRO IL CUORE - LUNA CONGIUNTA A URANO IN TORO NEL GIORNO DELLO SPECCHIO BIANCO PLANETARIO, KIN 218, P.A.G.

DIPINTO DI ISABEL BRYNA SACRED

Il 31 maggio è il giorno dello Specchio Bianco Planetario, Kin 218, la Manifestazione di ciò che abbiamo elaborato negli ultimi giorni a livello emozionale. Poiché si tratta di un giorno Portale di Attivazione Galattica, momento in cui le porte psichiche sono maggiormente aperte, la percezione del nostro mondo emozionale oggi sarà particolarmente forte. Per esempio, potrebbe accadere di sentire dentro una forte vibrazione, avendo la sensazione di non riuscire a controllare il flusso della Vita che ci invade. L'Onda della Luna Rossa insegna proprio a fluire. Se possibile, non facciamo resistenza ed osserviamo cosa significhi vivere più spontaneamente.
Oggi la Luna si trova in Toro, Segno di Terra, portatore di confini e stabilità. Come ormai chi mi legge sa, in Toro transita per ben otto anni Urano, Archetipo dell'Extraterrestre, di ciò che sta oltre. Il suo compito è quello di dissolvere confini e certezze, per trovare un radicamento profondo in ciò che c'è dentro, togliendo lo sguardo dal fuori per scoprire la Presenza del Sole dentro di noi.
La Luna e Urano congiunti insieme hanno la forza di dissolvere i pesi ed i carichi dell'Appartenenza. Cosa significa? La Luna di per sé rappresenta il Clan da cui proveniamo. Il Clan è simbolo di sopravvivenza. In antichità non ce la si poteva fare al di fuori del clan, che invece garantiva protezione e soddisfazione dei bisogni primari. Per appartenere si doveva ubbidire e rispettare le leggi alla base della sopravvivenza del clan stesso. Non tutti però sono riusciti a rimanere chiusi e protetti, quelle anime hanno preferito la fuga e la disubbidienza, e si sono generati gli esclusi. 
L'era di Urano in Toro (2018/2027) ha lo scopo di dissolvere i muri di esclusione per riammettere chi è rimasto al di là. La Luna che si congiunge a Urano mostra una forma di libertà assoluta, a cui però si deve essere in grado di far fronte. Oltre ogni zona confort. La sensazione oggi diventa ancora più forte, perché questa configurazione astrologica attiva anche la Luna Nera in Pesci, che può  rappresentare, tra le altre cose,  il senso di colpa per aver compiuto un gesto di amore verso noi stessi, che ci è costato l'appartenenza. Quanti di noi hanno dovuto fare scelte dolorose, tranciando legami importanti, che però avevano un costo altissimo? Per scegliere se stessi, a volte abbiamo pagato salato. L'anima in quei casi è venuta qui per fare un'esperienza di amore assoluto. Però la parte umana fa fatica. E così oggi possiamo imparare a respirare dentro l'alleggerimento dai sensi di colpa. Lo Specchio Planetario mostra che le scelte fatte, soprattutto quando sono costose, sono estremamente sacre, appuntamenti che dovevamo vivere per portare un'esperienza d'amore fino in fondo. E poi andare oltre. E oggi possiamo varcare la soglia.
Lo Specchio Bianco appartiene alla Famiglia Segnale, che Suona le Armoniche, Terzo Chakra della Terra. Il Kin 218 è guidato dall'Allacciatore dei Mondi Bianco, Famiglia Cardinale, che Stabilisce le Genesi, Quinto Chakra della Terra.
Siamo nel giorno 2 della Luna Cristallo, Plasma Radiale Seli, la forza della Luce del Sole, connesso con il Primo Chakra del corpo umano. 
Oggi si attivano dunque il Primo Chakra, che è la Radice, da cui sale il Rosso del Fuoco della Terra, che attiva la Volontà del Terzo Chakra, che aiuta ad esprimere con forza le parole che si annidano nel Quinto Chakra.
In lak'ech!

lunedì 27 maggio 2019

LUNA NERA IN PESCI - LA PAURA DELLA PERDITA, IL SENSO DI COLPA E COME SOPRAVVIVERE A TUTTO CIO' - 09.05.2019/26.01.2020

IMMAGINE DI AUTUMN SKYE

Questi prossimi otto mesi saranno molto interessanti dal punto di vista emozionale, come se non ne avessimo già vissute abbastanza da questo punto di vista. La Luna Nera, punto profondo di sé, inconscio, punto cieco, da cui non ci si vede, a causa del quale non si percepisce la propria bellezza, ha varcato la soglia dell'Oceano Divino, Segno dei Pesci e ci sta portando in contatto con l'Assenza.
Nell'Oceano Divino Tutto è, non è esiste individualità. Se rapportiamo questa immagine nel mondo umano duale, essa ci mostra l'ombra della non-presenza e del non-riconoscimento. Se tutti siamo uguali, allora nessuno è importante né fondamentale. Quindi non sentiremo di ricevere ciò che invece è così chiaro che ci spetti. Allora nessuno mi ama, allora nessuno mi cerca, mi desidera. Eccetera.
Per paura di questa situazione, siamo pronti ad entrare in ogni tipo di deviazione, di auto-tradimento, pur di stare dentro il gioco di assecondare e manipolare per ricevere. Da una parte assecondiamo, dall'altra giudichiamo di venire manipolati e ci arrabbiamo con gli altri, sentendoci vittime, condannandoci ad una fuga costante. 
Ecco.
L'Infinito ci abita, ma non lo sappiamo.
Il Cosmo è in noi, ma lo temiamo perché a volte la vastità fa lo stesso effetto della morte.
Ora però è ora di abituarsi perché la velocità a cui viene sottoposto il sistema nervoso è talmente alta che non riusciamo più a sostenere ulteriori sollecitazioni.
E' ora di imparare a guardare le manipolazioni a cui ci sottoponiamo e che agiamo. E' ora di mettere un certo grado di distacco tra noi ed il mondo emozionale, che sta diventando sempre più ingestibile. E' così solo perché l'esperienza sia costruttiva e decidiamo di volerla padroneggiare. E' ora di vedere come il caos apparente venga creato da una forza interiore che pazientemente sta attendendo che finalmente apriamo il Cuore e gli occhi. Tempo ne abbiamo. Otto mesi sono lunghi. Abbiamo la volontà di cambiare e di fare qualcosa per la nostra pace interiore?
In lak'ech!