venerdì 15 novembre 2019

15.11.2019 - IL SEGNO DELLO SCORPIONE E L'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO SOLARE, KIN 126 - UNIRE GLI OPPOSTI PER SUPPORTARE IL RISVEGLIO

 zazar


Prosegue il viaggio dentro l'Onda Incantata dello Specchio Bianco, che rappresenta il punto mediano del corso dello Tzolkin, il Sacro Computo del Tempo, il Cuore del Cuore della Fonte Galattica. Nello Specchio Bianco ci stiamo osservando alle prese con passaggi di grandi difficoltà. Stiamo annaspando mentre guardiamo le parti scomode rivelarsi diventando eventi, fatti, accadimenti. Stiamo sperimentando il disagio in maniera consapevole per dare un posto a tutte le parti di noi che ci tengono lontano dal ricordare veramente chi siamo. L'Astrologia Solare ci sta accompagnando con aspetti che attivano il mondo emozionale, accelerando la manifestazione di qualcosa di latente. Questi sono i valori dello Scorpione, dove ora si trova il Sole e dove Mercurio, deputato al controllo dei 5 sensi e della memoria, sta scavando. Lasciamo che il lavoro vada avanti e non cadiamo nella disperazione e nella paura. Più si va in profondità, prima si raggiungerà uno stato di attivazione del Ricordo. Sincronicamente il Tempo Galattico porta qualità che ugualmente spingono alla massima introspezione e presa di coscienza. 
Si tratta di una fase. Non c'è nulla di definitivo ora. Siamo in un momento di trasformazione. Va avanti da anni e adesso ha raggiunto un picco. E' molto importante rimanere nel lasciar essere ciò che vuole essere, in qualunque modo questo voglia manifestarsi.
Man mano che il cammino prosegue, iniziamo ad unire gli opposti, le contraddizioni scompaiono e lasciano libero il panorama, dove si rivela un'immagine. Zazar, ritratto qui sopra dall'artista channeler Vashta Narada, è un Arturiano. Molti di noi potrebbero riconoscersi in lui, nella luce dei suoi occhi. Perché molti di noi vengono da lì. O da Antares, da Andromeda, Vega, Orione, le Pleiadi. Ma come potremmo gestire tutta quella conoscenza, quei ricordi, nuove modalità di vita sulla Terra, continuando ancora a guardarci l'ombelico, continuando ad avere un mondo emozionale scombinato, fuori asse?
Le nostre parti luminose ci osservano e ci chiamano per essere ascoltate. La parte umana si sente irrequieta e comincia ad agitarsi, perché non è abbastanza libera da seguire il magico volo che promette ampie vedute e felicità immensa. E' questo il grande disagio che stiamo vivendo. Il corpo in tutto questo fa del suo meglio per accompagnare il processo di equilibrio tra questi opposti. 
Scrivo questo nel giorno dell'Allacciatore dei Mondi Solare, quando vibriamo nella consapevolezza che, allungando una mano verso il Cielo,  il Gemello Stellare stenderà la sua ad afferrarci, stabilendo un contatto tra le nostre dimensioni interiori. Dentro il cuore avviene allora una profonda alchimia. E inizieremo a sentirci di nuovo connessi con la Fonte da cui proveniamo.
Allora lasciamo pure che tutto ciò che deve accadere, accada. Così collaboriamo in prima persona alla nascita di un nuovo stato di coscienza, integro, centrato, aperto, attivato.
In lak'ech!

martedì 12 novembre 2019

LUNA PIENA IN TORO NEL GIORNO DELLA NOTTE BLU RITMICA, KIN 123 - IL CORPO E LA SUA FUNZIONE MAGISTRALE DI STRUMENTO DIVINO


Questo autunno 2019 sta viaggiando molto speditamente sull'Asse Scorpione/Toro, Morte e Vita, Passione e Intensità, Vita che morde, che vuole, che spinge contro le pareti della Paura della Morte, che crea resistenze, che crea tensioni. E noi al centro, il Cuore che chiama, la Mente in fibrillazione. E l'unica cosa che vogliamo è sentirci amati, e poter amare, allontanando qualunque tipo di timore che l'abbraccio che riceveremo sia freddo e distaccato. Ma che fatica è nascere in un corpo umano? Ma dove rimane tutto il senso di appartenenza che avvolge l'anima come uno scudo di forza e calore? Ma che coraggio ci vuole per scendere in questa dimensione così lenta e densa, dove ancora la telecinesi e la telepatia sono in sviluppo? E le ali, dove sono rimaste? Ricordiamo ancora il potere di volare? 
Benvenuti nel Plenilunio in Toro, piena espressione della Terrestrità, della connessione con un'intelligenza sincronica e vasta, una vastità tale da perdersi, che però include tante piccole parti, che le danno forma e ragione di essere: la Terra e gli esseri viventi, la cui esistenza è prova della forza del Cuore Radiante del pianeta, nutrito dai raggi solari, attivato dai venti solari, in pienezza di vita, traboccante di amore, che ha generato per emanazione ogni forma di vita presente in questa dimensione. 
Noi tutti, esseri stellari, richiamati dall'affascinante esperienza di essere dotati di uno strumento di sperimentazione sensoriale, scendiamo a frotte per poter ricevere un abbraccio e provare la sensazione del tocco su una superficie molto reattiva, la nostra pelle. Il corpo, nonostante la refrattarietà alla forma propria di molti viaggiatori del tempo, permette un'esperienza d'amore multisensoriale, estendendo la sperimentazione oltre i chakra alti. In qualità di esseri di dimensione superiore, si vive sempre in una situazione di massima espansione della meraviglia e dell'amore. Quando si scende, la densità stessa è antitetica a quella frequenza, che comunque rimane qualcosa a cui tendiamo costantemente, come il cieco ricerca la presenza della luce. Così conosciamo cosa ci manca e la frustrazione crea una focalizzazione verso il raggiungimento di una condizione di maestria. Il corpo ci ricorda cosa sia l'amore e rende la ricerca ancora più forte, estensibile verso ogni settore dell'esistenza.
Il Plenilunio in Toro lo percepisco come una resa alla vita, alla scelta di essere scesi qui con un compito preciso, quello di attivare un processo collettivo di trasformazione messo in atto da esseri di altre dimensioni che si sono dati appuntamento da vari quadranti della nostra ed altre galassie per portare avanti una sperimentazione rara di costruzione del raggio riattivante dell'amore. 
La Notte Blu Ritmica, Kin 123, sesto giorno dell'Onda dello Specchio Bianco, insegna come mediare tra l'essenza celeste e quella terrestre, mostrando il confine tra la capacità del Sogno, la realtà sognata e la nostra gestione di tutto quanto. E' necessario trovare un equilibrio centrato per renderci conto di chi siamo veramente, includendo ogni parte, più superficiale o più profonda, per partecipare pienamente alla vita che abbiamo concordato di creare, dando così il nostro contributo alla grande epopea di esseri che, non potendo più farne a meno, stanno decidendo di arrendersi all'amore.
La Sincronicità del Plenilunio con la Notte Blu Ritmica sta nel rendersi conto proprio dell'importanza del Sogno. Cos'è ciò che appare sotto la luce della Luna Piena? Come la Notte Blu, maestra del Sogno, vedo cosa c'è o cosa voglio vedere? Chi ci può aiutare è il corpo fisico, con la sua rete di connessioni esperienziali. Respiriamo e apriamoci alle percezioni.
In lak'ech!



sabato 9 novembre 2019

GIOVE STA ARRIVANDO NEI GRADI FINALI NEL SAGITTARIO NEL GIORNO DEL SOLE GIALLO ELETTRICO, KIN 120 - IL FUOCO CHIARISCE LA VISIONE

DIY DIAMOND PAINTING


Giove, simbolo della missione spirituale, sta transitando dallo scorso novembre 2018 nel suo Segno di Governo, il Sagittario, Segno di Fuoco, portatore della consapevolezza di essere scesi per compiere grandi gesta. Questo aspetto ha contrassegnato, insieme a Saturno in Capricorno, una presa di responsabilità rispetto al senso dell'esistenza, portando l'attenzione su come svolgere al meglio il compito di essere noi stessi, come mettere in luce le nostre risorse, come permettersi di dispiegare gli strumenti di cui la Natura nella sua divinità ci ha dotato.
Ora Giove sta concludendo questo viaggio ed il 3 dicembre entrerà in Capricorno, un interessante aspetto da esplorare nel 2020! Se pensavamo di aver dovuto fare le cose sul serio finora, figuriamoci come sarà nel nuovo anno! Non si potrà più rimandare l'incontro con se stessi, non ci si potrà più permettere la fuga dalla realtà. La Terra ha bisogno di cuori consapevoli ed attivi a creare un mondo nuovo, connesso e allineato con la Sincronicità. Le chiamate che stiamo ricevendo sono tanto numerose e sta a noi prenderci il rischio di rispondere. Perché il rischio? Perché inizialmente ci vuole coraggio (parola chiave del Sagittario) di svegliarsi, così non ci si accontenta più, uscendo dal timore di vivere. Quanti di noi viviamo ancora nella paura! Quanto ci permettiamo ancora di rimandare, aspettando sempre un domani che non arriverà mai! Quanto ancora vogliamo rinunciare alla vita???
Ecco, tutte queste tematiche presto saranno completamente attivate nei file del nostro cervello. 
Nel frattempo Giove completa il suo ciclo di Fuoco e in questo giorno Kin 120, Sole Giallo Elettrico, arrivano grandi illuminazioni e chiarimenti a lungo attesi. Attendendo la perfetta sincronicità, quando la vita si fa attraverso di noi e sappiamo cogliere il momento magico, ecco che arriva il dono, le parole che stavamo attendendo da eoni, addirittura! Le lacrime trattenute che testimoniamo lo scioglimento di un cuore intrappolato dentro se stesso, un amore che non aveva ancora trovato il modo di manifestarsi. Il Sole Giallo è l'Archetipo dell'Illuminato, colui che è ed ha attivato il sole interiore. Quando il Sole Giallo risuona al Tono Elettrico, esso scuote le coscienze affinché esse si risveglino al proprio potenziale divino, e lo perseguino. 
Ancora una volta ringrazio l'esistenza per tutta la meraviglia e l'amore sperimentati oggi!
In lak'ech!

venerdì 8 novembre 2019

LUNA CONGIUNTA A CHIRONE IN ARIETE NEL GIORNO DELLA TEMPESTA BLU LUNARE, KIN 119 - IO TI DIFENDERO' DAL DOLORE

Opera di Danielle Boodoo Fortune


La Luna, Archetipo del Materno, delle Radici, dell'Appartenenza al Clan, prosegue il suo viaggio lungo lo Zodiaco ed oggi si congiunge a Chirone retrogrado in Ariete, il sentire di essere tornati sulla Terra per dover rompere schemi e catene, con la tutta la fatica e la difficoltà che questo comporta.
Per lo Tzolkin oggi è il giorno della Tempesta Blu Lunare, Kin 119, giorno due dell'Onda dello Specchio Bianco, quando ci si rende conto come i meccanismi mentali ci tengono tanto lontani dall'acquisire uno stato interiore di silenzio e di pace. Riceviamo continuamente stimoli che distraggono, e volentieri preferiamo sostare sulla periferia, dove tutto è veloce e confusionario, così non sentiamo il richiamo potente della verità che chiede di essere agita. L'Onda dello Specchio ci chiede questo. Se vogliamo sperimentare qualcosa esternamente, impariamo a sintonizzarci con quella parte presente dentro di noi. Se non la stiamo vivendo, è perché ci manca la forza o la fiducia di manifestare quella data frequenza. Vivere è anche diventare la manifestazione di un flusso di energia che usa il nostro corpo per essere. Se vogliamo la pace, portiamo attenzione a quella frequenza dentro di noi. Se il contatto è disturbato per il nostro vissuto o per altri motivi, così sarà nel mondo esterno. 
L'aspetto Luna e Chirone retrogrado congiunti va a portare attenzione e anche guarigione sugli squarci prodotti da ogni memoria di esclusione incistata dentro le cellule. La Luna è la Madre che abbraccia il bambino mai nato o il bambino che le è stato strappato, andando a lenire il dolore straziante della separazione. C'è un grande apporto di pace in questo movimento di oggi, anche  grazie all'azione di Mercurio retrogrado che sta scavando nelle pieghe dell'anima per estrarre le spine che hanno creato pus e dolore. Ovviamente si può avvertire un po' di densità perché ci si sta avventurando in territori sconosciuti, profondi e delicati. Quante volte abbiamo vissuto strappi traumatici? Quanto dolore causato dall'amore impossibile? Questa azione di portare luce in alcune fragilità interiori permette di stabilire una buona connessione con le qualità essenziali del Cuore umano, la Forza, la Fiducia, l'Amore, la Compassione, la Pazienza, la Pace. Ne abbiamo tanto bisogno. Facciamo pace con la presenza del dolore e lasciamolo fiorire come una rosa.
Il viaggio prosegue, ogni giorno si va ad aggiungere un passaggio dentro un nuovo tunnel della cui esistenza eravamo all'oscuro. In osservazione di ciò che può arrivare, con la gratitudine nel cuore perché siamo partecipi ad un processo collettivo di purificazione dell'Akash della Terra.
In lak'ech!


giovedì 7 novembre 2019

INIZIA L'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO (07/19.11 - KIN 118/130) MENTRE LA LUNA SI CONGIUNGE A NETTUNO IN PESCI - LA VITA E' ILLUSIONE O RIFLESSO DELL'INFINITO?

Opera di Alice Manson

Inizia oggi l'Onda Incantata dello Specchio Bianco, la decima dall'inizio dello Tzolkin. Essa apre il viaggio all'interno del Cuore del Modulo Armonico, all'interno della Settima Colonna, quella Mistica, cordone ombelicale galattico.


Sincronicamente in questo momento che sto scrivendo la Luna abbraccia al grado (16°) Nettuno in Pesci ed apre a due livelli di consapevolezza: il primo riguarda il mondo illusorio dentro cui viviamo, le proiezioni emozionali sul tessuto della realtà oggettiva. Di quali colori dipingiamo il mondo e come vogliamo vederlo. Lo specchio percettivo è fondamentale. Accorgersi di come ci poniamo nel mondo e nelle relazioni ci riposiziona e destruttura molti preconcetti e giudizi, permettendoci di essere oltre ciò che la paura ordina e la mente stabilisce. Il secondo livello è invece una consacrazione del lato femminile dell'umano: attivazione della parte ricettiva, sensibile, accogliente ed in accettazione. Un atteggiamento arrendevole che lascia fluire la Vita nella sua manifestazione energica e incontenibile. Amare oltre la paura della sofferenza. Aprirsi a prendere l'abbraccio e ad abbracciare. Che così sia!
Lo Specchio Bianco è l'Archetipo Galattico dello Yogi/Yogini, i suoi occhi riflettono una luce che arriva da lontano, là dove ogni cosa si genera, il Cuore di Madre Galassia.

                             

                           
Illustrazione di Josè Arguelles
                                
Siamo chiamati a navigare dentro questo nuovo ciclo con questo tipo di sguardo, notando dove le sincronicità ci chiamano ad andare ad occupare il nostro posto in questa vita, dentro questo corpo, con tutte le informazioni che abbiamo ricevuto dal Sé, in qualità di Viaggiatori del Tempo alla ricerca dell'Accordo Perduto, del Paradiso Perduto, per ricrearlo qui. E' possibile solo perché noi ne incarniamo un pezzo e lo stiamo portando con noi. Forse non ce ne siamo ancora accorti. Proviamo a farlo ora.
In lak'ech!

mercoledì 6 novembre 2019

LA LUNA INIZIA IL TRANSITO IN PESCI NEL GIORNO DELLA TERRA ROSSA COSMICA, KIN 117 - PERCHE' SIAMO COME SIAMO?

OPERA DI ALICE MASON - LA DEA DELL'ACQUA


Stanotte la Luna è entrata ai primi gradi del Segno dei Pesci, dove rimarrà fino alla sera dell'08 novembre. Ciò accade ogni mese, ma il transito ha assunto particolari qualità dallo scorso giugno, quando la Luna in Pesci, Segno in cui essa è esaltata, si è trovata in congiunzione alla propria ombra, la Luna Nera. 
La Luna nei Pesci attiva moltissimo la sfera emozionale umana, risveglia l'amore, mette i sensi alla ricerca spasmodica di contatto, di condivisione, anche di appartenenza. Vogliamo sentirci protetti, sapere quali sono le nostre radici, percepire chiaramente la nostra storia, da dove veniamo, e conoscere il perché siamo così oggi. In questi mesi, per tre giorni al mese, tutto questo diventa fortissimo. Quando la Luna si congiunge con la Luna Nera in Pesci, noi si percepisce la totale assenza di supporto e di protezione. Per cui non è facile camminare nella vita con queste sensazioni. Tuttavia, da una parte possiamo apprendere l'autonomia, anche se ci costa tanto. Dall'altra è ora di conoscere il vero  motivo per cui ci sentiamo così soli. Un altro dono importante per il risveglio a se stessi.
Respiriamo. 
Si chiude oggi l'Onda Incantata del Serpente Rosso. La Terra Rossa Cosmica, Kin 117, è il Portale di Uscita del cammino iniziato il 25 ottobre. Essa rappresenta la Sincronicità che è ormai diventata una nuova mappatura della vita, con cui leggere gli eventi e spostarsi seguendo le tracce di una nuova forma di intelligenza che potremmo definire olistica. In questa chiusura, il flusso dell'energia è accelerato e inarrestabile. Approfittiamo per portare a compimento una parte della pulizia delle memorie messa in atto da Mercurio retrogrado. A questo proposito, sottolineo la grande presenza di Archetipi planetari nei Segni di Acqua (mondo emozionale): Sole e Mercurio in Scorpione (la coscienza vigile catturata dalle visioni che emergono dal Profondo); Luna, Nettuno e Luna Nera in Pesci (l'inconscio che trapela attraverso le maglie meno fitte della coscienza vigile, a causa della pulizia dei filtri tra conscio e inconscio. Tutto sta diventando più chiaro, ma reggiamo questa chiarezza?). Non sono giorni leggeri e semplici. Ci stiamo ripulendo in vista della luce abbagliante che arriverà sulla Terra con il 2020. Meglio lavorare ora con il lasciar andare, così da poter sfruttare al massimo l'elevata frequenza che ci aspetta alla prossima svolta.
In lak'ech!



martedì 5 novembre 2019

MARTE IN QUINCONCE CON LUNA NERA NEL GIORNO DEL GUERRIERO GIALLO CRISTALLO, KIN 116 - QUAL E' IL VERO ASPETTO DELLA REALTA'?



Marte a 20° Bilancia oggi tocca la Luna Nera a 20° Pesci, attivando così una strana danza tra realtà e immaginazione. Vediamo la vita da una prospettiva assolutamente personale e non riusciamo ad allargare la visione a qualcosa di più grande? Cosa ci incastra lo sguardo in un determinato punto dell'esistenza? Come mai non siamo riusciti ancora ad alleggerire la tensione? Respiriamo e lasciamoci rendere conto di come ci rapportiamo con la realtà esterna, nel nostro non voler vedere le cose nella loro oggettività.
Il Guerriero Giallo Cristallo è particolarmente sincronico su questo aspetto, perché fornisce un'atmosfera di sano distacco e di analisi intelligente delle circostanze. Nessun bisogno di recriminare, di biasimare. Possiamo osservare gli accadimenti del passato con cuore pieno, sapendo che non potevamo fare altrimenti. Così è stato.
Oggi usciamo dalla serie di 10 giorni Portali e già l'atmosfera è molto diversa, pur rimanendo ancora nella confusione mentale di Mercurio retrogrado. L'aspetto di Quinconce (guarigione di un'antica memoria) tra Marte in Bilancia (giustizia sociale) e Luna Nera in Pesci (tutte le memorie di ogni tipo di abbandono subito) è molto interessante in questi giorni. Mercurio continua a scavare e a portare in superficie l'ignoto. Marte e Luna Nera offrono l'opportunità di rendersi conto dei piccoli e grandi mostri che vivono in noi, così da dar loro un nome, acquisendo noi una sempre maggiore centratura e presenza a se stessi. Stiamo subendo un'operazione a cuore aperto, ricordiamocelo!
In lak'ech!