giovedì 14 dicembre 2017

STELLIUM PLANETARI TRA SCORPIONE E SAGITTARIO - SERPENTE ROSSO PLANETARIO, KIN 205, - IMPARARE A SURFARE L'INTENSITA' DELLA VITA


Eccoci qua! Come sta procedendo il Viaggio? Veramente intensa questa Onda Incantata del Guerriero Giallo! Dal 07 dicembre, Specchio Bianco Elettrico, Kin 198 - il Gioco dei Riflessi tra mondo interno ed esterno - si percepisce una distorsione dei campi energetici, come se tutto fosse completamente fuori da qualunque tipo di controllo. Sappiamo bene (direi a livello intellettivo) come questo sia vero. Io ho l'impressione che ora lo stiamo vivendo in maniera consapevole e ciò che mi sento spinta a fare è imparare a SURFARE al meglio possibile le onde di luce che stanno dando vita al mondo mentre questo sta prendendo una forma.
In questo momento e fino al 16 dicembre nel Cielo Astrologico è presente uno Stellium in Scorpione (Marte, Luna e Giove) che sta affondando la sua luce -scomoda - in ogni anfratto psichico rimasto nascosto. Se si pensava di aver raggiunto uno stato di pace interiore di qualche tipo, esso viene messo totalmente a repentaglio. Ma non c'è da preoccuparsi. Basta solo rimanere dove si è e non reagire. Non scegliere, ma accompagnare. Non è possibile agire ora, solo accompagnare. Ce lo sta insegnando lo Stellium in Sagittario (Venere, Sole e Saturno) che ci sta portando verso il Novilunio in Sagittario del 18 dicembre. Il 20 dicembre si toccherà la massima forza di Luce e di allineamento con il Centro Galattico. E' bene stare pronti a vedere ciò che vorrà essere mostrato.
Lo Stellium in Scorpione attiva il mondo emozionale (paure, limitazioni e attaccamento alla zona confort),  lo Stellium in Sagittario, con il suo Fuoco, porta tutta questa intensità allo scoperto, lasciando aperto lo spazio ad esperienze di vita che stanno decisamente superando tanti confini che avevamo così sapientemente costruito intorno a noi. 
Contemporaneamente, ci troviamo negli ultimi giorni dell'Onda Incantata del Guerriero Giallo, il momento in cui si manifesta ciò che per cui abbiamo lavorato dal 05 dicembre in avanti. Il Guerriero Giallo ci sta insegnando a vincere la Paura con Logica e Discernimento, permettendoci di apprezzare i poteri "buoni" del mondo mentale. I due Stellium astrologici stanno costruendo intorno a noi ogni esperienza ad hoc affinché questo avvenga. Volendo uscire indenni da questo periodo, che non dovrebbe andare oltre il Solstizio d'Inverno del 22 dicembre, tanto vale affrontare le paure che ci si stanno parando davanti, per apprezzarne l'illusione e lasciarle andare definitivamente.
E' difficile, si sa; non è comunque impossibile e soprattutto è estremamente risolutivo. Accettando la presenza dello zoccolo duro delle resistenze all'emersione della nostra parte luminosa, impariamo ad amarci sempre di più. Il Sé Superiore sta chiamando e tutto il nostro sistema umano è tenuto a rispondere. Tutto.
In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune oggi è il giorno del Serpente Rosso Planetario, Kin 205, collegato con il Chakra della Corona. Nel Synchronotron, la tabella di attivazione e collegamento con l'Intelligenza Galattica, oggi siamo nella sfera di reggenza dell'Archetipo Galattico dell'Avatar, la Mano Blu, collegato con il Chakra del Cuore. Nel Banco Psi-Crono, i Registri Akashici, oggi si trova la Luna Rossa Auto-Esistente, Kin 69, Portale di Attivazione Galattica, collegata con il Chakra della Radice.
Questi tre Centri energetici ci danno le coordinate per posizionarci in allineamento con il flusso del giorno per trovare un punto di radicamento tra Cielo e Terra e farsi attraversare dalle informazioni galattiche e astrologiche, prendendo il meglio possibile per noi ed il nostro Cammino. Respirando nel Quarto Chakra, Cuore, si fa scendere l'energia fino al Primo e poi la si fa salire fino al Settimo, lentamente e con quanto più amore possibile.
Anche questo serve per imparare a stufare.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila


domenica 10 dicembre 2017

MARTE IN SCORPIONE ED IL PASSAGGIO DIMENSIONALE - IL SENSO DI MORTE ED IL SALTO NEL VUOTO


Stavo riflettendo sul mio sentire rispetto all'ingresso di Marte in Scorpione e pensavo alla caducità del corpo fisico, alla malattia, al senso di combattere con i potenti mezzi moderni un disagio fisico o farsi accompagnare dall'energia celeste, fidandosi ed affidandosi.
Premetto che il mio Marte di nascita si trova in Scorpione, a 22°, congiunto a Nettuno a 18°, in XII Casa, collegata con l'Oltre, con il periodo prenatale, con ciò che avrebbe potuto accadere ma non si è mai verificato, con ciò che fu ma non è più. In questo quadro così nostalgico e malinconico, dove la Mente è sempre combattuta tra Sogno e Realtà, si incastra anche Venere, a 11° Scorpione.
Ogni volta che Venere o Marte annualmente si posizionano in questo Segno d'Acqua io vengo proiettata nel Mondo delle Ombre, delle mie ombre, e mi confronto con la necessità di fuga verso mondi paralleli. Ecco dove ho sviluppato il talento per l'interpretazione, la lettura della simbologia, la relazione con il mondo onirico. 
Riflettevo oggi sulla mia relazione con la Morte, la paura del passaggio, e cosa c'è Oltre. Ho sempre avuto terrore di questa dimensione sconosciuta, visto che la massiccia presenza planetaria in XII Casa in Scorpione testimonia di passaggi dimensionali non esattamente pacifici. Conosco per averli indagati episodi di morte sperimentati abbastanza traumatici, anche se credo sia una cosa molto comune tra gli umani.
Ho imparato, anche grazie all'Astrologia Maya Galattica ed al messaggio di Valum Votan/José Arguelles, di quanto la Morte possa essere illusoria, una barriera posta lì come la più grande Paura per tenere lontano l'Essere dalla sua più grande Potenza e Libertà. E' lì che sento che mi sto direzionando, anche se al momento mi rendo conto come questo sia vero più a livello mentale che cellulare. 
Anche leggere Giuliana Conforto mi ha aiutato a comprendere come intorno all'umano ed al pianeta che occupiamo ci siano tante lenti distorte. Credo che questo importante transito di Marte ci darà l'occasione per approfondire una serie di limiti imposti. Non per niente accade a cavallo tra il vecchio ed il nuovo Anno, che per la coscienza collettiva è sempre un momento delicato legato al lasciarsi alle spalle qualcosa, qualcuno, una situazione. 
Marte in Scorpione apre a tantissime domande: quale relazione abbiamo con l'Oltre? Ci stiamo dedicando al cammino spirituale per paura, per interesse sincero, per reazione? E' una fuga dalla Terra o abbiamo deciso di incarnarci, finalmente? E' come riformulare l'intento per cui siamo nati, così ci allineiamo con la missione, provando a lasciarci alle spalle le illusioni e le proiezioni dell'ombra. La congiunzione con Giove in Scorpione amplifica tantissimo ogni prospettiva di questo tipo.
Per quanto mi riguarda, in questo momento Nettuno in Pesci si trova esattamente sopra il mio Saturno in Pesci retrogrado al Fondo Cielo, la magia che contengo e che posso contattare solo se supero la paura di smarrirmi nel Grande Vuoto. I cicli planetari servono per farci passare tante volte dentro le strettoie dei detriti emozionali accumulati duranti i viaggi esistenziali, così a forza di trovarcisi, le porte si allargano facendo entrare più luce, che funziona come un raggio laser e ripulisce, ridona la giusta forma alla realtà interiore e chiarisce le posizioni. 
Allora eccoci qui alle prese con un passaggio epocale. L'ultima volta che si è verificata una congiunzione tra Marte e Giove in Scorpione è stato nell'autunno del 2006 - davanti a quale baratro ci siamo trovati allora? Abbiamo coltivato le nostri ali abbastanza da permetterci il volo al di sopra del Vuoto?
A ognuno la propria riflessione.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

09.12.2017 - MARTE ENTRA IN SCORPIONE NEL GIORNO DEL SOLE GIALLO INTONANTE, KIN 200 - TOCCANDO IL PROFONDO, CONOSCI L'IMMENSO IN TE


Dal 09 dicembre 2017 al 26 gennaio 2018 Marte transita nello Scorpione, il Segno d'Acqua di cui è anche Governatore. Nell'era moderna è stato assegnato Plutone alla reggenza dello Scorpione, scoperto nel 1930, ma quando l'antico Archetipo Marte transita in quella zona zodiacale, la sua presenza non passa mai inosservata. Esso sa spalancare le Porte delle Percezioni del Profondo, mettendoci in contatto con il Senso della Morte, della Fine Imminente, dell'Ineluttabilità dell'Esistenza e dei suoi pesi. Tuttavia questa è anche la strada che conduce anche al senso di Immortalità e Trascendenza delle Forme, al Processo Alchemico che trasmuta la materia in Oro, la densità in coscienza di sé.
Questo attuale transito assume una valenza molto particolare per la presenza di Giove nello Scorpione. Quest'ultimo ha già aperto un varco molto grande dentro le forme che abbiamo dato alle nostre paure. Ora Marte ci dona un talento, una risorsa, per affrontarle, viverle, integrarle. Il Vuoto diventa Casa, la paura diventa senso di protezione, argine, contenimento, suggerendoci tempistiche e modalità. La paura può essere una grande alleata perché avvisa dove, come e quando. Basta ascoltarla  senza diffidenza. Soprattutto diventa importante più che mai posizionarsi come Osservatore, ampliare il respiro al punto di andare dentro l'Oltre per sentirsene parte. Può essere difficile all'inizio, perché siamo usi farci prendere dentro i vortici emozionali (e con Marte congiunto a Giove balleremo una bella samba), ma diventa fondamentale - ed è una questione di allenamento, decidendo quale sia la prospettiva giusta da cui guardare noi stessi vivere.
Presto la congiunzione tra l'Archetipo dell'Intensità (Marte) e quello dell'Espansione (Giove) sarà stretta (dal 27.12 al 18.01 circa), garantendoci una Fine d'Anno focalizzata sull'osservazione di ciò che è, qualunque cosa sia. Ciò che vedremo ci permetterà di sfruttare un flusso di chiarezza che arriva grazie al Trigono di Marte con Nettuno in Pesci (a significare le illusioni, il senso di vittimismo, nella sua accezione in ombra - il rendere se stessi sacri è la sua valenza in luce), più o meno della stessa durata. Il Buio dell'Inconscio  contiene tante situazioni che ci hanno spaventato, che la Mente ha scartato per difesa. Come protezione sono state create realtà parallele, illusioni, proiezioni. Ora è possibile illuminare quella parte, liberando tutta l'energia psichica impegnata nella protezione e nella difesa.  
Sincronicamente il transito di Marte in Scorpione inizia il 09.12 alle 09.09 UTC, Sole Giallo Intonante, Kin 200, giorno 5 dell'Onda Incantata del Guerriero Giallo. Il Sole Giallo è chiarezza, il suo Archetipo Galattico è l'Illuminato, colui che ha trasceso se stesso. L'orbita planetaria a cui questo Glifo è collegato è quella di Plutone, Governatore dello Scorpione, così la funzionalità di Marte nel suo viaggio è molto più efficace nell'abbattere le barriere che ci tengono aggrappati alle illusioni. 
Fino al 17 dicembre viaggiamo dentro il tempospazio dedicato allo sviluppo del Discernimento, la forza del mentale brillante che suggerisce sempre quale sia la mossa migliore nel momento migliore. Sincronicamente Marte inizia il suo lavoro nell'Abisso con uno strumento molto potente che porta Luce nel Buio. Ricordo che i Glifi collegati all'orbita di Marte sono l'Allacciatore dei Mondi Bianco e il Viandante dei Cieli Rosso, che si prendono cura della relazione con la Morte e con l'Ignoto, due qualità estremamente scorpionine.
Per chi non conosce il Sincronario Maya Galattico delle 13 Lune di 28 giorni e la sua Astrologia, ecco il LINK.
Chi vuole calcolare la propria Identità Galattica, ecco il LINK.
Consideriamo pure che Plutone, Governatore dello Scorpione, transita in Capricorno, entrando in primavera in congiunzione con la Luna Nera, altro Archetipo scorpionino che ci mette in contatto con il nostro Oltre, con il senso di ribellione e il non voler più accettare ciò che ci limita. Tutti i processi di trasformazione che iniziano in questo momento proseguiranno nel tempo, portandoci in posizioni completamente diverse rispetto ad oggi. Dal punto di vista astrologico, questo è il carattere del 2018, tanto vale entrare nel flusso e lasciar andare definitivamente.
Come sempre, auguro un buon viaggio a tutti. Qualunque difficoltà nasce dall'altezza del muro di protezione che abbiamo intorno. Piano piano, respirando e volendo dare spazio alla nostra verità, ecco che non è più necessario rimanere tenacemente fermi nel controllo, così da lasciare spazio alla vita che si fa attraverso noi.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

mercoledì 6 dicembre 2017

06.12.2017 - LA CROCE DEI SEGNI CARDINALI ED I CARICHI EMOZIONALI CHE FANNO SCOPPIARE IL CUORE - TERRA ROSSA LUNARE, KIN 197, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA


Questa mattina, preparandomi agli eventi della giornata, ho cominciato a percepire un peso all'altezza del cuore ed una profonda sensazione di malinconia, nostalgia, tristezza, che terminava con una forte commozione, anche se le lacrime non sono apparse.
Oggettivamente non era accaduto nulla che potesse giustificare un simile stato. Mi sentivo già stanca e spossata, nonostante la giornata fosse appena cominciata e avrei volentieri rinunciato ad ogni impegno pur di starmene in un angolo a macerare in quello stato emozionale.
Infine ho guardato il Cielo astrologico per ricercare l'attivatore, quale aspetto particolare aveva fatto scattare in me il processo? quale luce stava mettendo allo scoperto le mie antiche ferite di solitudine, estraniamento, infelicità?
Ecco, oggi la Luna a 28° Cancro si trova in perfetta quadratura con Marte in Bilancia, così da questa parte della Galassia noi percepiamo l'inutilità di tante battaglie, il senso del sacrificio che il combattere richiede. Cadiamo nella parte vittimistica di chi non riesce a percepire la bellezza e la nobiltà d'intento ma solo ciò che manca, l'essere forzatamente condotti fuori dalla zona confort.
Ma non è finita: la Luna in Cancro forma una quadratura anche con Urano retrogrado a 24° Ariete: ecco il ritorno delle antiche malinconie, i brividi di freddo interiore così tipici della mia infanzia. Dov'è casa? quando potrò finalmente trovare pace? quanto ancora procedere in tutta questa fatica?
Ariete, Cancro e Bilancia sono tre dei quattro Segni Cardinali, i Pionieri dello Zodiaco. Essi stanno scardinando le serrature dei forzieri dove abbiamo custodito i vecchi dolori, i flussi di energia vitale costretti al silenzio, le contratture muscolari causate dalle resistenza al Nuovo che avanza.
In Capricorno (quarto Segno Cardinale) Plutone si trova a 17°, ovviamente l'aspetto non è preciso all'interno della Croce, ma la presenza si fa sentire nella spossatezza psichica di non riuscire più a fare resistenza a tutta l'intensità, così finalmente si lascia andare.
Io sono sempre estremamente grata ogni volta che riesco ad arrivare così nel profondo senza un'apparente causa esterna. Respiro, utilizzo i Pomander Aura-Soma per supportare il corpo fisico e quello energetico nell'accogliere l'emozione, e rimango.
Siamo nel giorno 2 dell'Onda Incantata del Guerriero Giallo, Terra Rossa Lunare, Kin 197, Portale di Attivazione Galattica. L'insegnamento di questo flusso di 13 giorni (fino al 17 dicembre) è l'abilità di utilizzare il Discernimento per affrontare le più grandi paure. Il Portale rappresentato dalla Terra Rossa che risuona al Tono Lunare è da una parte la paura di perdersi nella vastità del Vuoto, dall'altra è arrendersi all'esistenza di una Intelligenza superiore/interiore, arrendersi al Sé. Nel fluttuare dell'emotività di oggi ho attraversato tutti questi stati nel giro di pochissime ore per poi lasciar andare tutto e ritrovarmi leggera, più saggia sicuramente, molto grata.
Non stupiamoci di quanto si stia rivelando complessa l'esistenza in questo momento. Siamo tutti insieme sulla stessa barca in mezzo alle onde. Non importa la fatica, essa scompare non appena iniziamo a respirare, sapendo che la difficoltà è commisurata alla resistenza. Prima o poi troveremo la forza ed il coraggio di buttarci in mare, nonostante tutto, nonostante noi, lasciandoci trasportare dalla Corrente.
Tra qualche ora la Luna passa nel Segno del Leone. La Croce dei Segni Cardinali diventa opposizione tra Marte e Urano, e questa la esplorerò tra qualche giorno.
Intanto buon proseguimento di viaggio!
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila


lunedì 4 dicembre 2017

SATURNO ALLINEATO AL CENTRO GALATTICO - CONCLUDI LA TUA GUERRA E TROVA LA MISSIONE DI VITA


Tra novembre e dicembre 2017 Saturno si trova a transitare negli ultimi gradi del Sagittario, Segno di Fuoco in cui si trova stabilmente da settembre 2015. Presto, il 20 dicembre, il Maestro entra nel Capricorno, dove rimarrà fino al 2020, prendendoci per mano all'interno di un percorso di crescita e maturità.
Prima di iniziare questa ulteriore fase di allineamento con il Sé, Saturno ci porta dentro un movimento interiore estremamente interessante, il suo transito dentro il Centro Galattico, localizzato tra i 25° ed i 27° del Sagittario. Il Centro Galattico è il punto focale di una Galassia, da cui viene generata la spirale. E' la Fonte, l'Human Ku, il buco nero, l'origine del Suono Primordiale, la cui armonia tiene insieme tutta la Forza che genera l'equilibrio tra i sistemi solari e tra i pianeti e la loro stella di riferimento.
Cercando sul web ho trovato diversi siti in inglese che ne parlano. Uno in particolare, horary.com, lo descrive come un punto di forza estremamente potente. Il Centro Galattico viene individuato come il tra il 25simo e 27simo grado del Sagittario. Dovunque esso cada, lì c'è un punto di svolta importante per noi.
Saturno ha svolto un ruolo molto importante nella Storia Cosmica, così come ci è stata raccontata da Valum Votan/José Arguelles. Insieme a Giove, ha dato vita alle Guerre del Tempo, rubando la Tredicesima Luna, il Culto della Dea, per sostituirla con l'Era del Tempo Artificiale legato al controllo delle masse, alla schiavitù nei confronti del denaro, all'idea del lavoro come attività per sopravvivere e non come modalità di auto-espressione. 
Ripassando per quel punto, connettendosi con la Fonte, in allineamento con essa, Saturno risveglia la memoria dei Viaggiatori del Tempo che stanno ritrovando la Via di Casa. Quale ruolo sei venuto a svolgere qui, nel collettivo? ti chiede il Maestro guardandoti negli occhi.
Sei allineato con esso, ti senti felice nell'essere qua, come se non potessi trovarti altrove se non qui, ora?
Ti stai prendendo le responsabilità del tuo compito? Stai rispettando i passi scelti dal Sé? Le orecchie della personalità stanno sentendo i segnali della Voce Interiore e gli occhi profondi vedono le sincronicità?
Allineandosi con Hunab Ku, Saturno chiude un ciclo apertosi nel gennaio 1988, qualunque cosa sia successo in quel momento. Anche allora, il Maestro stava per trasformare la nostra vita in un percorso di insegnamento, durante gli anni del suo transito in Capricorno di allora, fino a febbraio 1991. Quale guerra iniziò allora che ora è necessario concludere? 
Sincronicamente, negli ultimi giorni, diverse persone apparentemente non connesse tra loro, mi hanno chiesto cosa fosse il Centro Galattico. Anche Mike Booth, direttore dell'Aura-Soma Academy, ha menzionato questo punto nelle note di presentazione della nuova Bottiglia, la B115, Arancio su Rosso. Essa è nata il 01 dicembre, proprio nei giorni di questo potente allineamento.


Ricordati di te! Questo è sempre il messaggio.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

MERCURIO RETROGRADO IN SAGITTARIO MENTRE SI CONCLUDE L'ONDA INCANTATA DELLA NOTTE BLU - IL SOGNO VIVE, IL SOGNO SIAMO NOI


Dal 03 al 23 dicembre 2017 Mercurio transita in moto retrogrado per la terza ed ultima volta (Sagittario, 29°/13°). Il  pianeta più vicino al nostro Sole ha un tipo di moto piuttosto vivace, inaspettato, incontrollabile, come è la natura d'Aria del Segno dei Gemelli, di cui è il Governatore. Poiché governa anche il Segno di Terra della Vergine, molto metodico ed analitico, il moto retrogrado che Mercurio adotta tre volte all'anno apre lo spazio ad un atteggiamento riflessivo rispetto al passato, permettendo la comprensione degli attuali risultati raggiunti, quale frutto di precisi eventi precedenti.
Il 2017 è iniziato con Mercurio retrogrado in Capricorno, assumendo le qualità di un periodo di grande introspezione. Il Capricorno, quale Segno di Terra, non si muove mai nella velocità, ma riflette e solitamente sceglie la via più ardua di tutte, la più diretta. Guardiamoci indietro. Sarà facile ritrovare queste caratteristiche nel tempo appena trascorso.
In aprile il fenomeno si è ripetuto tra il Toro e l'Ariete. La primavera ha introdotto luce e consapevolezza nel quotidiano con una domanda: ciò che fai corrisponde a ciò che sei?
La risposta anche in questo caso non poteva che essere diretta e priva di compromessi.
Ora che ci troviamo all'alba di un anno, il 2018, in cui verrà fatta tanta chiarezza rispetto all'identità che stiamo promuovendo per noi stessi, il transito retrogrado di Mercurio in Sagittario porta l'attenzione sulla Ricerca che stiamo facendo, su come vengono utilizzate le informazioni di cui disponiamo. Quanto siamo veri? Quanto stiamo nel vivere le parole che diciamo? Quanto siamo fluidi e diretti tra pensieri e azioni? Abbiamo imparato a fidarci e ad affidarci?
Il periodo dal 03 al 23 dicembre ha una connotazione precisa nel calendario cattolico. Si tratta del periodo dell'Avvento. Come ogni anno, si festeggia la Nascita del Bambin Gesù, la Festa del Ritorno della Luce: qualcosa di nuovo, di puro e di innocente torna ad accendersi negli animi, dopo la Morte nel buio della stagione autunnale. La luce del Fuoco del Sagittario non illumina verso l'alto o l'intorno. Nel moto retrogrado di Mercurio rallentato e in marcia contraria, essa mostra cosa ci sia all'interno, o meglio, cosa c'è sempre stato e che ora diventa visibile. Non si può più fare come se non fosse. E' tempo di lasciarci attraversare dalla luce, perché prestissimo Saturno sarà lì ad attenderci, in quello che potrei definire l'esame di maturità del collettivo, ed esso ci chiederà: chi sei?
Il moto retrogrado di Mercurio in Sagittario è iniziato con la superluna piena del 03 dicembre in Gemelli, di cui Mercurio è Governatore. E' un invito a lasciar andare il controllo degli eventi, facendo spazio all'ispirazione, il sussurro della Voce Interiore, che può essere ascoltata solo quando il cuore si apre attraverso il respiro ad uno stato interiore di creatività. Quando ascoltiamo una melodia, le note si introducono dentro il campo energetico dell'umano, impattando con la sua carica e modificando la frequenza del nostro campo. Se la melodia ci piace, essa ci ispira, ci muove in una data direzione. Allo stesso modo funziona il lavoro degli archetipi planetari. Ogni moto retrogrado rallenta un movimento esterno per lasciare spazio alla Voce Interiore e ai suoi sussurri ispirati.
La sincronicità rispetto al Sincronario Maya Galattico delle 13 Lune di 28 giorni è che il 04 dicembre si conclude l'Onda Incantata della Notte Blu, il tempo-spazio del Sogno. 
Oggi siamo nel giorno dell'Aquila Blu Cosmica, Kin 195, la Trascendenza della Visione del Sogno. Ora che siamo arrivati in fondo, voltandoci indietro a guardare la strada fatta, quale risultato è visibile? Quale tematica fondamentale si è resa disponibile alla consapevolezza? Rispetto a cosa abbiamo riacquistato la vista? Quali punti ciechi ora riusciamo a vedere?
Oltre a ciò, durante questi 13 giorni, dal 22 novembre, altre domande sono sorte in cerca di una risposta: quanta forza do ai miei sogni? ma anche: quanto della mia realtà è una pura illusione che mi salva da me stesso, dall'affrontare il dolore, il senso di solitudine? Forse siamo anche riusciti a scoprire una nuova forza, sorta dalle macerie del crollo delle illusioni del quieto vivere. In nome di questa determinazione a mantenerci in uno stato di  benessere, di rispetto della dignità personale, entriamo il 05 dicembre nell'Onda Incantata del Guerriero Giallo fino al 17 dicembre. Qui si apre un'esperienza in cui vengono affrontate le paure,  scoprendo quali sono le risorse di cui siamo dotati dalla nascita. E' un incontro con la parte più naturale e spontanea del talento personale. Dopo aver coltivato il Sogno, o la vera forma della nostra realtà, ora si evidenzia quale sia la bellezza che spontaneamente riusciamo a creare, quello stato interiore che porta armonia ed equilibrio.
Insomma, moltissimi stimoli da più parti, tanti doni per ciascuno. La cosa importante è avere il cuore aperto per accogliere tutto. Siamo benedetti.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

venerdì 1 dicembre 2017

03.12.2017 - PLENILUNIO IN GEMELLI NEL GIORNO DEL MAGO BIANCO CRISTALLO, KIN 194 - DA QUALE ILLUSIONE E' NECESSARIO RISVEGLIARSI?


Il 03 dicembre 2017 alle ore 15,48 UTC la Luna diventa Piena a 11° dei Gemelli, ultimo Plenilunio del 2017. La Luna nei Gemelli rappresenta la follia di chi si permette di esplorare l'incoerenza, trovando un senso preciso nelle azioni svolte, anche se antitetiche tra loro, o meglio generate dalla possibilità che se una situazione è vera. lo può essere anche il suo contrario.
Il Sole in Sagittario, opposto, rappresenta la focalizzazione sugli obiettivi, la lungimiranza, il progettare qualcosa di molto vasto e soprattutto di interesse collettivo.
L'Asse Gemelli-Sagittario, su cui sono posizionati i due Luminari Sole-Luna, rappresenta il cammino verso l'Adultità da parte del Bambino Magico (Gemelli) che ad un certo punto del cammino si accorge quanto sia  necessario spostarsi verso un piano diverso. Così parte verso l'integrazione dell'Archetipo del Guerriero/Maestro (Sagittario). Il Bambino Magico mantiene la sua natura leggera e creativa; l'integrazione del Maestro gli serve per incanalare nel modo migliore possibile la sua creatività.



In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni il 03.12.2017 ci si troverà nel giorno del Mago Bianco Cristallo, Kin 194, la Condivisione del Sogno che stiamo sognando dal 22 novembre. Sognare il Sogno significa aprire la coscienza ad una potenzialità, attivando la possibilità di renderla concreta. Ogni situazione, prima di essere sperimentata nella densità, viene creata nel campo energetico della persona, e poi spontaneamente espulsa, come una bolla di sapone, teatro, palcoscenico di un evento. Il Mago Bianco, lo spazio cre-attivo della Mente, prende la forza della giocosità della Luna in Gemelli, ed allestisce una commedia in cui vediamo recitare noi stessi in questo nuovo atto della nostra vita. Il messaggio è: qualunque cosa tu stia facendo, agisci con la consapevolezza di sapere sempre dove sei, dove ti trovi, come si sente il tuo corpo in quel ruolo. Se non ti senti bene in quel ruolo, respira e chiediti perché, interroga il tuo corpo, che te lo esprima. Ascoltati e sii mago della tua esistenza, creatore delle immagini che meglio danno forma al tuo sentire, alle tue urgenze.
Siamo quasi giunti alla fine dell'Onda Incantata della Notte Blu, i 13 giorni dedicati a focalizzare un Sogno a cui dare forza, o individuare un sogno da cui è necessario svegliarsi. Interessante comprendere su quale delle due opzioni ci stiamo trovando. Considerando l'imminente ingresso di Saturno in Capricorno, il prossimo 20 dicembre, direi che per molti di noi sia più presente la seconda opzione. In realtà è il momento in cui passare attraverso il velo delle illusioni (Nettuno in Pesci retrogrado in quadratura con il Plenilunio). Il risveglio è sempre un punto molto delicato di grande sofferenza perché quella data illusione è stata una difesa calda e soffice da cui ci siamo lasciati piano piano sedare. Risvegliarsi significa risentire la causa scatenante che ha originato la creazione dell'illusione. Ci vuole molto spazio nel cuore, una volontaria liberazione dall'amarezza e dalla frustrazione. E' il passaggio dal grigio torpore della zona confort alla vita vera della presa di responsabilità di manifestare ciò che siamo.
Il Plenilunio in Gemelli porta un vasto respiro dentro la sofferenza, il Sole in Sagittario dona intraprendenza nell'attraversare le ombre più fitte sapendo che al di là non ci può che esserci Luce. Il Bambino Magico Gemelli prende il Maestro Sagittario per mano ed insieme si dirigono verso la Verità dell'Essenza, lasciandosi ombre, densità e passato alle spalle.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila