lunedì 14 ottobre 2019

14.10.2019 - LUNA CONGIUNTA A URANO IN TORO NEL GIORNO DEL MAGO BIANCO ELETTRICO, KIN 94 - SI ROMPONO I CONFINI

OPERA DI LEILANI JOY

Il Mago Bianco Elettrico, Kin 94, giorno 3 dell’Onda dell’Umano Giallo. Cosa si respira oggi? Il Kin 94 rappresenta la Mente Immaginativa al servizio della vita. Come creare un’esistenza dentro cui sentirsi ad agio? Ogni umano dispone di un computer che glielo permette, la Mente. Perché allora tutto pare sempre così difficile? Perché la Mente viene usata più per difendersi che per affermare i propri veri colori. Cosa può cambiare questo stato di cose? Curare il rapporto tra Mente e Corpo, che dispone a sua volta di strumenti di percezione, i sensi. Respirare, percepire nel corpo e andare oltre le difese, piano piano, lasciando che le informazioni trovino un posto o vengano scartate in base a ciò che il corpo rimanda. Le informazioni selezionate vengono passate alla Mente che utilizza quei dati, dando forma alla Vita. Può essere divertente! Tanti umani sono Maghi della Terra, e’ ora di ricordarselo. Siamo in un anno Mago Bianco, che lascia la porta spalancata alla creatività. Siamo all’inizio di un ciclo di 13 anni del Mago Bianco. Tempo di utilizzare la strumentazione di bordo di umani galattici. 
Dopo il bellissimo Plenilunio in Ariete, oggi la Luna si trova in Toro congiunta alla forza illuminante di Urano, che fa deflagrare i limiti e i confini costruiti a causa dello stato di coscienza della paura. Questo è lo stato del collettivo, ce ne accorgiamo continuamente. Nel ciclo del Mago Bianco probabilmente molte destrutturazioni avverranno in questo senso. Ogni volta che torna un giorno Mago Bianco questo processo diventa sempre più chiaro. 
In lak’ech!
Opera di Leilani Joy


sabato 12 ottobre 2019

13.10.2019 - PLENILUNIO IN ARIETE NEL GIORNO DEL VIANDANTE DEI CIELI ROSSO LUNARE, KIN 93, P.A.G. - OLTRE L'ILLUSIONE DI SE'

OPERA DI MICHAEL GARFIELD


Alle ore 23:09 del 13 ottobre la Luna diventa Piena a 20° Ariete, Segno di Fuoco, l'energia primordiale che emerge dal Primo Chakra della Terra per iniziare la Vita.
In qualità di Archetipo, l'Ariete è l'Io che cammina nel mondo per fare esperienze iniziatiche. Da lì derivano degli strumenti di elaborazione della realtà che ci rimandano le identificazioni, le strutture più dense che ci servono come parametri per affrontare la realtà.
Ogni volta che una forza attraversa il Segno dell'Ariete, noi umani andiamo ad elaborare l'immagine che abbiamo di noi, l'immagine che vogliamo dare agli altri di noi. Con la Luna Piena in Ariete, il Sole si trova nel Segno opposto, la Bilancia, attivando l'asse zodiacale che regola il rapporto Io Sono/Noi Siamo. Questo è lo scambio energetico tra dentro e fuori che permette di fare esperienza immediata dell'immagine che vogliamo dare e di come questa viene letta, assorbita, e poi riportata al mittente. E' naturale che vogliamo mostrare la nostra immagine brillante, spesso congelandoci in comportamenti che riteniamo mettano in evidenza il meglio di noi. Ma il Sole opposto mette in luce tutte le falsità a cui ci costringiamo per piacere e compiacere, lasciando una traccia amara di disillusione. Non possiamo che sentirci soddisfatti di questo risultato (nonostante tutto). Stiamo disintegrando vecchie identificazioni, e i pezzi cadendo lasciano crepe nelle monotone espressioni pseudo-vitali che ci siamo creati. 
Sole e Luna opposti ad ogni Plenilunio rappresentano un passaggio verso un Oltre che può farci sperimentare nuovi confini. Il Novilunio, quando Sole e Luna coincidono, è la partenza verso una sperimentazione che si concluderà 14 giorni dopo, maturando dentro il Plenilunio. Si tratta di un percorso dentro le illusioni, proiezioni e aspettative (aspetto Luna), per fare chiarezza immediata (se ovviamente ci permettiamo di vedere oltre) rispetto a come ci poniamo davanti a determinate tematiche (aspetto Sole).
Il 12 ottobre è iniziata l'Onda Incantata dell'Umano Giallo, che facilita il percorso di radicamento per favorire l'autonomia, riconoscendo quale sia la nostra vera forma in questa esistenza grazie alla quale realizzarci. Il 13 ottobre risuona con la frequenza del Viandante dei Cieli Rosso Lunare, Kin 93, Portale di Attivazione Galattica, giorno 2 dell'Onda dell'Umano, che ci mostra di quante identificazioni siamo prigionieri (non mi merito di essere amato; la vita è dura; il denaro costa fatica; non sono in grado di mantenermi da solo, ecc.). Diventando consapevoli delle voci e dei comandi inconsci che vorticano nella nostra testa, possiamo respirarci dentro e provare a spostare il confine un po' più oltre, entrando in un senso di libertà inizialmente timido e goffo, ma che può prendere un buon ritmo grazie al Fuoco arietino del Plenilunio.
In lak'ech!



venerdì 11 ottobre 2019

11.10.2019 - LUNA CONGIUNTA A LILITH E NETTUNO IN PESCI NEL GIORNO DELLA SCIMMIA BLU COSMICA, KIN 91 - LA VERITA' OLTRE LA MASCHERA

OPERA DI SAYA WOLLFALK


Nelle prime ore dell'11 ottobre la Luna in Pesci entra in congiunzione con Nettuno e Lilith, a 16° e 17°. Si crea così un effetto molto forte sulla nostra emotività: si enfatizza la sensibilità, ci si potrebbe sentire senza pelle né confini; le paure si ingigantiscono e la percezione è che tutto sia molto più grande di noi. 
Bene, e quindi? Noi umani siamo antenne risonanti, siamo dotati di un sistema nervoso che è uno strumento perfetto di comunicazione e di gestione della realtà. Dentro il nostro piccolo corpo circolano liquidi ad una velocità supersonica. Il nostro cervello è una meraviglia macchina di creazione. E ancora piangiamo perché ci sentiamo soli?????
Tutta questa enfasi emozionale oggi apre porte sulla vera natura delle emozioni, che sono ponti per superare limiti e confini. Nel momento stesso in cui io mi sento fragile, sto andando a toccare un grande limite. Di solito, la mente dice: non vado oltre quel punto altrimenti morirò. 
Però sono anni che stiamo facendo lavori su di noi, cercando di andare oltre il senso di morte, affinché il senso di sé si amplifichi. A questo punto possiamo anche provare a respirare nel cuore e stare in quella fragilità. Perché essa è un passaggio verso la gioia. Quando ci permettiamo di rimanere nella paura, senza scappare, ecco che stiamo sperimentando la nostra invincibilità e forza. Stiamo provando che c'è ben altro dentro di noi. Continuare a scappare e a cercare consolazione, ci assesta sulla periferia del sé. Esiste tutto un mondo meraviglioso di possibilità, situato appena oltre la periferia. Ed è il mondo creativo della Mente Immaginativa.
Ed è dove ci porta oggi il Portale Cosmico dell'Onda della Tempesta Blu, Kin 91, Scimmia Blu Cosmica. Il Portale Cosmico di un'Onda è il giorno di chiusura del tempospazio di 13 Kin/Giorni della Tempesta Blu, grazie a cui abbiamo sperimentato la forza dell'esistenza che si fa nonostante noi. Nonostante le nostre paure, le incertezze, la sofferenza, la vita scorre. Permettendoci di ricercare dove sia la gioia, dentro e fuori di noi, ci lasciamo fluire nel cambiamento, come è naturale che sia. Fluendo nei miliardi di attivazioni a cui il nostro sistema nervoso è sottoposto continuamente, possiamo dar vita agli eventi sincronici, cavalcando le possibilità che il Sé crea quale cammino d'amore. 
Si tratta di scegliere: paura o amore? L'Avuela Margarita, nella sua saggezza di curandera, lo sa bene e lo spiega in maniera molto semplice. Poiché viviamo nel mondo della dualità, ci viene sempre chiesto di scegliere tra due possibilità. Poi le scelte attivano i percorsi. O in compagnia della paura o  guidati dall'amore.
In lak'ech!


martedì 8 ottobre 2019

MARTE IN BILANCIA OPPOSTO A CHIRONE IN ARIETE DURANTE L'ONDA INCANTATA DELLA TEMPESTA BLU - COME TROVARE LA PACE?


Lo scorso 05 ottobre Marte è entrato nel Segno della Bilancia, dove rimarrà fino al 19 novembre. Le doti grintose del Pianeta dell'assertività diventano lotta per la ricerca di armonia. Al momento esso si congiunge al Sole, accelerando il processo di morte e trasformazione della Luce che va incontro al naturale percorso di diminuzione, in favore dell'aumento del buio. L'animo vuole trovare ristoro, per riprendersi dopo la fatica degli ultimi mesi.
Tuttavia Marte non lascia tanto spazio al riposo. La sua congiunzione con il Sole aumenta la frequenza di irrequietezza e soprattutto l'Opposizione che viene a creare con Chirone retrogrado in Ariete non è facile da sopportare. Quest'ultimo rappresenta il cammino dell'Umano sulla Terra che finalmente si sente giunto a destinazione. Poiché tra agosto e dicembre 2019 Chirone transita all'indietro lungo i gradi dell'Ariete, viene dato spazio alla tipica insicurezza arietina: qualunque nuovo progetto diviene incerto e la forza iniziale da cui esso era stato generato sembra perdere energia. Allora interviene Marte con il suo pungolo che enfatizza il senso di inadeguatezza e incertezza. La mente si sente assalire dalla mancanza di competenza e vacilla sotto un carico di ansia. 
Aiuto!
Bene, accorgiamoci. Mettiamo tutto ciò che abbiamo sul fuoco e lasciamolo bruciare. Nonostante l'ansia, corriamo. Approfittiamo di tanta irrequietezza e trasformiamola in energia attiva e propulsiva. Nonostante l'ansia, l'incertezza, il non sentirsi in grado. Vogliamo essere più forti della paura o no? Vogliamo arrivare verso l'obiettivo o no? Non si tratta di compensare la paura. No. Si tratta di fare insieme ad essa, includendo l'incertezza, includendo la fragilità, per rispetto della vera natura umana. Senza fingere di essere più forti di ciò che si sente di essere. Vincendo però una gara di amore. 
Stiamo navigando dentro l'Onda Incantata della Tempesta Blu, cercando di liberarci dalle zavorre emozionali, affinché la vista sia chiara, affinché le illusioni si mostrino per quello che sono. Ci vuole stomaco e fegato forti per affrontare la Tempesta. Va bene, stiamoci dentro come possiamo. Quando l'11 ottobre essa si concluderà, troveremo una nuova forma ad attenderci, che si svilupperà durante i 13 giorni dell'Onda dell'Umano Giallo.  
Verso il 19 ottobre l'Opposizione tra Marte e Chirone si attenua. Aver imparato a destreggiarci dentro queste frequenze altissime ci avrà temprato. Forti nel cuore e in accettazione di ciò che c'è.
In lak'ech!

sabato 28 settembre 2019

28.09.2019 - NOVILUNIO IN BILANCIA NEL GIORNO DELLO SPECCHIO BIANCO COSMICO, KIN 78 -ARRENDITI ALLA VITA CHE RECLAMA AMORE

IL NIDO
DIPINTO DI JAMES C. CHRISTENSEN


Alle 20.26 del 28 settembre 2019 la Luna diventa Nuova a 05° Bilancia, entrando in congiunzione precisa con il Sole. Le Lunazioni ci ricordano i cicli di messa a fuoco di ciò che siamo (Novilunio) e di ciò che è illusione di noi (Plenilunio). La Luna è un riflesso di luce, può cambiare i connotati della realtà, amplificando il senso di percezione distorta di qualcosa. E' molto importante evitare di fare riti alla Luna Piena, per evitare di agganciarsi a stati emozionali di enorme intensità, che ci ottenebrano e ingigantiscono le nostre paure. Quando la Luna è Nuova, essa invece è assente dal Cielo, e questo quieta la mente ed il cuore, permettendo una percezione lucida. 
Il Novilunio in Bilancia evidenzia la necessità di armonizzazione. La Bilancia è il settimo Segno, tempo della crescita dell'Io dentro il Noi, momento in cui si fa spazio all'altro, facendo un passo indietro per permettere l'arrivo sulla scena di qualcosa d'altro da noi. E' l'apertura verso la successiva fase di fusione rappresentata dal prossimo Novilunio in Scorpione di fine ottobre. Prima di potersi fondere, l'anima vuole entrare in connessione ed intimità, notare quali gesti ed attitudini sia necessario limare per lasciar arrivare l'altro, quali affinità elettive vengono attivate intellettivamente nella relazione.
Ogni relazione diventa una danza tra le due parti: una arriva, l'altra va, l'altra torna, l'una si avvicina. E' la diversità di movimento, la ciclicità e la dualità della respirazione, tra contrattura ed apertura, tra il tempo per me ed il tempo per noi. Perché sclerotizzarsi sulla mancanza dell'altro, quando possiamo prenderci tempospazio vitale per noi stessi? Impariamo i passi di questa danza nella massima libertà. Questo ritmo respiratorio che si crea tra due umani, è lo stesso che viviamo tra dentro e fuori: quando inspiriamo, prendiamo dentro la realtà che ci nutre; quando espiriamo, impattiamo la rete energetica esterna con la qualità di ciò che siamo, dando forma alla nostra vita. Non c'è confine. Tutto è Uno. Perché entrare in ansia quando la vita apparentemente non segue i nostri piani? Perché non arrendersi alla danza dell'esistenza, che segue il nostro vero ritmo, oltre la paura? Annullare i confini significa sentirsi sostenuti da un'Intelligenza più grande che si fa attraverso di noi.
Anche tra due persone può non esserci confine, nonostante tutte le resistenze che facciamo all'amore a causa della paura di soffrire. Soffrire per amore ci avvicina alla sensazione di morte. Lo Specchio Bianco che risuona al Tono Cosmico, Kin 78, porta il riflesso di qualcosa che si trova appena al di là della vita per come la conosciamo.
Sincronicamente il Novilunio in Bilancia quest'anno cade nel Kin 78, che chiude l'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi Bianco, tempospazio in cui costruire un ponte di collegamento tra dimensioni apparentemente opposte, come la Vita e la Morte. Il Novilunio in Bilancia ci mette nello stato di coscienza di volerci armonizzare tra due, così fa lo Specchio Bianco Cosmico, la cui leggerezza trascendente ci aiuta ad intravvedere che qualunque tipo di differenza è illusoria. Lo Specchio Cosmico dissolve i confini, così fa il Novilunio in Bilancia, e noi ci troviamo un pezzettino sempre più allineati tra dentro e fuori, tra Vita e Morte, tra potenzialità e realizzazione. Non importa in quale settore dell'esistenza sentiamo risuonare queste parole. Dov'è il confine tra vita professionale ed amore, tra relazioni e riuscita? Lasciamoci andare ad un profondo respiro di rilascio e assumiamo una postura morbida. Lasciamoci attraversare dalla Vita ed essa crea l'amore migliore possibile per noi. Perché la Vita è dentro le nostre cellule, ed esse reclamano tutto l'amore che c'è.
In lak'ech!

venerdì 27 settembre 2019

27.09.2019 - LA LUNA BENEDICE IL VIAGGIO DELL'ANIMA - LUNA IN ASPETTO AI NODI LUNARI NEL GIORNO DELLA TERRA ROSSA CRISTALLO, KIN 77, P.A.G.

DIPINTO DI JAMES C. CHRISTENSEN


Oggi, 27 settembre 2019, la Luna si trova nel Segno della Vergine (tra 08° e 23°), andando a toccare in modo benevolo ed incoraggiante le posizioni dei due Nodi Lunari (viaggio dell'anima tra noto ed ignoto, tra freddezza e calore, tra dovere e piacere, tra pesantezza e fluidità) a 13° tra Capricorno e Cancro. La Luna come Archetipo Astrologico rappresenta le nostre radici, il clan di appartenenza e le sue leggi, a cui prestare obbedienza per sentirsi inclusi. Spesso questa tematica è molto delicata, perché alcuni umani non si rispettano, tradiscono la propria vera natura, pur di sentire di far parte. Come si dice, senza radici non si vola, ed è nell'accettazione di quelle radici, di quelle leggi, nel riconoscere la loro esistenza, trovando il posto nel cuore per la gratitudine per la vita che ci arriva da lì, che possiamo affrancarcene, rompere le catene se ci sono, e scegliere di seguire il nostro destino. Questo è il riassunto dell'aspetto di oggi: riconoscere ciò che è e, se è il caso, prenderne le dovute distanze quale segno di maturità e autonomia. Se non ci si riesce, non importa. Ciò che conta è essere consapevoli di ciò che possiamo fare con molta serenità. 
Secondo la Scienza Cosmica di Josè Arguelles, la Luna è una bussola per la Terra. Durante la rivoluzione del nostro pianeta intorno al Sole, la Luna compie 13 cicli e ricorda alla Terra di mantenere il suo ritmo.
Oggi che la Luna, a rappresentazione degli Antenati, benedice il difficoltoso viaggio del collettivo umano verso l'acquisizione del senso di unità interiore, oltre la paura ed il dolore della separazione, essa diventa più che mai alleata archetipica della Terra, aiutando gli umani a mantenere il ritmo del viaggio di risveglio, incitandoli a non scoraggiarsi, a non fermarsi, a proseguire il proprio viaggio, anche se a volte è fatto alla cieca. 
Sto parlando dell'Archetipo Luna, e non del satellite sopra le nostre teste, sulla cui vera natura nutro molte perplessità.
In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune oggi siamo nel giorno 8 della Luna Elettrica, Luna del Servizio. Stiamo cominciando una nuova Eptade (settimana), attivando un nuovo circuito neuronale, chiudendo (domani) un ciclo di 13 giorni. Il Kin di oggi è il 77, Terra Rossa Cristallo, Portale di Attivazione Galattica, giorno 12 dell'Onda dell'Allacciatore dei Mondi. La Terra Rossa è un Glifo che rappresenta un collettivo, un'astronave del Tempo azionata dalla frequenza 20.13 (20 Glifi che risuonano ai 13 Toni). Il percorso alla cieca che a volte ci ritroviamo a fare è basato sulla fiducia che i nostri passi sono supportati da altri umani che forse conoscono qualcosa più di noi. Fiducia che arrivano sempre gli aiuti necessari, perché il viaggio di uno è il viaggio di tanti. Se un umano attiva una comprensione, i benefici conseguenti si espandono nel collettivo aiutando tutti. La Luna oggi benedice il viaggio dell'anima e gli antenati ci dicono: non sei solo. Tu appartieni.
In lak'ech!

giovedì 26 settembre 2019

SOLE OPPOSTO A CHIRONE NEL GIORNO DEL GUERRIERO GIALLO SPETTRALE, KIN 76 - CHI TI STA ASPETTANDO SULL'ALTRA SPONDA DEL FIUME?

ILLUSTRAZIONE DI JAMES C. CHRISTENSEN



Il 26 settembre 2019 corrisponde al 7 giorno della Luna Elettrica, Luna del Servizio, dell'Anno del Mago Magnetico. In base al Sincronario Galattico oggi siamo anche nel giorno 11 dell'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi Bianco, Guerriero Giallo Spettrale, Kin 76. Il Guerriero Giallo è un Esploratore della Vita; quando esso risuona al Tono Spettrale, significa che il collettivo sta imparando a lasciar andare il controllo della Mente perché si è attivata la connessione con il sentire viscerale. Il Corpo diventa una bussola, la Mente passa in secondo piano, tutto il sistema umano si rilassa.
Durante i 13 giorni del ciclo (Onda Incantata) dell'Allacciatore dei Mondi Bianco, il collettivo è immerso nell'apprendimento di integrazione del senso di complementarietà. Sincronicamente oggi il Sole è opposto a 03° Bilancia a Chirone a 03° Ariete: ogni opposizione ci ricorda che ciò che sembra contrario, può costruire un ponte verso la sponda opposta, sanando fratture e crepe interiori.
Sole e Chirone sono due aspetti molto interessanti del Cielo Astrologico: il primo in qualità di Centro dell'Essere, Essenza, obiettivo di vita, fioritura di una potenzialità, auto-realizzazione; il secondo in qualità di talento ritrovato, di maestria acquisita dopo l'auto-negazione, cioè come diventare maestri di se stessi grazie ad una sofferenza iniziale, che diventa pretesto per cominciare un percorso di risveglio.
Nella loro opposizione, essi svelano chiaramente quali aspetti del sé si mettono a disposizione di ogni Ricercatore per essere inclusi. Detti aspetti possono aver rappresentato nel corso della vita qualcosa di molto difficile da includere. Oggi potremmo essere assaliti dalla sensazione di fatica, che però poi si scioglie, nel realizzare che in effetti non risuoniamo più con essa. Qualunque cosa oggi ci venga incontro sotto forma di ostacolo, ha la funzione di farci accorgere di come siamo già passati oltre. 
L'aspetto di opposizione durerà ancora qualche giorno; osserviamo con attenzione e proviamo a essere grati per tutto ciò che arriva. Una parte di noi ci sta aspettando sull'altra riva del Fiume.
In lak'ech!