martedì 18 dicembre 2018

SOLSTIZIO D'INVERNO 2018 NEL GIORNO DELLA TERRA ROSSA INTONANTE, KIN 57, SEGNO CHIARO DI PACAL VOTAN - RIATTIVA LA MEMORIA DEL VIAGGIATORE DEL TEMPO CHE HA SMARRITO LA VIA DI CASA



Il 21 dicembre 2018 alle ore italiane 23.22 si apre il Solstizio d'Inverno con il Sole che entra a 00° Capricorno, terzo Segno dell'Elemento Terra, l'Ascesi. La Luce rinasce, il buio ha concluso il suo ciclo. Si rinnova il Processo di Risveglio con nuove comprensioni. Ci apriamo alla rinascita della Coscienza Cristica dentro di noi, la totale manifestazione dell'Essenza divina dentro l'umano.
Il Solstizio d'Inverno quest'anno cade nel giorno della Terra Rossa Intonante, Kin 57, giorno 5 dell'Onda Incantata del Viandante dei Cieli (17/29.12), il Tempo Sacro del Maestro Interiore che si mostra a noi nell'indicarci il Cammino di Navigazione verso il Cielo, verso quel settore della vita che ci sta aspettando. Il Kin 57 è uno dei 13 Segni Chiari di Pacal Votan, Colui che è venuto ad aprire il Ciclo, la cui tomba fu scoperta nel 1952 (52=13x4 - ciclo di sincronizzazione tra Luna, Terra, Sole e Sirio) a Palenque. I 13 Segni Chiari sono un linguaggio numerico e simbolico che crea una risonanza ed attiva la memoria dei mondi perduti a causa delle Guerre del Tempo. Ogni volta che uno dei 13 Segni Chiari si ripete nel Sincronario Galattico delle 13 Lune, noi veniamo stimolati a ricordare.
Questa importante sincronicità mi ha spinto a scrivere nonostante la scelta del Silenzio. E non è finita qui, perché anche il 22 dicembre rappresenta un'importante punto che successivamente spiegherò.

IL COPERCHIO DEL SARCOFAGO DI PACAL VOTAN 
E L'ELABORAZIONE DEI 13 SEGNI CHIARI SCOLPITI LUNGO I 4 BORDI
QUESTA MERAVIGLIOSA OPERA D'ARTE SI TROVA A PALENQUE, IN MESSICO


Sincronicamente il calendario gregoriano si allinea con il Sacro Computo dello Tzolkin nel fornire un punto nel Tempo che apra a realtà diverse, vaste, cariche di informazioni telepatiche per farci apprendere linguaggi apparentemente sconosciuti, ma evocativi. Il Solstizio riporta la Luce del Sole dopo il suo ciclo di morte qui sulla Terra; il Kin 57 evoca la memoria di Pacal Votan ed il messaggio che il Tempo è una qualità che va vissuta, surfata, conosciuta e gestita per creare un nuovo tessuto all'interno della coscienza collettiva umana.
Ogni volta che racconto a qualcuno delle Guerre del Tempo, di Maldek, il pianeta imploso, di cui oggi rimangono gli asteroidi, di Marte, della distruzione della vita su quel pianeta, le persone si commuovono. Esse si stanno ricordando. Sentono un richiamo lontano, un'antica memoria si attiva. 
Se siete nati Serpente Rosso, Mago Bianco, Viandante dei Cieli Rosso, Allacciatore dei Mondi Bianco, Notte Blu, Guerriero Giallo, Seme Giallo, Aquila Blu, Mano Blu, Umano Giallo, siete direttamente coinvolti in questa storia. Ovviamente anche tanti altri Glifi lo sono. Ma questi sono quelli coinvolti nelle orbite dei pianeti "carnefici" (Giove e Saturno) e in quelli "vittime" (Maldek, Marte, la Terra).
Per scoprire la propria Identità Galattica clicca QUI.
Siamo qui per ricordare, siamo qui per fare la differenza, siamo qui per uscire dallo stato di ipnosi e rendere la Terra un capolavoro. Il Tempo è Arte, questo è il messaggio che Arguelles ha portato per tutta la vita. Usiamo la creatività per cambiare dentro e portare in risonanza il cambiamento fuori.
Noi siamo ben altro da ciò che pensiamo di essere.
In lak'ech!

giovedì 13 dicembre 2018

ACCADEMIA DEL SOLE BLU - LA NOVITA' DI STEFANIA MARINELLI PER 2019




ACCADEMIA DEL SOLE BLU

3 MODULI PER APPRENDERE L'ASTROLOGIA SOLARE E GALATTICA DAL CENTRO DEL CUORE. PONENDOSI NEL CENTRO DEL CUORE DELLA PROPRIA MAPPA STELLARE IMPARARE A RESPIRARE I PIANETI ED I KIN DI NASCITA QUALI RISORSE PER SVOLGERE AL MEGLIO IL VIAGGIO ESPERIENZIALE DI QUESTA VITA.


15/17 MARZO 2019 - ASTROLOGIA SOLARE INTUITIVA
28/30 GIUGNO 2019 - ASTROLOGIA GALATTICA 
01/03 NOVEMBRE 2019 - CREARE UN NUOVO LINGUAGGIO INTERDIMENSIONALE

LUOGO: PESARO

PER INFO E ISCRIZIONI WHATSAPP 347.7975021






URANO RETROGRADO IN ARIETE (28°) E IL QUADRATO CON I NODI LUNARI - ANIMA ERRANTE, VERSO DOVE STAI DIRIGENDO I TUOI PASSI?




Dall’inizio di novembre si è attivata la Croce dei Segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno) grazie alla presenza di Urano (cambiamento drastico a livello collettivo) e dei Nodi Lunari (percorso di risveglio della coscienza collettiva). Il 7 novembre Urano e’ tornato in retrogradazione in Ariete, dove era rimasto per 7 anni (2011/2018) chiedendoci: Chi Sei Tu? A maggio 2018 era entrato in Toro, portando un messaggio: applica ciò che hai imparato su di te. Diventalo!
Si erano aperti nuovi sentieri di ricerca, lontani dalla quotidianità, diversi da ciò che avevamo finora esplorato. Poi tutto si è fermato.
Perché?
Non si può esplorare il Nuovo portandosi dietro ancora le vecchie prospettive. Non si può progettare il Nuovo tenendosi aggrappati ancora alla paura.
E allora a novembre si è inaugurata una pausa di riflessione portata dai Segni Cardinali. Essi sono i Pioneri, aprono porte. In questo caso Urano in Ariete ci riporta all’inizio del viaggio tanto tempo fa: siamo arrivati dove avremmo voluto? Cosa è rimasto indietro?
I Nodi Lunari tra Capricorno e Cancro promuovono un processo di svelamento dalle maschere. Diventiamo consapevoli dei nostri bisogni. Possiamo prendercene la responsabilità smettendo di proiettarli sugli altri? Possiamo ascoltare la loro voce senza più timore? Possiamo accettare la bellezza di stare soli? Possiamo accettare la vita che facciamo così come ce la siamo creata?
Fin verso febbraio saremo presi in questo tipo di riflessione. E’ necessario sapere perché stiamo facendo ciò che stiamo facendo. Qual è la motivazione? Perché? Qual è la nostra verità ora?
A marzo Urano torna in Toro e tante cose cambieranno. Sarà una vera e propria, ennesima e fondamentale rinascita. Ora fermiamoci. Smettiamo di fare. Stiamo nel silenzio. Non è più tempo di distrazioni. Le retrogradazioni non permettono l’azione, la ostacolano, la densificano. Guardiamoci allo specchio e andiamo a caccia. La nostra Essenza e’ in attesa.


Stefania Gyan Salila 

lunedì 10 dicembre 2018

CHIRONE IN PESCI TORNA IN MOTO DIRETTO - LASCIA INDIETRO TUTTO IL DOLORE ED ESCI TOTALMENTE DAL VECCHIO

DIPINTO DI TAMARA ADAMS


Il 09 dicembre Chirone, Maestro di Guarigione, è tornato in moto diretto a 27° Pesci. Chirone è il simbolo di un passaggio difficile ma necessario verso la fioritura di tutto ciò che siamo. I suoi transiti sono fondamentali per riconoscere la bellezza delle nostre risorse, per liberare lo sguardo dal velo del disamore che inconsapevolmente portiamo calcato sugli occhi. 
Muovendosi nella nostra mappa natale, esso compie due movimenti: nella prima parte dell'anno si muove in moto diretto e negli ultimi mesi entra in retrogradazione, cioè ripercorre il sentiero appena solcato. Così esso diventa duale, attivando un ciclo di inspirazione (moto retrogrado) e poi di espirazione (moto diretto) rispetto alle tematiche di base della nostra vita. Quando è retrogrado, veniamo chiamati all'esperienza diretta con il punto della ferita, lì dove ci fa più male, così da incontrare il Drago interiore per guardarlo negli occhi ed in qualche modo onorarlo, onorare ciò che è sofferenza. Questo tipo di sofferenza è collegato con un ricordo antico, è qualcosa inscritto nelle cellule che ci portiamo dietro da sciogliere, possibilità che si apre quando Chirone torna ogni volta in moto diretto.
Nel 2018 Chirone ha cambiato segno ad aprile, entrando in Ariete ed inaugurando il sentiero che ci porta nel corso del tempo a ritrovare il nostro posto nella vita (Chirone rimane in Ariete fino al 2027). Come sempre, a luglio 2018 Chirone è entrato in retrogradazione in Ariete (02°), andando indietro fino a tornare nel segno dei Pesci il 29 settembre (recuperare il senso di smarrimento per scoprire dove è necessario ancora portare guarigione ed equilibrio in questa vita, per assaporare la pienezza e la realizzazione). Prima di inaugurare la nuova era che porta i Bambini delle Stelle a sentirsi a Casa qui sulla Terra, essi devono rivedere le motivazioni che spinge loro a fare ciò che stanno facendo. Come stiamo portando avanti il Cammino? Abbiamo ricordato tutto? Cosa non vogliamo ancora vedere? Qual è la più grande cecità con cui ancora ci misuriamo? Quanti veli oscurano ancora la brillantezza della Mente Galattica che ci abita? 
E' la terza volta che il Maestro Guaritore occupa questa posizione - è già accaduto ad agosto 2017 poi a marzo 2018. E' successo qualcosa di particolare nelle nostre vite allora?
Tutto questo perdurerà fino a metà febbraio, momento in cui Chirone torna definitivamente in Ariete. Fino ad allora è molto importante rimanere centrati rispetto a ciò che definiamo difficoltà, per prendere una posizione equa e non farci spostare dal proposito per cui siamo qui, dalla guarigione che siamo venuti a portare e che senza di noi non è possibile che si concretizzi qui sulla Terra. Siamo di fronte ad un momento epocale ed è necessario diventarne consapevoli. Ora è il momento di prendersi la responsabilità della missione che siamo venuti a svolgere. Siamo tutti portatori della frequenza dell'amore, prendiamocene la responsabilità amando noi stessi, accettando ciò che siamo, respirando liberi dalla paura e dalla costrizione. Il come non importa. Non chiediamoci cosa fare nella vita. Chiediamoci se stiamo vivendo nel rispetto della nostra vera natura.

Scoprire dove sta transitando ora Chirone ci aiuta a comprendere quale settore esistenziale stiamo guarendo. Cercate il simbolo dei Pesci e dell'Ariete nella vostra mappa natale  

 

PESCI                                   ARIETE


Dovunque Chirone si trovi nella nostra mappa, lì c'è la ferita che ci portiamo da tante vite e che veniamo a guarire attraverso diverse tappe.  Per la posizione che Chirone aveva al momento della nostra nascita, ecco il suo simbolo 

e qui di seguito un breve excursus sui suoi significati (NOTA: per scoprire l'esatta posizione di Chirone nel proprio tema clicca QUI)
Chirone in Ariete (1918/1927 - 1968/1977 - 2018/2027) - ferita: non sentirsi visti - guarigione: trovare il proprio posto nella vita;
Chirone in Toro (1927/1933 - 1977/1983) - ferita: rifiuto, sentire di non meritare amore - guarigione: aprirsi all'abbondanza materiale;
Chirone in Gemelli (1933/1938 - 1983/1988) - ferita: eccessivo carico di responsabilità fin dalla più tenera età - guarigione: acquisire leggerezza e spensieratezza;
Chirone in Cancro (1938/1941 - 1988/1991) - ferita: sentirsi il figlio indesiderato - guarigione: riuscire a sentirsi a casa ovunque;
Chirone in Leone (1941/1943 - 1991/1993) - ferita: frustrazione, sentirsi incapace di raggiungere gli obiettivi - guarigione: riconoscere il proprio carisma;
Chirone in Vergine (1943/1945 - 1993/1995) - ferita: rigidità e costrizione, il mondo è un caos - guarigione: accettare l'esistenza di un ordine divino di cui siamo strumenti;
Chirone in Bilancia ( 1945/1946 - 1995/1996) - ferita: sentirsi invisibili, l'altro sarà sempre migliore - guarigione: accettare le proprie doti empatiche;
Chirone in Scorpione ( 1946/1948 - 1997/1999) - ferita: disistima, senso di esclusione - guarigione: riconoscersi il talento della profondità dell'essere;
Chirone in Sagittario (1948/1951 - 1999/2001) - ferita: mancanza di obiettivi, dispersività - guarigione: sentirsi capaci di grandi imprese;
Chirone in Capricorno (1951/1955- 2002/2005) - ferita: senso di freddo interiore, solitudine profonda - guarigione: sviluppare autonomia e tenacia; 
Chirone in Aquario (1955/1960 - 2005/2010) - ferita: sentire di non appartenere a questo mondo - guarigione: riconoscere di avere talenti fuori dal comune;
Chirone in Pesci (1960/1968 - 2010/2018) ferita: abbandono, sentirsi orfani - guarigione: riconoscere la propria natura stellare dentro l'umano.

Ora il significato di Chirone nelle Case astrologiche (i 12 settori in cui è suddivisa la nostra mappa astrale di nascita - per scoprire la domificazione di Chirone, vai al link del paragrafo sopra - questi significati sono validi sia per la posizione di Chirone al momento della nascita che per la posizione di Chirone in transito):
Chirone in I° Casa - ferita: non so chi sono - guarigione: trovo il mio posto nel mondo;
Chirone in II° Casa - ferita: non mi sento visto, non sento il mio corpo - guarigione: costruisco il mio mondo con le mie mani;
Chirone in III° Casa - ferita: mi sento solo, non riesco a comunicare con gli altri - guarigione: comprendo profondamente ciò che gli altri sentono;
Chirone in IV° Casa - ferita: non ho radici, non mi sento protetto - guarigione: cercando le mie radici, porto pace nella storia della mia famiglia;
Chirone in V° Casa - ferita: mi sento incapace, non riesco - guarigione: scopro la passione, i miei talenti;
Chirone in VI° Casa - ferita: sento addosso il peso del mondo - guarigione: riconosco di essere sceso con una missione nella vita;
Chirone in VII° Casa - ferita: attiro persone vittime, mi lascio vittimizzare dall'altro - guarigione: crescita e risveglio attraverso la relazione;
Chirone in VIII° Casa - ferita: sono venuto per salvare i miei genitori, mi faccio carico del loro destino - guarigione: mi prendo la responsabilità della mia vita;
Chirone in IX° Casa - ferita: saccenza, giochi di potere - guarigione: riconosco il Maestro saggio che vive in me;
Chirone in X° Casa - ferita: non mi sento in grado di raggiungere alcun obiettivo - guarigione: sviluppare autonomia e maestria;
Chirone in XI° Casa - ferita: senso di esclusione, mi sento solo in mezzo alla folla - guarigione: riconoscere le doti di guida spirituale;
Chirone in XII° Casa - ferita: mancanza di senso dell'esistenza, indifferenza generalizzata;  guarigione: scoprire di essere uno strumento in mano al divino.



Stefania Gyan Salila


PER APPROFONDIMENTI SU CHIRONE IN ARIETE LEGGI QUI

giovedì 6 dicembre 2018

LUNA NUOVA IN SAGITTARIO NEL GIORNO DELLA NOTTE BLU AUTO-ESISTENTE, KIN 43, P.A.G. (07.12.2018) - IL FUOCO DEL SOGNO CHE VIVE ATTRAVERSO DI NOI



Alle 08,20 (ora italiana) del 07 dicembre 2018 la Luna diventa Nuova a 15° Sagittario, consacrando l'anno di transito di Giove nel suo Segno di governo. Il Sagittario è un Segno di Fuoco legato al sentimento dell'ardore, alla qualità del coraggio, al colore della missione spirituale, di chi non vuole conoscere limiti o confini espressivi. Giove, pianeta più grande del nostro sistema, torna a casa ogni 12 anni (l'ultima volta fu tra il 2006 ed il 2007) e spinge verso l'esterno tutta la carica del Fuoco interiore, affinché si possa diventare testimoni della qualità della luce contenuta nelle nostre cellule.
Il Novilunio in Sagittario apre un periodo in cui veniamo stimolati a questo tipo di manifestazione; ci viene chiesto di risplendere nella vera essenza. E sarà meglio allenarsi a farlo, perché la forza di  Giove, un flusso che spinge a portare fuori ciò che siamo, sarà molto potente e ci investe su tanti piani, nei diversi livelli. Risplendiamo, nonostante tutto.
Il Novilunio in Sagittario accade in quadratura con Marte in Pesci (ipersensibilità incontenibile), a sua volta congiunto a Nettuno (coscienza cristica, piena fioritura delle potenzialità divine nell'umano). Il Fuoco che chiede di essere liberato attiva tutta l'emotività dell'Acqua, e gli umani devono confrontarsi con il grande processo di vincere se stessi, di essere liberi da se stessi, dall'ipersensibilità, che è necessario trasformare in intuitività ed energia ispiratrice. 
In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune il 07 dicembre 2018 corrisponde al quarto giorno dell'Onda Incantata del Sole Giallo, l'Illuminato. La frequenza è quella della Notte Blu, che corrisponde al buio traslucido del Sogno consapevole che dal profondo illumina la coscienza, nutrendola con immagini ispiranti. Il Kin 43, Portale di Attivazione Galattica, è la Notte Blu che risuona al Tono Auto-Esistente, la vibrazione che dona una forma al flusso di energia affinché nel corso del ciclo dei 13 Kin/giorni del Sole Giallo si raggiunga uno stato di equilibrio tra luce e materia, quando il corpo si fa ricettacolo dello Spirito, che è lo stesso stato di cui Giove in Sagittario è portatore. Tempo di trovare il Centro, di posizionarcisi ed attivare la visione della creatività consapevole. Tempo di fiorire. Tempo di essere.
Stefania Gyan Salila

VENERE TORNA IN SCORPIONE (03.12.2018/07.01.2019) - SPOSA LA TUA TOTALITA'


Ogni 8 anni Venere diventa retrograda in un Segno, riportando l'attenzione sulle antiche ferite d'amore, per aiutarci a comprendere dove ancora è rimasto il buio, stimolando l'andare avanti, abbracciando quell'esperienza, onorandola attraverso la saggezza conquistata grazie a quel dolore. 
Il 2018 è l'anno della Croce dei Segni Fissi (Toro, Leone, Scorpione e Aquario), portatrice di una nuova frequenza per il collettivo umano e per la Terra, una qualità di luce nutriente, di consapevolezza e di presenza. Anche il transito di Venere ha contribuito al radicamento di questo codice effettuando la sua retrogradazione tra 10 e 0 gradi dello Scorpione dal 06 al 31 ottobre (l'ultima volta questo aspetto è accaduto tra ottobre e novembre 2010). E' stato il momento in cui rendersi conto di cosa fosse il Piacere, di quanto amore stavamo volontariamente sperimentando, di quanto fossimo allineati con la Ricezione dell'amore, della bellezza e dell'abbondanza. Venere in Scorpione è un'auto-affermazione rispetto a quello che sentiamo essere nostro e l'andarselo a prendere, nonostante tutto. Si tratta del pianeta della Fiamma Viola, esso ha il compito di portare guarigione profonda, ed ogni ferita nasce dalla mancanza dell'amore che inchioda l'anima nella paura. Poiché lo Scorpione simboleggia il punto più profondo del contatto con se stessi, questo transito retrogrado ha spalancato tante porte, mettendoci nelle condizioni di prendere atto di ciò che fosse, forse come mai prima.
Dal 01 novembre il transito retrogrado è proseguito in Bilancia (29/25°), così dal contatto con noi stessi abbiamo espanso la presa di coscienza verso le relazioni (la Bilancia regola questo settore della vita umana), avendo l'occasione di cercare un equilibrio tra il passato ed il qui e ora. Il 17 novembre, giorno successivo al cambio dell'Asse zodiacale dei Nodi Lunari, Venere è tornata in moto diretto, riportando lo sguardo sull'adesso. Il cuore ha percepito sicuramente una nuova leggerezza, gli ex che si erano ripresentati alla porta sono tornati da dove erano venuti, e noi si è proseguito il viaggio più sereni. 
Dal 03 dicembre scorso Venere è tornata in Scorpione, questa volta a dare forza e supporto ad un processo di assertività, aiutando ad affermare il nostro IO SONO che includa anche la parte oscura e scomoda a cui noi stessi non abbiamo mai lasciato spazio. Ci siamo forse accorti che le relazioni in passato stentavano a prendere una forma perché non riuscivamo a controllare questa parte ribelle, scomoda, arrabbiata? Essa continuava ad emergere, magari sotto forma di partner assillanti e gelosi, o che istigavano noi a tirar fuori il peggio. Ciò avviene sempre quando nascondiamo il lato oscuro con vergogna, nel tentativo di essere gradevoli e piacevoli agli occhi altrui. 
Ora basta: preso atto di dove le maschere, l'auto-indulgenza e l'auto-negazione ci hanno portato, possiamo manifestare uno stato di coscienza che sia di totalità. Essere totali, presenti, nel bene e nel male, come recitano i voti del matrimonio, tra ciò che non ci piace e ciò che siamo bravi a far risplendere. Una bellezza fatta di sfumature e chiaroscuri, nella magnifica pienezza dell'essere. Che questa volta sia il matrimonio interiore tra gli opposti, per favore!
Stefania Gyan Salila

venerdì 30 novembre 2018

CONFERENZA DI ASTROLOGIA INTUITIVA - VENERE RETROGRADA, PRATO 14.11.2019



Il transito di Venere in Scorpione è iniziato lo scorso 10 settembre, poi il 06 ottobre il transito è diventato retrogrado, fino ad entrare in Bilancia il 01 novembre. Stiamo lasciando andare gli strascichi di antichi amori perduti. Basta perdere tempo attaccati al passato ed alle sue ombre. Venere è un pianeta veloce, rimane poco tempo in un Segno, è considerato il pianeta gemello della Terra, custode della Fiamma Viola, una frequenza di grande trasformazione. Quando il suo transito diventa retrogrado, esso crea un ponte tra il passato ed il presente, collegando i sentimenti di oggi con quelli rimasti inespressi nelle nostre profondità. Quando poi torna in moto diretto, come accaduto il 16 novembre, lo sguardo si risveglia ed improvvisamente ci accorgiamo di cosa sia successo nel frattempo. Dove siamo stati con il nostro cuore? in quale passato lontano siamo rimasti congelati? quale amore, o supposto tale, ha rapito la nostra attenzione, facendoci prigionieri, impedendoci di vivere in pienezza?
Ora Venere torna in Scorpione il 02 dicembre, fino all'08 gennaio 2019. Una compagna amorevole nell'entrare in contatto con noi stessi. Qui di seguito i video della mia conferenza sull'argomento.
Buona visione!
Stefania Gyan Salila


PARTE 1 - watch
PARTE 2 - watch
PARTE 3 - watch