giovedì 18 luglio 2019

UNA NUOVA DATA PER UN SEMINARIO SULLO TZOLKIN - ESPLORA LA PAGINA DEGLI EVENTI


Pesaro, 31.08/01.09.2019
Per info: whatsapp Stefania 347.7975021

lunedì 15 luglio 2019

16.07.2019 - ECLISSI DI LUNA IN CAPRICORNO NEL GIORNO DEL SEME GIALLO AUTO-ESISTENTE, KIN 4 - IL RESPIRO DELLA VITA E DELLA MORTE


Alle ore 23,38 del 16 luglio 2019 ci sarà un'eclissi parziale di Luna visibile dall'Italia a 24' Capricorno. Si chiude così il Corridoio delle Eclissi apertosi il 02 luglio scorso con l'Eclissi totale di Sole in Cancro. Cancro e Capricorno costituiscono un Asse zodiacale di esplorazione molto interessante, già attivo dalla fine del 2018, tra il desiderio di solitudine e l'abbandono totale all'altro. Due poli opposti dell'essere tra morte e vita, fine e inizio, vuoto e pieno. Con una forte presenza di pianeti in Capricorno il vuoto vince sul pieno e la spinta che sentiamo è di arrivare a diventare essenziali. Il vuoto serve in questo caso per notare ciò che c'è, cosa è rimasto di tante cose che si sono mostrate a noi negli ultimi anni: le ossessioni, i punti ciechi, le idiosincrasie, le cadute ripetute, le irrequietezze. Nel vuoto se ne può percepire l'origine e andare dritti al punto per trovare il bandolo della matassa. Quello che mi è accaduto in questi giorni, riuscendo ad azzerare l'origine di un conflitto interiore che mi porto dietro da tanto tempo. Quando questo accade, si attiva finalmente il silenzio dentro. Così non ci si sente più in fuga o spinti sempre ad andare oltre e si può stare.
L'Asse Capricorno-Cancro insegna a stare, perché quando ci si trova incanalati nel collo dell'utero della Vita, non si può avere fretta. E' necessario attendere che il corpo si adatti al passaggio stretto verso il Respiro dell'Uno. Non ci sono altri modi. E se si ha troppa fretta, è perché c'è paura. Ma così si mette a repentaglio l'intero processo. Per prendere forma ci vuole tempo, per imparare a vivere ci vuole tempo. Si è in grado di scegliere di rimanere in questa dimensione a portare un servizio di amore assoluto quando si accetta di imparare il vero significato della pace interiore. Da quel momento tutto fluisce.
L'Eclissi parziale di Luna in Capricorno si attiva nel giorno del Seme Giallo Auto-Esistente, Kin 4, le cui parole chiave sono Fioritura e Consapevolezza. Nel vuoto ci si rende conto di quali siano gli strumenti che permettono la manifestazione del sé, su quali semi sia necessario investire per irradiare ciò che siamo, di quali germogli prendersi cura per portarli a fioritura. Tutto il resto va eliminato, messo in angolo a macerare, che si crei un composto per poter rendere sempre più fertile la nostra terra interiore.
Soli con noi stessi, consapevoli della matrice che ci anima e che sta generando se stessa, emanando il suo speciale profumo e la sua peculiare luminosità. Chiudiamo il ciclo dei 13 anni della purificazione emozionale con i valori del Capricorno-Cancro che consolidano tutto il lavoro fatto fin qui. Rimane solo ciò che ha un valore vitale fondamentale, il resto si disfa senza sforzo perché ha perso forma e consistenza.
In lak'ech!

martedì 9 luglio 2019

CHIRONE IN ARIETE TORNA RETROGRADO (09.07/13.12.2019) - DOV'E' FINITA L'ISOLA CHE NON C'E'?

"SECONDA STELLA A DESTRA...."

Ad aprile 2018 Chirone, il Guaritore Karmico, è entrato in Ariete dopo 50 anni, chiudendo l'Era degli Orfani celesti, quelle anime che si erano smarrite durante il processo di incarnazione (corrispondente al transito di Chirone in Pesci - 2012/2018). Il Segno di Fuoco dell'Ariete ha dato allora un nuovo sprint creativo e tanti nuovi progetti si sono aperti. A fine estate nel 2018 poi Chirone, come sempre fa, è entrato in retrogradazione ritornando in Pesci e creando un fermo energetico molto potente. Dopo aver navigato in un ritrovato senso di smarrimento, nonostante tutto, mentre altri di noi probabilmente avevano trovato un flusso proficuo di pura sintonizzazione con la Voce Interiore, Chirone a febbraio ritrova la via verso il Fuoco dell'Ariete, riportando in equilibrio il desiderio di rivincita, rivalsa, di realizzazione, di possibilità. Finora siamo rimasti qua, nell'accorgerci quanto fosse importante avere avuto l'occasione di ricontattare la forza del Fuoco Interiore. Quel Fuoco sa di pura creatività, di progetti arditi, di voli apparentemente assurdi verso mete ignote, dove la maggior parte delle persone avrebbe paura di avventurarsi. Ma noi no! Dov'è quel Fuoco? quella sana follia che ci porta a sentire di poter fare tutto ora, per il semplice motivo che, perché dovrebbe essere il contrario? Dov'è la nostra personale Isola che Non C'è?
Il 09 luglio 2019 Chirone torna di nuovo indietro (05°/01°) e porta in trasformazione quanto bruciato finora. Il contatto con il Fuoco Creativo ci ha permesso di compiere qualcosa di ardito. Ora l'ardore va reso Vita. Cosa ci manca per questo passaggio? Tutto quello che era in via di cambiamento rallenta il suo processo per integrare nuovi aspetti che finora non avevano potuto essere rivelati. Tutto quello che stavamo progettando non può procedere finché non viene rivisto. Ci sono nuovi aspetti su cui riflettere, da integrare nel tempo. Quanto crediamo nel potere della sana follia, di poter fare la differenza grazie ad essa? Il mondo ha bisogno di fonti di ispirazione per andare avanti e rigenerare continuamente le prospettive. Siamo pronti a far parte del progetto, ognuno a modo proprio, ma in una totale presenza e allineamento? Non ci sentiamo più diversi o in minoranza. Siamo la differenza sostanziale. Il movimento retrogrado finisce il prossimo 13 dicembre, quando Chirone si fermerà al grado 1 dell'Ariete. Mesi in cui prendersi cura di questo lato follemente vero di noi stessi. Possiamo considerare questo spostamento funzionale ad accompagnare la totalità degli aspetti di ogni singola situazione ad un punto di svolta, perché la svolta sia completa in ogni sua parte, per non dover ritornare sui punti su cui si è già passati. Ci siamo?
Dal punto di vista del Sincronario Galattico il 09 luglio, giorno di inizio della retrogradazione di Chirone, corrisponde al giorno della Terra Rossa Planetaria, Kin 257, giorno della Manifestazione della Stella Gialla, quando la Grazia e la Bellezza si manifestano. Il 13 dicembre 2019, quando si conclude il transito retrogrado, ci sarà il Mago Bianco Spettrale, Kin 154, Portale di Attivazione Galattica, Onda del Seme Giallo. Navigheremo dentro 13 Onde Incantate fino ad allora, imparando come sognare nel Non-Tempo del Cuore, dando vita ad un nuovo paradigma.
Oggi che scrivo, 09 luglio, siamo nel punto mediano del Corridoio delle Eclissi che va dal 02 al 16 luglio. Come sempre al centro del centro. Tutto si muove. Troviamo pure un punto da cui ammirare il disegno che si dispiega. Non lasciamoci sfuggire l'occasione per sognare il Sogno, esso sorprende sempre e di solito si realizza pure sempre!
In lak'ech! 

lunedì 8 luglio 2019

MERCURIO RETROGRADO TRA LEONE E CANCRO (08.07/01.08) NEL FINE CICLO DEI 13 ANNI DELLA LUNA ROSSA


NELLA ILLUSTRAZIONE, IL CANALE CENTRALE ALLA SOMMITA' DELLA NOSTRA TESTA, DOVE SI TROVA L'ELEMENTO 113, SIRIO BETA 52, LA CONNESSIONE CON LA MENTE GALATTICA TELEPATICA


Ci troviamo oggi nel giorno 9 dell'Onda della Stella Gialla, che promuove la ricerca di armonia, Guerriero Giallo Solare, Kin 256. Il Guerriero Giallo rappresenta il Discernimento, il potere della mente quale strumento di connessione con l'ambiente esterno, ponte di mediazione tra dentro e fuori. Sincronicamente proprio oggi il pianeta Mercurio, la mente umana, l'intelligenza e la percezione sensoriale, entra in retrogradazione.
Oggi i due sistemi di mappatura umana coincidono. Ciò accade spesso e mi piace segnalarlo per insegnare il nuovo linguaggio galattico sviluppato da Josè Arguelles negli ultimi 30 anni. Il passaggio dall'astrologia solare a quella galattica lo trovo essenziale in questo periodo, per aprire lo sguardo ad un sé a cui non avevamo mai pensato.
Mercurio è il pianeta dell'attenzione soggettiva, della memoria e dell'elaborazione delle faccende quotidiane. E' l'unico pianeta a non avere un genere sessuale specifico, perché essi sono tutti presenti in embrione, e rappresenta i progetti da portare a sviluppo. E' il pianeta più vicino al Sole, quindi è molto veloce ed entra in retrogradazione tre volte all'anno. Nascere con Mercurio retrogrado è quindi abbastanza comune. Umani del genere imparano nuove cose con fatica perché devono ricordare ciò che è accaduto in passato (altre vite) e riportarlo qui, cercando di far collimare i pezzi.
Quando Mercurio entra in retrogradazione è necessario fermarsi. Il movimento inizia a 04° Leone l'08 luglio e avanza fino a 23° Cancro, concludendosi il 01 agosto. 
Il Guerriero Solare è un'energia di focalizzazione verso un punto. Insieme, il Guerriero che risuona al Tono Solare e Mercurio che inizia il moto retrogrado, chiedono di fermarsi per notare i passi fatti finora, cosa lasciar andare e come poi proseguire il viaggio.
Il percorso di Mercurio dal Leone (formalismo, risposta alle griglie esterne) al Cancro (bisogno di accoglienza, desiderio di ricevere un nutrimento congruo, vivere nei ricordi di ciò che è stato) ci mette in contatto forse con le fragilità ignorate. Permettiamoci però di stare su questo sentiero con la forza e la centratura acquisite finora. Così sarà più proficuo il risultato.
Siamo agli sgoccioli dell'attuale corso del Tempo Sacro, i 260 giorni dello Tzolkin, iniziato il 26 ottobre 2018, siamo quindi nella Tredicesima Luna. Si conclude però non solo un tempospazio di 9 mesi, ma anche un intero macrociclo di 13 anni. Ciò accadrà il prossimo 24 luglio. Mercurio torna diretto il 01 agosto. Ciò che si sta concludendo è un ciclo di purificazione emozionale durato 13 anni (2006/2019), necessario per scendere nel profondo, in contatto con la nostra vera natura galattica, oltre le illusioni delle emozioni, per far risplendere l'umanità interiore in tutta la sua bellezza. Come possiamo avanzare sul cammino se ancora rifuggiamo le ombre?
Lasciamo andare, entriamo in noi. Osserviamo le emozioni che vogliono manifestarsi, anche se sono scomode, anzi, proprio perché sono scomode. Stiamo attraversando tempi sconosciuti, non ci sono parametri che spieghino. Non cerchiamoli. Inventiamo noi i nuovi parametri basati su un sentire sincero che nasce dal profondo, un sentire radicato nella pancia, nei bisogni, ma che scende ben oltre e svela. Lasciamoci sorprendere da ciò che vedremo da qui ad allora. 
In lak'ech!

domenica 30 giugno 2019

02.07.2019 - ECLISSI TOTALE DI SOLE NEL NOVILUNIO IN CANCRO NEL GIORNO DEL CANE BIANCO ELETTRICO, KIN 210 - QUANTA PAURA FA LA FIDUCIA?


L'Eclissi Totale di Sole nel Novilunio in Cancro a 10° accade alle 20:23 italiane del 02 luglio. Un altro punto di attenzione sull'Asse Capricorno/Cancro, già molto stimolato, a intensificare un processo di risveglio attraverso la scelta tra Morte e Vita. Come ho respirato la vita quando sono uscito dal ventre materno e quanta vita ho preso dentro di me? In quel modo mi fido e mi affido all'altro, nell'incontrare in lui/lei le mie parti inconsce, con l'apertura consapevole di poter accettare ciò che normalmente è nascosto e solo grazie all'azione congiunta tra ciò che noi siamo e ciò che l'altro è, può essere rivelato.
Più prendo la vita in me, con volontà e consapevolezza, più sono presente in ciò che accade.
Più rifiuto la vita per paura del cambiamento, della perdita, del non venire riconosciuto, meno realizzo ciò che sono venuto a me, più fatica faccio ad arrendermi all'amore che l'altro porta.
Tutto questo accade nel giorno del Cane Bianco Elettrico, Kin 210, giorno 3 dell'Onda Incantata della Stella Gialla. Il Cane Bianco è Amore, Fedeltà, Lealtà, necessarie per far crescere e fiorire un sentimento di fiducia ed intimità. Solo provando ad andare oltre gli apparenti ostacoli che troviamo nella coppia possiamo respirare nel senso di comunione. Gli ostacoli sono apparenti perché sono i filtri percettivi del nostro vissuto, le griglie attraverso cui osserviamo il modo in cui l'altro ci guarda, per notare se e quanto "ci ama".
Ci viene chiesto ora di arrenderci alla scomparsa del Sole, coscienza vigile, inghiottito dalla Luna, forza inconscia ancestrale. In questo contatto prevale la verità intrinseca di quello che risuona dentro il nostro ventre. Impariamo a notare e a fare spazio, attivando un altro punto importante dentro di noi, il campo di risonanza del Cuore, dove le emozioni possono essere incluse, elaborate, accettate, integrate, facendo posto a ciò che ha normalmente creato strettoie e intasamenti nei flussi di scorrimento energetico all'interno del nostro sistema individuale.
Questa mattina ho scritto come al solito l'oracolo giornaliero nella mia pagina di Facebook @stefaniamarinelli23, che riporto qui perché spiega molto bene su cosa focalizzarsi durante questo periodo di luglio 2019:
Dal 30 giugno al 12 luglio entriamo nell’ultimo ciclo di 13 giorni dell’attuale corso d questo Spin Galattico iniziato il 26 ottobre 2018. Sincronicamente chiudiamo un ciclo di 260 giorni (una gestazione umana) nel momento in cui si sta concludendo un ciclo di 364 giorni (le 13 Lune di 28 giorni, dal 26 luglio al 24 luglio dell’anno successivo), nel momento in cui si sta chiudendo un megaciclo di 13 anni iniziato il 26 luglio 2006. Dal 30 giugno al 13 luglio possiamo riflettere su tutto quello che si sta convogliando nel nostro qui e ora per essere lasciato andare. I cicli di chiusura sono sempre molto importanti perché aprono a prendersi il tempo di portare dignità, sostanza e contesto a quanto accaduto finora, che è sempre molto importante, perché grazie a ciò siamo diventati ciò che siamo. Tra le altre cose, durante l’Onda della Stella Gialla ci sarà un’eclissi totale di Sole (visibile in Sud America), un ulteriore processo di oscuramento per ritrovare la particella di luce primigenia che splende dentro di noi.
Come in un ogni giorno Magnetico, oggi possiamo attrarre a noi un proposito da sviluppare fino al 12 luglio. Raccogliere i rami secchi da bruciare nel Giorno Fuori dal Tempo, il prossimo 25 luglio, giorno del Perdono, può essere un buon intento. Così il 26 luglio si inizia il ciclo di 13 anni del Mago Bianco con il cuore più leggero. 
In lak'ech!

giovedì 20 giugno 2019

21.06.2019 - SOLSTIZIO D'ESTATE NEL GIORNO DELLA TEMPESTA BLU INTONANTE, KIN 239, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA

DIPINTO DI GLORIA MURIEL


Il 21 giugno alle 17,54 italiane il Sole entra a 00° Cancro, decretando così il Solstizio d'Estate, che dà inizio alla Stagione della Luce. I Solstizi e gli Equinozi sono i momenti salienti del calendario solare, i cui movimenti determinano la vita sulla Terra. Essi cadono all'interno dei Segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno), le forze che aprono al Nuovo. Quando il Sole entra a 00° di uno di essi, si apre il passaggio dentro un ciclo di rinnovamento. La configurazione geometrica a cui i pianeti danno vita in quel momento diventa la forma che accompagna il mentale collettivo verso una fase di scoperta. Nel 2019 l'ingresso del Sole in Cancro determina un rafforzamento del processo di liberazione dalla freddezza e dal cinismo, dalla necessità di chiudersi alle relazioni a causa di sofferenze passate. L'animo tende ad aprirsi all'intimità, o almeno sente particolarmente il bisogno di avere un nido in cui rilassarsi, nonostante tutto. Questo processo è iniziato a novembre 2018, ne ho scritto tanto (qui un link per approfondire), ha toccato picchi importanti a gennaio e poi ad aprile. Ora esploriamo un ulteriore step di confronto tra noi e l'altro, tra la resa all'abbraccio e al costo che l'abbandono all'altro, all'amore, a noi stessi, può avere per ciascuno di noi.
Non si può sfuggire a questo specchio. Siamo comunque spinti ad includere, a riammettere le persone con cui si è creato un attrito. Non è più possibile voler essere in guerra perché il Cuore chiama all'unità, al superamento del conflitto. E non perché sia bello perdonare, ma perché si è superato il senso di separazione, arrivando ad arrendersi completamente al concetto di complementarietà, che è la vera risorsa della dualità. 
Questa stagione 2018/2020 vede una forte polarizzazione tra i Segni Cancro/Capricorno, sia perché essi sono sede dei Nodi Lunari, rappresentanti il viaggio dell'anima tra l'oblio ed il ricordo di sé, sia perché ora il Capricorno ospita sia Saturno che Plutone e il prossimo anno anche Giove, tre Archetipi della Missione di Vita e delle sfide che si rivelano quali opportunità uniche per arrendersi definitivamente a ciò che si è.
Quando è attiva una tale polarizzazione in maniera continuativa, lo stato di coscienza è chiamato all'unità, a trascendere le differenze, perché la mente non regge un conflitto costante e segna il passo. Provare a fare resistenza non ha senso, si rischia di raggiungere stati di parossismo. Come muoversi dunque? Non ci viene chiesto di farlo. Stare, osservare, andare oltre lo stimolo, incanalare l'irrequietezza all'interno del corpo e lasciar scivolare l'energia in eccesso lungo le gambe e dentro la Terra. Diventare consapevolmente delle antenne rice-trasmittenti: il più grande servizio che possiamo rendere al pianeta ed al collettivo.
Il 21 giugno del calendario gregoriano corrisponde nel Dreamspell, Sincronario Galattico, al quinto giorno dell'Onda dell'Aquila Blu (giorno 23 della Luna Cristallo dell'anno della Luna Rossa Cosmica), Tempesta Blu Intonante, Kin 239, Portale di Attivazione Galattica. La Tempesta Blu è la forza che può cambiare il mondo, ripulendo l'atmosfera dalla pesantezza dei circuiti mentali ossessivi, purificando la visione dalle nebbie della confusione, liberando il cuore dagli strati della paura. Essendo un giorno Portale, il Kin 239 è portatore di un forte flusso intuitivo ed ispirazionale. Sarà chiaro dove sia ora di apportare tagli drastici, liberando l'esistenza da rami e rovi secchi che ci hanno difeso finora, ma che ci stavano tenendo prigionieri di noi stessi.
Una nuova stagione di inclusione ci attende, durante la quale elaborare il nostro rapporto con il senso di appartenenza e con le radici.
A ciascuno il suo!
In lak'ech!


domenica 16 giugno 2019

PLENILUNIO IN SAGITTARIO E INIZIO DELL'ONDA DELL'AQUILA BLU, KIN 235 - INCANALARE IL FUOCO DEL RESPIRO PER RADICARE LO SPIRITO NEL CORPO


Lunedì 17 giugno alle 10.30 ore italiane la Luna diventa Piena a 25° del Sagittario, Luna di Fuoco, supportata dalla congiunzione con Giove retrogrado a 18° Sagittario. Questo aspetta evidenzia le urgenze pressanti (mondo interiore del Fuoco, il Rosso che dal basso vuole emergere) che spingono a essere manifestate. Tuttavia Giove, Governatore del Plenilunio, essendo retrogrado fino a luglio, frena l'impeto e cerca di trovare una via in cui incanalare quelle urgenze. E' un apprendimento importante, perché significa imparare a rallentare per diventare funzionali, e non auto-distruttivi.
In questo POST spiego gli aspetti planetari di questa estate 2019: Giove ne è direttamente coinvolto perché sta formando un aspetto preciso di tensione con Nettuno in Pesci (gli obiettivi spirituali, il senso del sacro nell'esistenza). La domanda a cui i due pianeti danno forma è: i miei obiettivi hanno un senso? Mi sto muovendo nella giusta direzione o sto avanzando alla cieca, senza direzione?
Accettiamo il senso di sospensione e di attesa. Le idee vanno lasciate andare come arrivano, senza trattenerle, esse seguono traiettorie che non ci servono. Avanziamo piuttosto lentamente, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Meglio adesso non fare programmi a lungo termine, ma seguire i sassolini che la Sincronicità pone davanti ai nostri passi.
Per cui l'energia di questo Plenilunio è particolare, perché solitamente la Luna in un Segno di Fuoco attiva il ruggito interiore, che ovviamente preme per essere espresso. Invece ora il ruggito ha bisogno di essere incanalato ed agito in silenzio, perché l'energia mantenuta dentro, si espande e crea un'onda potente che può modellare gli schemi presenti, portando il cambiamento, se e quando questo sia necessario. 
Imparare a incanalare l'irrequietezza, la fretta, l'ansia, immaginando di farsi attraversare da fiumi di luce che dalla gola scendono lungo il corpo fino ai piedi, oppure canali di luce che dalla nuca, dalla testa, scendono attraverso le spalle e l'addome fino ai piedi, serve a scaricare la mente dall'eccessiva sollecitazione. Perché sollecitiamo continuamente la mente? Perché non stiamo mai abbastanza nella presenza del corpo. Non è facile farlo con la Luna di Fuoco, ma qualora ci sentissimo particolarmente agitati, questa è la via per trovare una maggiore tranquillità: il rapporto con il corpo fisico, il contatto con il suolo, con la forza del femminile accogliente, anziché continuare a correre agendo in base al Fuoco maschile. Il corpo fisico è Terra, femminile, lento, finito, limitato. Richiede la cura, non la fuga.
Questa estate è un momento in cui è necessario mettersi proprio lì.
Sincronicamente il 17 giugno inizia l'Onda Incantata dell'Aquila Blu, fino al 29 giugno, un tempospazio che apre alla Visione. Che ce ne facciamo delle visioni se non le sappiamo integrare nel mondo quotidiano? Diventa quindi urgente riconoscere come gestire tutto il Fuoco, affinché la nostra parte interiore Fuoco venga agita per il nostro bene, per bruciare l'eccesso e il superfluo. Altrimenti esso ci rende trottole impazzite, preda e vittime di noi stessi e dell'irruenza del mondo emozionale senza controllo. Fuoco e Respiro, Respiro e Spirito. Ecco la chiave. Respiro lo Spirito del Fuoco e lo lascio espandere e divento Fuoco, illuminando, bruciando e trasformando attraverso il calore ciò che sono. Divento Spirito attraverso il Corpo e integro in me la Forza della Vita, che è Spirito, che è Respiro, che è Fuoco.
In lak'ech!


lunedì 10 giugno 2019

UNO STRANO CIELO ASTROLOGICO NEL GIORNO DELLA STELLA GIALLA RISONANTE, KIN 228 - IL CAMBIAMENTO E' QUI E ORA


Questa mattina ho dato un'occhiata al Cielo Astrologico ed ho trovato una configurazione molto forte. I pianeti stanno dialogando tra loro in maniera concitata e creano panorami tesi. Ci sentiamo tirati tra due opposti? Non riusciamo a decidere definitivamente da che parte stare? E che non dovessimo stare da nessuna parte, ma semplicemente essere?
Questa la foto della situazione planetaria di questa mattina. Si possono notare tre Opposizioni forti (aspetto di rifiuto/negazione - righe rosse lunghe) e 5 Quadrature (conflitto interiore - righe rosse corte).


Le opposizioni riguardano i Segni Mobili, Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci, a decretare un movimento potente di cambiamento. Questi 4 Segni che formano una Croce sono quelli che chiudono  le stagioni. Sentiamo pure da tanto di essere in chiusura. Ora è il tempo. 
Ad essi si aggiungono i Nodi Lunari, simbolo del viaggio di Risveglio, che tra Capricorno e Cancro stanno aprendo il cammino verso un'altra realtà in cui il corpo sia in linea con l'obiettivo dell'anima. Qui Saturno, congiunto con il simbolo di ciò che deve essere lasciato, forma un'opposizione con Marte in Cancro, che si trova nel punto da raggiungere a livello di consapevolezza. Se c'è un bisogno, è ora di prendersene cura, così da non soccombere più a noi stessi. Come sempre, perché continuare ad addossare la responsabilità della propria vita a fattori esterni? Siamo diapason che emanano un'onda, una nota che crea in base alla velocità con cui si propaga nel tempospazio. E' ora di muoversi di conseguenza, e in caso, cercare di rettificare la frequenza attraverso il respiro e la meditazione.
Tutto apparentemente porta verso l'esterno, però passa per il Centro. Questa configurazione è attiva solo oggi perché sono coinvolti il Sole e la Luna, che si muovono velocemente. Il messaggio di questo Cielo porta uno sguardo profondo verso la necessità di rimanere ed osservare come le cose cambiano senza sforzo da parte nostra. Continuando a muoverci, finiamo solo con l'annaspare.
Nel Sincronario Galattico oggi è Stella Gialla Risonante, Kin 228, giorno 7 dell'Onda del Vento Bianco, creatrice di una frequenza che stimola alla sintonizzazione. Quindi fermiamoci, anche se è lunedì e stiamo correndo dietro alla nostra vita. Fermiamoci. Ascoltiamo cosa si agita nei cuori. Poi scendiamo dentro. Chi respira dentro il nostro cuore, nel nostro centro? Chi sorride placidamente dentro di noi? Siamo ancora molto lontani dal toccare quel sorriso? Possiamo rimanere fermi al centro, nonostante i forti movimenti che ci spostano continuamente?
Tutti i valori dei flussi energetici di oggi richiamano al prendere una posizione. Focalizziamoci su questo.
In lak'ech!

martedì 4 giugno 2019

LA QUADRATURA GIOVE/NETTUNO: PRESENZA, INTEGRAZIONE E COERENZA - Gli aspetti planetari dell'estate 2019

IMMAGINI DI ELIZABETH KYLE

Il 2019 è un anno di passaggi importanti a livello astrologico, ma non solo. Questo è un tempo sacro in cui rendere onore a ciò che siamo in qualità di anime al servizio di un bene più grande. In nome di ciò, ci viene chiesto con urgenza di riconoscere noi stessi, la qualità della luce che emaniamo, e di realizzare il nostro progetto, qualunque esso sia, qui sulla Terra.
Per fare ciò, è necessario liberare, aprire, fare spazio, accettare, arrendersi, osservare, gioire e integrare.
A livello galattico, siamo in un anno di trascendenza e stiamo abbandonando tanto passato per chiudere definitivamente tutto quello che è iniziato nel 2006. Per questo siamo alle prese con molte tematiche potenti. 
A livello astrologico, gli Archetipi dei Pianeti Maestri si trovano a casa propria, re del proprio regno, a esercitare un'azione ispirazionale ed intuitiva forte, che metta le persone in contatto con il proprio Maestro Interiore. Per chi non si intende di astrologia, quando un pianeta transita nel proprio Segno, esso emana un insegnamento di qualità, preciso e determinante.
Questi pianeti sono Saturno, Maestro del Karma, portatore delle memorie da trasformare per rendere le risorse talenti; Giove, Maestro della Missione Spirituale, che espande la visione nell'accorgerci se siamo in linea con un obiettivo congruo; Nettuno, Maestro della Coscienza Cristica Realizzata, ispiratore del processo di accettazione totale e realizzazione del sé.
Saturno ha un ciclo lungo, e rimane in Capricorno, suo Segno di governo, dal dicembre 2017 al dicembre 2020, con una breve pausa in Aquario tra gennaio e marzo 2020.
Nettuno ha un ciclo lunghissimo e sparge i semi della Coscienza Cristica per tanti anni, ma la durata ha un senso. Deve passare tempo per fare attecchire i semi del puro amore; gli umani sono chiamati ad innamorarsi di loro stessi, ed è la prima volta che accade in eoni. Il suo transito in Pesci, suo Segno di Governo va dal 2012 al 2025.
Ciò che fa la differenza è Giove, perché il suo ciclo è annuale, e ritorna in un segno una volta ogni 12 anni. Dal novembre 2018 si trova in Sagittario, suo Segno di governo e ciò è accaduto 12 anni fa e riaccadrà tra 12 anni (il transito in Sagittario lo conclude a dicembre 2019). La Sincronicità della presenza contemporanea di questi 3 Grandi crea un panorama interiore molto forte.
La prospettiva interessante è data dalla Quadratura (aspetto di tensione) che si viene a creare tra Giove, Missione Spirituale, e Nettuno, Coscienza Cristica. Poiché Saturno richiama il contatto con l'Essenzialità, tutti noi percepiamo l'importanza di mettere a fuoco perché siamo qui. Giove crea un senso di urgenza interiore, a volte di entusiasmo iniziale parossistico, che ci sgancia dalla realtà. La Quadratura con Nettuno, che nell'aspetto ombra è annebbiamento illusorio, dà forma ad un enorme senso di smarrimento, che mette in allerta tutto il nostro sistema umano, a volte creando realtà esterne di invasione, di prevaricazione, di sconfinamento. Potremmo sentire la necessità di mettere confini ben delimitati. Se non lo facciamo, ci sentiamo totalmente disorientati.
La Quadratura Giove/Nettuno aiuta ad accorgersi di come riusciamo a stare in presenza di ciò che accade nel qui e ora, soprattutto se ci occupiamo di risveglio spirituale e relazione d'aiuto. Non è possibile portare ciò che non abbiamo a nostra volta integrato. E' un aspetto disarmonico perché rende consapevoli delle disarmonie esistenti. I giorni clou verranno toccati a fine mese e al momento opportuno ne riscriverò.
In lak'ech!

lunedì 3 giugno 2019

03.06.2019 - LUNA NUOVA IN GEMELLI NEL GIORNO DEL DRAGO ROSSO COSMICO, KIN 221 - SI CONCLUDE L'ONDA DELLA LUNA ROSSA

IMMAGINE DI LINDSAY RAPP


Ecco, questo Novilunio ci voleva! La sua leggerezza già si intuisce, con il caldo che piano piano torna, e le nuvole fredde, che così intensamente hanno morso stomaco e gola, ventre e gambe, si dissolvono, piano piano. Finalmente usciamo da un periodo piuttosto difficile. Dallo scorso 22 maggio l'Onda della Luna Rossa, con i suoi moti di purificazione emozionale, ha portato un ennesimo tuffo dentro qualcosa di denso che ancora non era stato sciolto. Così abbiamo navigato una volta di più dentro le nostre intense acque interiori. Ci stancheremo mai di metterci alla prova con giravolte esistenziali che ritornano sempre allo stesso punto?
Credo che questa volta tanti di noi abbiano imparato la lezione, mettendosi nella posizione di dire no per segnare confini che delimitassero nuovi cammini. Ecco ciò che porta questa bella Luna Nuova a 12° Gemelli (alle ore 12,00 italiane del 03.06.2019): qualcosa di estremamente fresco e giovane si rivela nella nostra vita. Qualcosa che risolleva lo spirito dopo mesi di affondo nelle tematiche più difficili. Ringraziamo sempre e comunque la forza riscoperta che ci ha dato modo di affrontare i fantasmi interiori. Ciò significa che il lavoro fatto finora ci permette di stare davanti a ciò che c'è senza soccombere, finalmente. Stiamo soffrendo o abbiamo sofferto solo perché abbiamo infine la forza di accorgerci di situazioni spiacevoli a cui eravamo totalmente e volutamente ciechi. 
Detto questo, ora cominciamo a respirare e a guardare davanti. Un nuovo ciclo ci aspetta.
Finisce oggi infatti con il Drago Rosso Cosmico, Kin 221, l'Onda della Luna Rossa, il ciclo di Tzolkin iniziato 13 giorni fa. Il Drago Rosso è la forza che nutre tutti - è la Grande Madre, la Terra che accoglie. Rappresenta anche un forte senso di se stessi. La personalità Drago Rosso non passa inosservata. Il Drago Rosso Cosmico trascende questa essenza portandoci oltre ciò che vogliamo essere, per accompagnarci in una quieta manifestazione di ciò che siamo: presenti sì, ma in osservazione pacifica di ciò che accade. A questo livello il Drago Cosmico diventa puro accudimento, indossando l'archetipo della Forza Primaria che dona se stessa indistintamente a chi ha bisogno.
In questo aspetto il Novilunio in Gemelli è estremamente sincronico oggi, perché a sua volta ci trasporta oltre le prese di posizione che possono creare sofferenza, le maschere che abbiamo affrontato negli ultimi mesi con coraggio e dedizione. Ora è tempo di riposarsi e di riprendere a respirare. Sincronicamente il Drago Rosso appartiene alla Famiglia Cardinale, che Stabilisce le Genesi, Quinto Chakra della Terra (la comunicazione, il respiro, le parole). Il Kin 221 è guidato dal Serpente Rosso, Famiglia Polare, che Suona le Armoniche, Settimo Chakra della Terra.
Siamo nel giorno 5 della Luna Cristallo, Plasma Radiale Alfa, le correnti elettriche che si generano dal Sole, connesso con il Quinto Chakra del corpo umano. Di nuovo, i valori energetici che si attivano oggi sono connessi con la Comunicazione, che è una parola chiave del Segno dei Gemelli, ma anche con la creatività e la visione. Come scritto sopra, tempo di nuovi progetti che sorgano dalle macerie di quello che abbiamo destrutturato fino a ieri.
In lak'ech!

venerdì 31 maggio 2019

LO SPECCHIO DENTRO IL CUORE - LUNA CONGIUNTA A URANO IN TORO NEL GIORNO DELLO SPECCHIO BIANCO PLANETARIO, KIN 218, P.A.G.

DIPINTO DI ISABEL BRYNA SACRED

Il 31 maggio è il giorno dello Specchio Bianco Planetario, Kin 218, la Manifestazione di ciò che abbiamo elaborato negli ultimi giorni a livello emozionale. Poiché si tratta di un giorno Portale di Attivazione Galattica, momento in cui le porte psichiche sono maggiormente aperte, la percezione del nostro mondo emozionale oggi sarà particolarmente forte. Per esempio, potrebbe accadere di sentire dentro una forte vibrazione, avendo la sensazione di non riuscire a controllare il flusso della Vita che ci invade. L'Onda della Luna Rossa insegna proprio a fluire. Se possibile, non facciamo resistenza ed osserviamo cosa significhi vivere più spontaneamente.
Oggi la Luna si trova in Toro, Segno di Terra, portatore di confini e stabilità. Come ormai chi mi legge sa, in Toro transita per ben otto anni Urano, Archetipo dell'Extraterrestre, di ciò che sta oltre. Il suo compito è quello di dissolvere confini e certezze, per trovare un radicamento profondo in ciò che c'è dentro, togliendo lo sguardo dal fuori per scoprire la Presenza del Sole dentro di noi.
La Luna e Urano congiunti insieme hanno la forza di dissolvere i pesi ed i carichi dell'Appartenenza. Cosa significa? La Luna di per sé rappresenta il Clan da cui proveniamo. Il Clan è simbolo di sopravvivenza. In antichità non ce la si poteva fare al di fuori del clan, che invece garantiva protezione e soddisfazione dei bisogni primari. Per appartenere si doveva ubbidire e rispettare le leggi alla base della sopravvivenza del clan stesso. Non tutti però sono riusciti a rimanere chiusi e protetti, quelle anime hanno preferito la fuga e la disubbidienza, e si sono generati gli esclusi. 
L'era di Urano in Toro (2018/2027) ha lo scopo di dissolvere i muri di esclusione per riammettere chi è rimasto al di là. La Luna che si congiunge a Urano mostra una forma di libertà assoluta, a cui però si deve essere in grado di far fronte. Oltre ogni zona confort. La sensazione oggi diventa ancora più forte, perché questa configurazione astrologica attiva anche la Luna Nera in Pesci, che può  rappresentare, tra le altre cose,  il senso di colpa per aver compiuto un gesto di amore verso noi stessi, che ci è costato l'appartenenza. Quanti di noi hanno dovuto fare scelte dolorose, tranciando legami importanti, che però avevano un costo altissimo? Per scegliere se stessi, a volte abbiamo pagato salato. L'anima in quei casi è venuta qui per fare un'esperienza di amore assoluto. Però la parte umana fa fatica. E così oggi possiamo imparare a respirare dentro l'alleggerimento dai sensi di colpa. Lo Specchio Planetario mostra che le scelte fatte, soprattutto quando sono costose, sono estremamente sacre, appuntamenti che dovevamo vivere per portare un'esperienza d'amore fino in fondo. E poi andare oltre. E oggi possiamo varcare la soglia.
Lo Specchio Bianco appartiene alla Famiglia Segnale, che Suona le Armoniche, Terzo Chakra della Terra. Il Kin 218 è guidato dall'Allacciatore dei Mondi Bianco, Famiglia Cardinale, che Stabilisce le Genesi, Quinto Chakra della Terra.
Siamo nel giorno 2 della Luna Cristallo, Plasma Radiale Seli, la forza della Luce del Sole, connesso con il Primo Chakra del corpo umano. 
Oggi si attivano dunque il Primo Chakra, che è la Radice, da cui sale il Rosso del Fuoco della Terra, che attiva la Volontà del Terzo Chakra, che aiuta ad esprimere con forza le parole che si annidano nel Quinto Chakra.
In lak'ech!

lunedì 27 maggio 2019

LUNA NERA IN PESCI - LA PAURA DELLA PERDITA, IL SENSO DI COLPA E COME SOPRAVVIVERE A TUTTO CIO' - 09.05.2019/26.01.2020

IMMAGINE DI AUTUMN SKYE

Questi prossimi otto mesi saranno molto interessanti dal punto di vista emozionale, come se non ne avessimo già vissute abbastanza da questo punto di vista. La Luna Nera, punto profondo di sé, inconscio, punto cieco, da cui non ci si vede, a causa del quale non si percepisce la propria bellezza, ha varcato la soglia dell'Oceano Divino, Segno dei Pesci e ci sta portando in contatto con l'Assenza.
Nell'Oceano Divino Tutto è, non è esiste individualità. Se rapportiamo questa immagine nel mondo umano duale, essa ci mostra l'ombra della non-presenza e del non-riconoscimento. Se tutti siamo uguali, allora nessuno è importante né fondamentale. Quindi non sentiremo di ricevere ciò che invece è così chiaro che ci spetti. Allora nessuno mi ama, allora nessuno mi cerca, mi desidera. Eccetera.
Per paura di questa situazione, siamo pronti ad entrare in ogni tipo di deviazione, di auto-tradimento, pur di stare dentro il gioco di assecondare e manipolare per ricevere. Da una parte assecondiamo, dall'altra giudichiamo di venire manipolati e ci arrabbiamo con gli altri, sentendoci vittime, condannandoci ad una fuga costante. 
Ecco.
L'Infinito ci abita, ma non lo sappiamo.
Il Cosmo è in noi, ma lo temiamo perché a volte la vastità fa lo stesso effetto della morte.
Ora però è ora di abituarsi perché la velocità a cui viene sottoposto il sistema nervoso è talmente alta che non riusciamo più a sostenere ulteriori sollecitazioni.
E' ora di imparare a guardare le manipolazioni a cui ci sottoponiamo e che agiamo. E' ora di mettere un certo grado di distacco tra noi ed il mondo emozionale, che sta diventando sempre più ingestibile. E' così solo perché l'esperienza sia costruttiva e decidiamo di volerla padroneggiare. E' ora di vedere come il caos apparente venga creato da una forza interiore che pazientemente sta attendendo che finalmente apriamo il Cuore e gli occhi. Tempo ne abbiamo. Otto mesi sono lunghi. Abbiamo la volontà di cambiare e di fare qualcosa per la nostra pace interiore?
In lak'ech!

IL TEMPO DI LASCIAR FARE AL TEMPO - LE QUADRATURE TRA MARTE E CHIRONE E SOLE E LUNA NERA


Segnalo in questi giorni (da metà a fine maggio circa) la presenza di alcune Quadrature planetarie che possono stimolare l'emersione di conflitti interiori. Già dalla settimana scorsa - 22/23 maggio - si erano evidenziate delle forti ondate emozionali, giustificate dal fatto che si stanno chiudendo ere esperienziali di grande sfida. Dal punto di vista dell'Astrologia Galattica basata sul computo delle 13 Lune di 28 Giorni, stiamo navigando nelle ultime tre Lune che completano un ciclo di 13 anni, iniziato nel 2006, votato all'elaborazione dei tanti strati emozionali ossidati nei corpi sottili.
Chiaro che ora tutto si faccia più intenso, perché gli eventi possono velocizzarsi nel fornirci occasioni di espellere le scorie più dense. Sincronicamente navighiamo nell'Onda della Luna Rossa fino al 03 giugno, il ciclo di 13 giorni che insegna la Purificazione.
Così ho notato che il 17 maggio Marte, pianeta di Fuoco, è entrato nel Segno d'Acqua del Cancro, e fino a fine mese crea un'orbita di tensione con Chirone a 04° Ariete. Le nuove forze che ci stanno chiamando a prendere una definitiva strada verso il cambiamento vengono strattonate indietro dagli irrisolti. Evidentemente ancora non siamo pronti ad andare. Ancora qualcosa deve essere completato ed è giusto lasciare che il Tempo faccia il suo lavoro. Il Tempo è così importante in questa dimensione. Lasciamo che Esso sia.
Allo stesso modo sta lavorando ed ha lavorato la Quadratura tra il Sole entrato il 21 maggio in Gemelli e la Luna Nera entrata il 03 maggio in Pesci. Essi ci stanno insegnando l'equilibrio tra conscio ed inconscio, tra razionalità e follia, due condizioni così umane, così nostre. Imparare a camminare al di sopra di tutto è veramente importante ora, per vedersi oltre ogni evento, così da trovare un centro, nonostante tutto.
Ricordo che quando parlo di pianeta astrologici, non mi sto riferendo ad una configurazione in Cielo, ma sto parlando di Archetipi, di parti interiori che si muovono stimolando un sentire, un vedere, un prendere atto ed un fare consapevolezza. Nulla accade se non dentro di noi.
In lak'ech!

martedì 21 maggio 2019

IL TEMPO DEL RENDERSI CONTO - I TRANSITI IN CAPRICORNO E LA MISURA DI SE'


Questi giorni offrono tanti spunti per scrivere. Se ieri ho dovuto far presente quanto fosse necessario lasciar andare tutta la tristezza che stava emergendo, per fare pace anche con una certa parte della nostra vita, stasera non posso fare a meno di esprimere uno strato fondamentale che si rivela in tutta la sua potenza, qualcosa che tendenzialmente ogni umano rifugge: la solitudine.
E' scoppiata come una bomba nel cuore, deflagrando interiormente, creando voragini. O meglio, rivelando voragini già presenti. Mi ritengo fortunata di riuscire finalmente a stare in osservazione, dopo una vita di fughe. Devo aver elaborato bene, perché ora sto toccando confini da cui ho sempre cercato di tenermi lontana. Ora ci sono. La sofferenza è immensa, ma mi sto permettendo di rimanere e sentire come la solitudine mi ha sempre scorticata viva. Ci sto dentro. E non c'è consolazione, nulla che possa consolare. Una sensazione totalizzante, un'onda immensa che toglie il fiato. Eppure esisto lì dentro. Ci navigo da sempre. Ora ho però un timone in mano e attendo che l'intensità passi, che l'onda discenda, portando la calma. Ma nulla è più come prima. L'essere testimone di questo processo è un dono immenso, direttamente portato dall'azione precisa e misurata di Saturno retrogrado; il Maestro dell'Anima si ripresenta dopo trent'anni e chiede quanto siamo cresciuti nell'autonomia. L'ultima volta ho fatto una scelta campale pur di sfuggire alla sofferenza della separazione. Non sono riuscita a stare in piedi da sola. Ero molto giovane e spaventata. Questa volta, forte dell'esperienza e dell'amore che ho imparato a creare dentro e intorno a me, posso. Saturno misura, plasma, segna dei confini, e lo fa con la complicità di un Archetipo potentissimo, Plutone, Occhio Psichico, Forza Inconscia che scava e porta in superficie, a sua volta retrogrado, quindi capace di riesumare le antiche tematiche irrisolte. Considerando che essi sono congiunti al Nodo Lunare Sud in Capricorno (Saturno e Nodo Sud 20°/Plutone 22°), la valigia del passato da svuotare, ecco che il senso di smarrimento è altissimo. Quanto saremo freschi e puliti, una volta passata questa onda? Il fatto è che non so dire quando accadrà. Osservo, faccio surf, seguo la corrente e vi tengo aggiornati. Altro al momento non riesco.
In lak'ech!

lunedì 20 maggio 2019

I POSTUMI DEL PLENILUNIO IN SCORPIONE - LA TRISTEZZA ATAVICA DIVENTA FORZA INOSSIDABILE



Scrivo una nota veloce per necessità. Siamo nei giorni immediatamente successivi al potente Plenilunio in Scorpione di sabato 18 maggio e da allora, complice un meteo assolutamente mortifero e freddo, stiamo sprofondando in una tristezza immensa. Almeno per quanto riguarda me e tante persone con cui mi sono sentita in queste giornate. Si è aperto un pozzo profondo. Approfittiamone. Per quanto poco piacevole, è quando ci si ritrova nella verità di un vuoto immane che ci si conosce veramente. Non c'è nulla che possa consolare ora ed è perfetto così, per conoscere ogni asperità di solitudine che stride sulla superficie della struttura ossea che ci limita e contiene. Questi sono confini sacri, quelli che si stanno rivelando. Questo spazio ghiacciato che abbiamo nel cuore, nel ventre, corrisponde a ciò che finalmente siamo pronti a sperimentare senza più timore di percepire qualcosa che ci sommergerà. Quella paura svanisce nel constatare che possiamo sopravvivere all'esperienza. Nulla sarà mai troppo grande, o troppo oscuro. Stiamo sopravvivendo a noi stessi, ed è una grande vittoria.
Un altro passo compiuto verso l'autonomia e l'auto-realizzazione. 
Ora il Sole interiore può rivelare se stesso e splendere. La Luna in Scorpione ha scavato una voragine da cui si intravvede lo scheletro luminoso che ci abita. Pura Luce che finalmente si sente libera di brillare.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila 

venerdì 17 maggio 2019

PLENILUNIO IN SCORPIONE - IL PASSAGGIO DALLA MORTE ALLA VITA - 18.05.2019




Il 18 maggio 2019 alle 23,10 italiane la Luna diventa Piena nel Segno dello Scorpione. I giochi si fanno ancora più intensi del solito (se possibile), visto che essi si svolgono su un Asse zodiacale fondamentale: Toro/Scorpione, quanto amo la vita/quanto sono attaccato alla morte.
Il Sole si troverà a 27° Toro - la Luna a 27° Scorpione. I due Archetipi Maschile/Femminile si guardano: il Sole in Toro è il Loto che si apre nell'offerta d'amore - la Luna in Scorpione riflette tutta la profondità del dolore che a volte si intromette nel nostro permetterci di prendere quell'amore così offerto.
Possibile cambiare i parametri? Possibile rendersi conto di quanto viviamo con il freno a mano inserito e non notiamo la bellezza e l'abbondanza a nostra disposizione? 
Queste due ultime settimane, tra il Novilunio del 05 maggio (Sole e Luna congiunti a 14° Toro) ed il prossimo Plenilunio in Scorpione, sono state estremamente attivanti: qualunque fosse il settore che necessitava di venire sondato, sperimentato, indagato, vissuto, ha ricevuto la sua luce. Abbiamo portato l'esperienza nelle nostre vite e quello che dovevamo vedere, lo abbiamo visto. E' stato faticoso, ma lo sforzo nel sostenere l'esperienza è stato commisurato al tempo necessario a prendere confidenza con la nuova realtà che chiama per manifestarsi. Il nuovo non può arrivare se non liberiamo il campo. La Vita non può farsi se ancora guardiamo verso la Morte, se ancora non crediamo di poter essere felici, se ancora siamo identificati con le ferite e non con il talento nascosto dietro ad esse. Il Cuore non può prendere il sopravvento, e con esso un'esistenza fatta di pura creatività in manifestazione, se ancora abbiamo bisogno di identificarci con il mentale, con i programmi, le paure e le posture di difesa. 
Quindi queste due ultime settimane sono state una piccola spinta per arrivare al fondo del fondo, da cui poter ripartire, avendo visto il buio e potendo decidere di averne avuto abbastanza. Sappiamo bene che il buio c'è e ci sarà sempre. E' indispensabile nel mondo duale: tanto buio, tanta luce. Dipende da quanta attenzione vogliamo ancora dare ad esso. O se, nonostante tutto, possiamo decidere di volgere lo sguardo verso il Sole. Verso il Loto aperto dell'amore che ci viene offerto. Non aspettiamoci che un raggio di luce scenda verso di noi portato da mani angeliche. Di solito lo Spirito non usa effetti speciali. Ascoltiamo però la gioia improvvisa ed apparentemente immotivata che si apre al centro del petto, notiamo l'intensità dei colori delle cose intorno a noi. Prestiamo attenzione ai mille segnali che il Sé ci invia per aiutarci a ricordare. Così scegliamo la Vita, nonostante tutto. Chi più, chi meno, ha i suoi pesi, sofferenze, disarmonie, squilibri. A volte non basta una vita intera per sciogliere dei nodi. Eppure l'Amore è possibile, come già scrissi in uno scorso post. Non si può aspettare di essere risolti per cominciare a vivere. La Vita è ora, nel modo migliore possibile in cui ci viene presentata. Domani non sarà meglio se già oggi non lo è.
Respiriamo e lasciamoci essere.
Stefania Gyan Salila

sabato 4 maggio 2019

05.05.2019 - LUNA NUOVA IN TORO - NONOSTANTE TUTTO L'AMORE E' POSSIBILE



Domenica 05 maggio 2019 la Luna diventa Nuova a 14° Toro, alle 00,52 ora italiana. Questo Segno di Terra, simbolo di stabilità, lentezza, pazienza, tenacia, confini e zona confort, già da un anno circa sta attraversando un periodo dove tutti i suoi parametri fondamentali vengono messi in discussione. Si chiama Transito di Urano (2018/2027). Non sto solo parlando dei nativi del Segno. Sto parlando dei valori Toro in generale, che riguardano ciascuno di noi, perché ognuno ha una zona Toro nella mappa di nascita. La destabilizzazione sperimentata è frutto della necessità di rinnovare la promessa fatta a noi stessi nel tornare qua sulla Terra, affinché finalmente possiamo liberarci del giogo della paura. Lì dove cade il settore del Toro nella nostra mappa di nascita, sia l'Ascendente, che il settore della Coppia, Casa VII (se il ns Ascendente cade in Scorpione), che nella professione (Casa X), che nella salute (Casa VI), ecc., lì accade la rivoluzione. Poiché il Toro è radice, uno spostamento in quel settore richiede sicuramente fatica, ma deve essere fatto per raggiungere il completamento di un Disegno scelto come progetto di vita, di cui abbiamo l'imprinting nel DNA. Possiamo vedere questo transito come un aggiornamento del software con cui siamo nati. La Terra si sta risvegliando, noi con lei. Le generazioni di anime scese 50/60 anni fa non erano dotate di tutti gli strumenti necessari a sostenere la frequenza di oggi, per cui devono sopportare alcuni disagi per essere traghettate oltre. 
Questo Novilunio, anche se non congiunto strettamente con Urano che si trova a 03° Toro, serve a radicare nella visione di molti umani la possibilità del Nuovo. Nessun cambiamento può accadere se prima non riusciamo a concepirlo dentro di noi. Luna e Sole sono i Luminari, le due luci che vediamo bene in Cielo, essi rappresentano il senso di appartenenza, il clan familiare, ed il nostro senso di identità. Riconosciamo i loro valori dentro di noi, i loro movimenti celesti ci influenzano da vicino. Le lunazioni sono sincronizzazioni interiori con qualcosa di più vasto della quotidianità. La coscienza  si apre a prendere il messaggio da integrare.
Urano è lontano nel Cielo, custode dei Chakra alti, visitati solo dai Ricercatori. Il suo messaggio va rintracciato in zone interiori di grande silenzio. Così questo matrimonio alchemico tra Luna e Sole ci rassicura che, nonostante tutto, il cambiamento è possibile. L'amore è possibile. Il contatto e l'integrazione con nuove parti di noi è possibile. L'eliminazione di tutto ciò che è tossico è possibile. Ricordo che il Segno del Toro scarica sulla Cistifellea, come organo bersaglio, deputata alla digestione delle sostanze grasse. E' ora di lasciar andare le pesantezze, le densità, affinché possiamo essere in grado di andare ad attingere ad una fonte di energia interiore che ci dona forza e tenacia nel portare avanti il processo di cambiamento. 
Ci vuole pazienza e volontà. Fino alla fine del 2020 la maggior parte dei pianeti lenti, connessi con le memorie dell'anima, si trovano in Segni di Terra. Non c'è fretta. E' però richiesta una buona dose di centratura per mantenere la rotta. Anche perché non sappiamo ancora quale sia la destinazione. E' un work in progress basato sul divenire. Mentre cambiamo, anche la direzione cambia. 

In lak'ech!

martedì 30 aprile 2019

30.04.2019 - SATURNO ENTRA IN RETROGRADAZIONE FINO A SETTEMBRE - RADICHIAMOCI NEL SILENZIO

DIPINTO DI SCOTT WELLMAN



Come ogni anno, Saturno entra per qualche mese in retrogradazione, percorrendo a ritroso i gradi del Segno del Capricorno, di cui è Governatore e in cui si trova dal 20 dicembre 2017.  Il moto retrogrado scorre dai 20° ai 13° fino al 18 settembre. Ogni Segno zodiacale occupa 30° di Cielo, da 0° a 29°. La posizione di un pianeta in un dato grado è il suo posto, è il suo Io Sono. La posizione di un pianeta in transito nella nostra mappa di nascita (la fotografia del Cielo quando siamo nati) stabilisce un dialogo con gli archetipi interiori di ciascuno di noi, illumina una parte rimasta probabilmente in ombra finora, determinando delle prese di coscienza.
Cosa accade ora?
Il Capricorno è il Segno del Silenzio, dell'Astrazione, della Focalizzazione Interiore. Saturno, suo Governatore, è Maestro di Essenzialità. Stimola alla liberazione delle zavorre, all'isolamento come scelta di vita, al silenzio come maturazione interiore del Fiore della Vita custodito nelle nostre profondità. Quando facciamo silenzio, tutto appare, tutto risale, non più evitato o nascosto dietro le chiacchiere. Il silenzio apre il sipario al non visto, mette in risalto il dimenticato. Tutto assume contorni diversi e più delineati. Poiché anche Plutone, l'Occhio Psichico, è entrato in retrogradazione in Capricorno (23°/20° fino al 03.10), la possibilità di arrivare in contatto con il Profondo della parte inconscia è molto forte.
Come affrontare al meglio il periodo? Intanto cercando di scegliere il silenzio ed il confronto con se stessi, senza puntare l'attenzione verso l'esterno. Sicuramente il contatto con la natura aiuterà moltissimo. Non temere il mostrarsi del passato, cercando di osservare come se vedessimo un film. Respirare in profondità nel corpo, lasciando andare, come sempre. Fare attenzione alla dieta. I consigli fondamentalmente sono sempre gli stessi. Uno stile di vita semplice e fluido. Sarà un susseguirsi di momenti sacri in cui saremo messi a confronto con i nostri più grandi limiti. Uno ad uno essi si mostreranno per essere onorati e benedetti. Benedizioni reciproche da parte dei nostri fantasmi, che si sentiranno liberi di lasciare la loro natura di ostacolo, trasformandosi in forza. Non è una formula magica, non è una previsione che si avvererà, è una possibilità aperta alla volontà di ciascuno di noi di fare pace con se stesso ed i propri bisogni.
In lak'ech!

giovedì 18 aprile 2019

19.04.2019 - SECONDO PLENILUNIO IN BILANCIA - SI ESCE DAL TUNNEL DELLO SPECCHIO - COSA HAI VISTO?


Alle 13.13 del 19 aprile 2019 la Luna diventa Piena a 29° Bilancia, Segno di Aria, con il Sole a 29° Ariete, Segno di Fuoco. Essi attivano il mondo delle relazioni tra IO SONO (Ariete) e NOI SIAMO (Bilancia). Lo stesso movimento a specchio si è verificato lo scorso 21 marzo, quando la Luna divenne Piena a 00° Bilancia. Stiamo completando un percorso di confronto. Non c'è tanto da dire. Scrivo ma non servono parole per vivere appieno il momento. Ci viene chiesto silenzio ed osservazione. Il silenzio necessario per entrare in ascolto, ma che sia un invito a cuore aperto alla visione fornita dallo Specchio che possa scalfire gli strati di indifferenza che abbiamo costruito intorno a noi.
Non siamo più nel fare - questo è un percorso che apre all'essere. Riposiamo dunque le menti e lasciamoci andare. Le resistenze sono inutili, richiedono troppo sforzo e lo sforzo non paga più, anzi. Prosciuga il corpo e mette in confusione la mente.
Che ognuno faccia i conti con ciò che è emerso dal proprio inconscio, senza necessità di interpretare i significati o fermare il momento. Cosa ci ha lasciato il cammino effettuato in questo ultimo mese solare? Dove siamo arrivati? E' molto importante fare pace con tutte le situazioni emerse. Per cui non è nel fare. La domanda non è più: cosa devo fare per? Basta domande. Basta essere dominati dalla paura. Ora di respirare in quello che c'è e di accettare. La Luna Piena ha compiuto un intero ciclo dentro il Segno della Bilancia, da 00 a 29°, che è il tempospazio effettivo di un Segno zodiacale, per farci sperimentare i due Piatti, le due estremità, e di conseguenza costruire la Via per il Centro. Non c'è Segno più estremista di questo, ma sono opposizioni temporanee, perché sono percorsi di sperimentazione della realtà nella sua totalità. 
Osservando il Cielo astrologico al momento del Plenilunio, ecco come si presenta:


La Luna si trova esattamente sul Fondo Cielo, punto profondo dell'Inconscio, ed il Sole, essendo le 13.13, si trova allo Zenit, nel Medio Cielo. Sono le due estremità del Viaggio dell'Anima dentro il corpo. Un confronto precisissimo tra conscio e inconscio - come sopportiamo quello Specchio? Possiamo rimanere davanti a ciò che ci mostrerà? Possiamo finalmente trovare la forza e la presenza?
Ma se non ora, quando??
L'opposizione tra Sole e Luna attiva la Croce dei Segni Cardinali (Pionieri) con l'Asse zodiacale tra Capricorno e Cancro, le due Porte dell'Anima, dove si trovano i Nodi Lunari, il Pieno ed il Vuoto delle tematiche karmiche. Ciò ci segnala l'ingresso di qualcosa di molto nuovo, di cui stiamo sicuramente notando i segni. Anche qui non c'è bisogno di tanti commenti.
Nei giorni successivi al Plenilunio, il Sole entra nel Segno del Toro e rimane in congiunzione con Urano a 02°, una vera Resurrezione di Pasqua. I movimenti degli Archetipi stanno preparando il terreno. Lasciamo che il cuore possa ricevere quanto di più prezioso ci viene messo a disposizione. Possiamo noi essere anche altro rispetto alla proiezione continua e costante del soddisfacimento dei nostri bisogni? Possiamo noi umani guardare oltre il nostro orticello? Ce la faremo mai?

In lak'ech!



giovedì 11 aprile 2019

INIZIA IL PERIODO DEI RETROGRADI CON GIOVE, PLUTONE E SATURNO - SI APRE LA STAGIONE DEL SILENZIO E DELL'ACCETTAZIONE

DIPINTO DI ZAHIRA KELLY

Il 10 aprile 2019 inizia la stagione dei Retrogradi. A cominciare da Giove, simbolo della Missione spirituale sulla Terra, nel breve termine ben 7 pianeti entreranno in un movimento di arretramento, come accade sempre in estate da questa parte del mondo.
Ciò coincide con la richiesta di silenzio e di riposo nell'essenza, di abbandono delle attività esterne per concentrare l'attenzione sul prendersi cura delle piccole cose, delle sfumature da cui spesso scappiamo, perché sono crepe infinitesimali sulla facciata delle nostre maschere quotidiane. Il periodo di retrogradazione invita al rallentamento. Se siamo in piena corsa, con gli obiettivi ben chiari davanti, è possibile che improvvisamente il traguardo si allontani. Se abbiamo investito su un traguardo ben programmato, è possibile che dubbi si insinuino sulla veridicità del nostro investimento. Va tutto bene. E' importante che questa sensazione si faccia spazio dentro. Non possiamo mai fossilizzarci nelle situazioni, dimenticando di verificare l'amore che c'è dentro rispetto a ciò che stiamo facendo. L'estate dei retrogradi serve a questo.
Si apre un sentiero in cui potremmo sentirci impotenti di fronte ad improvvisi ostacoli. E se fosse una svolta salvifica, che però non abbiamo ancora preso in considerazione perché veniva percepita come una rinuncia? L'insegnamento è quello di arrendersi al flusso della Vita, sentendosi piccoli, chiedendo aiuto, entrando in contatto con l'umiltà. Non c'è bisogno di aver paura di perdere; si può invece maturare la consapevolezza di essere immersi in un mare sincronico, dove tutto si muove per un motivo. La destinazione finale del sentiero non era prevedibile con i nostri soliti strumenti di controllo e programmazione della realtà. Si chiama fiducia nell'esistenza, nella sincronicità. Niente e nessuno vuole portarci via nulla, ma il campo elettromagnetico dove di solito viviamo si sta muovendo in maniera diversa. Permettersi di farsi plasmare da ciò che arriva, dal corpo che chiama, dagli eventuali disagi interiori, ci porta in pieno allineamento con quello che può essere il nostro Bene Supremo. E' uno passaggi più importanti a livello interiore e viverlo con consapevolezza è fondamentale per approfittare della bellezza di ciò che si apre davanti a noi, quando cambiamo prospettiva, da vittime a creatori.
Giove entra in retrogradazione dai 24° ai 14° Sagittario dal 10.04 all'11.08.2019: tempo di arrivare al nocciolo del perché siamo qui. Sembra un'incombenza enorme, eppure aprirsi ad una prospettiva più vasta permette di accettare quanto vasti siamo, quanto vuoto abbiamo dentro, un vuoto che è puro tessuto creativo, da plasmare grazie ad una mente lucida ed un cuore leggero.
Plutone entra in retrogradazione dai 23° ai 20° Capricorno dal 25.04 al 03.10.2019: tempo di entrare in contatto con i giochi di potere nascosti, le manipolazioni che agiamo o subiamo nella vita. Non possiamo più far finta di niente, ma è ora di prendere in mano il potere che ci spetta e le conseguenti responsabilità.
Saturno entra in retrogradazione dai 20° ai 13° dal 30.04 al 18.09.2019: non si può andare avanti se non si torna indietro, prendendosi cura di quelle parti che finora non avevamo avuto la forza di includere. Non possiamo più fingerci forti e risolti, se ancora non ci siamo sentiti pronti ad accogliere la fragilità. Ora di rimanere e di integrare ciò che chiama per essere visto.
Da giugno in avanti entreranno in moto retrogrado Nettuno, Mercurio, Chirone e Urano, ma di questo ne scriverò a suo tempo. Mi sembra che al momento ci sia già abbastanza da fare da qui a fine mese. Uno dopo l'altro, queste forze agiranno come vortici interiori, che non permetteranno più la dispersione, ma l'assoluta concentrazione su un unico punto: quanto spazio diamo all'amore, a qualsiasi livello ed in qualunque dimensione della nostra essenza.
In lak'ech!

giovedì 4 aprile 2019

05.04.2019 - LUNA NUOVA IN ARIETE NEL GIORNO DEL VENTO BIANCO RITMICO, KIN 162 - LA VOCE CHE RISALE DAL PROFONDO DEL SE'

DIPINTO DI MARA FRIEDMAN


Venerdì 05 aprile alle ore 10.52 italiane la Luna diventa Nuova a 15° Ariete, entrando nel suo ciclico abbraccio con il Sole. Siamo in un punto del percorso molto particolare. Ricordo che lo scorso 21 marzo c'è stata la Luna Piena a 00° Bilancia, all'inizio del Segno d'Aria che più di ogni altro richiama lo Specchio. Cioè: la Bilancia è il primo segno che evoca la sensazione del Noi nello Zodiaco. I 6 Segni che lo precedono sostengono la nascita e lo sviluppo dell'individualità, dell'Io sulla Terra. Poi in Bilancia c'è l'incontro con l'altro. Chi è l'altro? Probabilmente è un mezzo per conoscere meglio noi stessi, nel riflesso di ciò a cui siamo ciechi. Possiamo invitare l'altro accanto a noi? Possiamo fargli/le spazio? Possiamo accettare che a volte, così prepotentemente, questa persona ci mostra la sua/nostra ombra? Possiamo accettare di vedere riflesso là davanti ciò che non ci piace di noi?
La cosa particolare è che il prossimo 19 aprile ci sarà un'altra Luna Piena in Bilancia, a 29°, alla fine del Segno. Ciò significa che stiamo passando dentro un tempospazio in cui dobbiamo guardare prima sulla superficie dello specchio - cosa vogliamo vedere? Cosa non riusciamo a vedere? per poi entrare dentro quello specchio, per prendere atto, nonostante le resistenze, di tutto ciò che non abbiamo mai voluto vedere.
Per questo ora tutto è molto intenso a livello emozionale. Molte persone sono in crisi, non riescono a comprendere più ciò che accade. Quello che funzionava prima ora ha perso la sua efficacia, la sua malia, il suo fascino. Perché ci stiamo addentrando in una zona oscura del sé. Non ci sono strumenti qui, se non il respiro ed l'immenso spazio del cuore. Ci viene chiesto di abbandonare tanto per acquisire il nostro vero posto.
La Luna Nuova di domani serve a fare un punto sulla situazione, a comprendere, pur nel vuoto che si sta facendo attorno, da quale direzione arriva la luce, anche se ancora fioca e debole. Stiamo giocando sul filo dei Segni Cardinali, i Segni Pionieri, che aprono al Nuovo. Ariete e Bilancia sono due cardini, gli altri due sono il Cancro e il Capricorno, dove si trovano i due Nodi Lunari, i punti del lasciar andare e dell'integrare una nuova visione. Ricordiamoci anche della presenza di Saturno, la nostra colonna vertebrale, il Maestro, che dal Capricorno sta chiamando all'essenzialità. Tutto ciò che non serve va chiuso, lasciato, non ci si può portare dietro più niente.
La Luna Nuova in Ariete non mostra alcuna luce dentro il viaggio nel buio ma illumina fiocamente qualcosa. Per riuscire a distinguerne la forma, possiamo solo fidarci di noi stessi. Sincronicamente, nello Tzolkin il Novilunio corrisponde al giorno del Vento Bianco Ritmico, Kin 162, che è l'Archetipo della Grande Sacerdotessa, l'antica conoscenza che risuona nelle nostre cellule. Ma se la mente ci obnubila con il suo frastuono, con l'ansia, la paura, come possiamo noi ascoltare? Il Vento Bianco è la Voce dello Spirito che sussurra nelle nostre orecchie per abituarci a fare silenzio, altrimenti come possiamo sentire quella dolce melodia che risale dal profondo?
Tutto questo percorso ci sta chiamando per cambiare le cose dentro di noi, eliminando il superfluo, affinché la vera forma possa emergere, affinché la voce saggia dal profondo possa essere sentita e poi ascoltata. Non serve fare nulla. Ormai non è questione di fare. E' un richiamo all'Essenza, a lasciarla libera di manifestarsi. Oltre la paura. Oltre le barriere di difesa, oltre le resistenze. C'è un oltre che ci chiama ad un salto nel vuoto. Ma quando nasciamo, non saltiamo forse dentro il vuoto più grande? Non è la morte il salto più grande, perché oltre la sua soglia c'è il Tutto. E' qui, nella sensazione di separazione che veniamo accolti dal Grande Vuoto. Possiamo imparare a farci pace? Esso spinge affinché ciascuno di noi metta a fuoco le proprie risorse più belle, per condividere la frequenza più splendente di luce che quel cuore può emanare.
Sole e Luna in Ariete chiamano all'Unità tra dentro e fuori, allineamento tra conscio e inconscio e all'espansione dell'Amore per se stessi che cancelli ogni paura. Ognuno di noi possiede la bellezza in sé, che le si lasci libera espressione. 
In lak'ech!


lunedì 1 aprile 2019

01.04.2019 - LUNA CONGIUNTA A LILITH IN AQUARIO NEL GIORNO DELLO SPECCHIO BIANCO LUNARE, KIN 158 - INCONTRA IL TUO DOPPIO E FACCI PACE


Siamo di nuovo sotto la forte spinta della Luna Nera, simbolo dell'inconscio custode di tutto ciò che non riusciamo ad affrontare. L'ombra della Luna si trova in Aquario dal 26 agosto 2018 e ci rimarrà fino al 02 maggio 2019. L'ultimo Segno d'Aria contiene valori che spingono l'animo ad abbattere barriere e confini, spingono al nuovo, a liberarsi da antichi gioghi per seguire con forza e veemenza visioni alternative della realtà. Quando Lilith transita qui, essa comincia a rimescolare le emozioni inconsce connesse con il passato infantile, portando a galla la tematica materna, affinché ciascuno costruisca un sentiero di autonomia, anche se attraverso la sofferenza. 
Lilith rappresenta la fatica di stare in un posto perché diventa tossico; essa nasce in un nido scomodo e non c'è vita per lei lì. Così si ribella e rinuncia a tutto per se stessa. Però si ribella alla Fonte, al Creatore, così il suo Archetipo è un potente Io Sono, ma passa per un fortissimo atto di disubbidienza, che costringe alla solitudine, al biasimo e al giudizio.
Seguo da anni un alchimista di Marradi, il Dott. Martino Giorgini, da cui ho preso l'associazione del meridiano dell'Aquario con l'asse Milza/Pancreas, che Giorgini collega con il lato femminile. Per quanto mi riguarda lo trovo estremamente pertinente.
In tutti questi passaggi assai delicati della transizione tra 2018 e 2019, occuparsi delle situazioni inconsce più dense come quelle riguardanti la relazione con il materno è fondamentale. Lilith in Aquario riapre la ferita e i transiti planetari nel Segno portano un balsamo di guarigione.
Nei giorni dell'Equinozio è stata la volta di Venere, che si è congiunta all'Ombra della Luna il 22 marzo, rendendo molto efficace l'ingresso dentro le antiche dimensioni interiori dei nostri bisogni, attivando modalità intuitive su come soddisfarli. Venere e Lilith congiunte hanno aperto uno spazio in cui era possibile iniziare ad accettare il non visto, il non detto, la parte più buia. E' stato un incontro intenso con se stessi, la comprensione dell'origine di molte reazioni e comportamenti compensatori.
Adesso è il turno della Luna, che transita in Aquario tra il 31 marzo ed il 01 aprile, toccando stamattina alle 10 circa la congiunzione precisa con la propria Ombra.
La Luna rappresenta il senso di appartenenza ed il rispetto necessario da garantire al clan per mantenere l'appartenenza. Lilith è esattamente l'opposto, lei è l'esclusa, fuggita dalle leggi del clan, lei è l'esule, che ha preferito la dannazione ad un'esistenza di sudditanza ed obbedienza.
Sincronico il fatto che entrambe entrano in congiunzione nel giorno del Kin 158, Specchio Bianco Lunare, che apre alla dimensione del Riflesso. La Luna gioca proprio su questo. Il Tono Lunare nello Tzolkin rappresenta la dualità, la scissione, la separazione affinché la realtà sia creata nel confronto tra un polo positivo ed uno negativo, nello scaturire di un cortocircuito che attiva una scintilla che rende possibile la Vita. Per vivere qui sulla Terra ci separiamo. Come viviamo la separazione? Quante scissioni interiori si sono formate in noi? Possiamo aprirci a tornare integri?
Quindi tutta questa giornata ci serve per vedere nella superficie cosa emerge: cosa ci raccontiamo, quali aspetti mostriamo e quali aborriamo, quanto ce la raccontiamo, quanto non riusciamo ad ammettere di avere torto, quanto orgoglio ci separa dagli altri. Esso è frutto del divario interiore, dell'enorme conflitto dell'amore mancato, che ci ha reso sterili, chiusi, sulla difensiva. Abbiamo preferito rinunciare all'amore piuttosto che combattere per esso, piuttosto che coltivarlo come una rigogliosa pianta piena di fiori. Accettiamolo. Mettiamoci davanti a questo senso di separazione. Guardiamo il doppio nello specchio, tendiamo una mano a prendere quel freddo in maniera consapevole. Ora abbiamo lo spazio per accogliere, per accoglierci. Possiamo tornare integri. Ce lo dobbiamo. Tutto il Cielo interiore lo sta chiedendo. 
Oggi è una giornata di congiunzioni celesti/interiori: 
Mercurio (il feto che sta per formarsi, i progetti) è congiunto a Nettuno in Pesci (16°/17°), la Grande Madre - diamoci una possibilità per gestire un nuovo inizio;
Plutone (l'occhio psichico, il potere della mente focalizzata) è congiunto al Nodo Lunare Sud (la valigia del karma da svuotare) in Capricorno (23°/22°) - prendiamo l'occasione per comprendere cosa ci ha finora tirato indietro dall'essere ciò che siamo, dalla possibilità di prendere l'amore.
A ciascuno il proprio percorso dentro il Riflesso. Potrebbe essere una giornata molto interessante.
In lak'ech!








venerdì 29 marzo 2019

29.03.2019 - MERCURIO IN PESCI TORNA IN MOTO DIRETTO MENTRE TERMINA LA SERIE DI GIORNI PORTALI DELLO TZOLKIN - STIAMO ATTERRANDO. COME VA?


Facciamo il punto della situazione generale tra Astrologia Solare e Astrologia Galattica: 
il 28 marzo Mercurio, pianeta che governa la memoria, l'uso dell'intelligenza ed i 5 sensi fisici, ha terminato il suo viaggio all'indietro nel Segno dei Pesci iniziato lo scorso 06 marzo. Quando questo accade, gli umani vengono tanto messi alla prova, poiché i Pesci sono un Segno di Acqua, il nostro delicato mondo emozionale. Il moto retrogrado di Mercurio è stato funzionale a trivellare ciò che era lì nascosto, rivelando situazioni rimaste sospese, volutamente rimosse in quanto troppo intense. Tutto quello che è avvenuto in queste tre ultime settimane è stato rendersi conto sempre di più di quello che siamo. La domanda ora è: come siamo usciti da questo confronto? Riusciamo ad amarci un po' di più, a essere più veri, più tranquilli, non più assorbiti dal mostrare, dal voler essere altro?
Contemporaneamente a questo, il 20 marzo scorso si è aperta la serie di 10 giorni/Kin Portali di Attivazione Galattica del Modulo Armonico Tzolkin, come sempre accade quando attraversiamo il tempospazio di 13 giorni chiamato Onda Incantata del Seme Giallo (nel 2019 dal 18 al 30 marzo). Un giorno Portale rappresenta una modalità di connessione fortissima tra Cielo e Terra. Dal centro della Galassia scendono attraverso i raggi solari frequenze altissime che sollecitano il sistema nervoso. Siamo chiamati a ricordare, a diventare consapevoli di essere Viaggiatori del Tempo venuti qui ad aiutare la Terra ad elevare la sua frequenza, attivando così il Corpo di Luce. Per facilitare il processo veniamo stimolati anche in maniera drammatica, affinché ci si renda conto di quanto ci nascondiamo. In questi giorni le solite strategie che portano gli umani a ignorare l'inconscio, a vivere sulla superficie, a far finta che vada tutto bene, non funzionano più. La serie dei giorni/Kin Portali si è aperto il 20 marzo e si chiude oggi. A cosa abbiamo fatto spazio in questi ultimi giorni? Possiamo accogliere dentro di noi la profondità della visione che si è aperta rispetto al perché siamo qui, al carico che ci siamo presi, al senso di morte che abbiamo dentro perché ci sentiamo separati, lontani, soli? Possiamo sentire che la Fonte è lì, in noi, che tutto quello che ci viene chiesto di fare è semplicemente rendercene conto?
Possiamo, una buona volta, fare pace con il fatto di stare qui, che siamo qui per qualcosa di più grande, smettendo di volare come una farfalla dentro un vaso di vetro, acquietandoci, sapendo che il sole non è la lampadina che illumina il vaso. Il Sole è in noi. Veniamo da lì, veniamo da un tempospazio oltre il Sole, e siamo venuti ad accendere il Sole nel nucleo di questo pianeta che si è fatto carico di trasportare se stesso dentro una nuova frequenza, in cui è atteso da tanti altri mondi che hanno percorso la stessa via eoni fa. Chi più, chi meno, siamo tutti coinvolti in questo processo e se non ci fermiamo a prenderne atto, continueremo a correre come formiche che scappano dal pericolo. 
Oggi tutto si placa, i forti movimenti interiori si calmano perché lo stimolo si è acquietato. Guardiamoci intorno ed osserviamo ciò che siamo diventati. Quanto ci vuole ancora a ciascuno di noi per accorgersi di ciò che è? Stiamo aspettando l'arrivo della Nuova Terra, ma ci accorgiamo che lo spunto è già lì dentro di noi?
Stefania Gyan Salila

lunedì 18 marzo 2019

PLENILUNIO IN BILANCIA NEL GIORNO DELLA MANO BLU AUTO-ESISTENTE, KIN 147 - 21.03.2019 - DI QUANTI CONFLITTI SOFFRIAMO E QUANTO SIAMO PRONTI A GUARIRNE?


Il 21 marzo alle ore 03,00 italiane (poche ore dopo l'Equinozio) la Luna diventa Piena nel Segno della Bilancia, Segno d'Aria connesso con la Grazia e la Bellezza che sono sempre presenti intorno a noi.
Sole e Chirone in Ariete, forze del maschile, si connettono con la complementarietà della Luna in Bilancia, governata da Venere. Ariete e Bilancia formano l'asse zodiacale dell'Io Sono/Noi Siamo, dando forma alle relazioni in generale, a quelle sentimentali nello specifico. 
Siamo chiamati dal Plenilunio a fare chiarezza, portando guarigione se necessario, nelle nostre relazioni. E' vero amore? E' convenienza? E' dipendenza? Non importa ciò che ci tiene insieme, purché sia chiara la natura del legame. Ora è il tempo. Così poi ognuno sarà libero di occupare la propria posizione.
Contemporaneamente Venere congiunta a Lilith in Aquario si trova in quadratura precisa (aspetto di tensione) con Marte in Toro (23°). Mentre le due forze primigenie Sole/Luna cercano di guardarsi nell'opposizione per un confronto costruttivo (la presenza di Chirone è fondamentale per permettere ciò), i loro sottoposti, Venere e Marte si ringhiano a vicenda per determinare chi abbia la capacità di prevalere.
Venere interiorizzata è il Sentire, i sentimenti, le emozioni, le sensazioni; Marte è la parte che agisce. Quando essi si trovano in aspetto armonico, la persona agisce ciò che sente, in coerenza con se stesso. Quando Marte e Venere sono dissonanti, come in questo caso, si tende a giudicarsi, a sentirsi divisi dentro tra un sentire molto intenso ed un'azione che lo nega, perché non si può o non si deve o non sta bene.
La Luna in Bilancia è un flusso di armonizzazione, e nel suo dialogo con il focoso Sole arietino, apre uno spazio di grande confronto. Vista l'intensità dei passaggi astrologici, visto che ci troviamo dentro l'Onda Incantata del Seme Giallo ed i suoi giorni Portali - per approfondimenti leggi QUI - possiamo avere accesso ad uno spazio profondo, in cui riflettere sull'entità dei nostri conflitti interiori e su quanto siamo disposti a fare (o ad essere) per portare pace dentro il cuore.
Il Plenilunio del 21 marzo cade nel giorno della Mano Blu Auto-Esistente, Kin 147, Portale di Attivazione Galattica. Questo Glifo è simbolo di guarigione, realizzazione, trasformazione attraverso una manipolazione della materia. Quanto siamo disposti a cambiare per rendere possibile il dialogo interiore tra parti che si sono sempre reciprocamente negate? Di cosa ci accusiamo? Di cosa ci sentiamo carenti, e quindi incapaci di ottenere? Di quale e quanta infelicità ci sentiamo responsabili?
Questa mattina mi sono dovuta sedere a scrivere tanti articoli per dare voce ai delicati passaggi equinoziali di astrologia solare e l'ingresso in un periodo intenso anche dal punto di vista del Modulo Armonico Tzolkin.
Cosa ci viene chiesto? Ad ogni livello dell'essere di face pace. La Terra non riesce più a vivere con sette miliardi di persone mangiate dai conflitti di potere. Dove esiste la verità e la trasparenza? Dove arriva l'etica? Che posto facciamo nel cuore a noi stessi? Quanto ci sentiamo dilaniati da mille ferite? 
Proseguire in questo modo diventa difficile e sempre più sento l'urgenza di cominciare da me a fare pulizia e ordine. Come posso pretendere che il mondo sia un posto comodo, se io per prima non mi concedo di stare comoda in me?
Ecco, tempo di stare e prendere in considerazione tutto ciò che è a portata di mano per vederlo nella sua vera luce. Le illusioni si sgretolano, non hanno più forza di esistere. Di questo ci si accorge molto bene durante il Plenilunio, è il dono più grande che viene fatto. Abbiamo ancora così tanto bisogno di non vedere?
Stefania Gyan Salila